Immagine
 ... bombardamento di Gaza ..... di Lunadicarta
 
"
La verità attraversa sempre tre fasi. Dapprima viene ridicolizzata. Poi violentemente contestata. Infine accettata come una cosa ovvia.

Arthur Schopenhauer
"
 
\\ Home Page : Articolo
C'č del bene nel processo breve - G. Savini per Il Riformista
Di Loredana Morandi (del 07/09/2010 @ 07:18:59, in Magistratura, linkato 1371 volte)
Critica a Palamara...

C'è del bene nel processo breve



di Guido Salvini

Non appena conclusa la tregua estiva, il Presidente dell’Anm Palamara, con un tono che non ammette repliche, ha attaccato Alfano intenzionato a rimettere mano al processo breve. Un’esternazione discutibile. L’Anm è una semplice associazione privata tra magistrati, senza rilievo istituzionale, non chiamata a dare, e in modo così rude, pareri sulle leggi.

Un osservatore esterno, in viaggio nel nostro Paese, annoterebbe sul suo block notes che l’Anm è, a quanto comprende, la maggior forza di opposizione, forse quella che si nota di più sui media. Dato che faccio parte di quella negletta minoranza di magistrati non iscritti, per spirito di indipendenza, all’Anm, il suo Presidente non ha parlato anche a mio nome e resto libero di dire quello che penso.

Il trucco del processo breve stava nella norma transitoria, che lo applicherebbe in modo rigido anche ai processi già iniziati e sembra ritagliata sulle esigenze di Berlusconi di azzerare le pendenze giudiziarie. Su questo siamo d’accordo con l’Anm.

Ma il processo breve non è in sé uno scandalo, potrebbe essere una spinta a giudicare in tempi ragionevoli: 3, 4 e anche 5 anni nei reati di mafia, per finire i processi di primo grado non sono termini capestro e lasciano il tempo per dibattimenti ben fatti.

Per concludere gli appelli sono poi previsti 2 o 3 anni e qui il processo breve può aiutare a sciogliere un nodo e impedire di restare imputati a vita o vittime di reati in eterna attesa di giustizia. In appello tutto è in teoria più semplice, si sentono raramente i testi e ci si limita a rivisitare il lavoro precedente, eppure il tempo di attesa oggi è infinito.

A Milano, che è tra le maglie nere dei ritardi, i fascicoli restano negli scaffali per anni e anni e, dato che non tutti i processi hanno la fortuna di viaggiare spediti come il processo Mills, ci si può trovare giudicati per una bancarotta, un omicidio colposo o un reato in famiglia a 10 anni dai fatti.

A questa impasse sarebbe giusto dare un’accelerazione e se il ministro darà corso agli stanziamenti straordinari, promessa da marcare stretta, è forse una scommessa che vale la pena di affrontare.
Nessuno però, né il ministro né l’Anm, ha avuto sinora il coraggio di proporre soluzioni nuove quali la riduzione dei collegi d’Appello da 3 giudici a 1, come suggerisce Pisapia nel libro “In attesa di giustizia”, recuperando così centinaia di magistrati, o quali affidare la verbalizzazione delle udienze pomeridiane a praticanti avvocati o dipendenti pubblici in pensione in modo da moltiplicare i processi conclusi.

La mancanza di mezzi e di cancellieri è una realtà ma spesso anche l’alibi su cui ci si adagia. A Milano, non solo il sabato ma anche il lunedì e il venerdì le aule di appello sono quasi sempre chiuse e non si assiste in genere ad una attività frenetica. Con qualche soluzione originale anche i magistrati dovrebbero produrre di più. Forse è per questo che si preferisce solo lamentarsi.

Anche gli avvocati dovrebbero fare la loro parte: accettare una buona volta che gli assistiti di fiducia siano automaticamente domiciliati preso i loro studi, come già avviene oggi per le persone offese, evitando, con un aumento del loro impegno, quella corsa alle notifiche agli imputati in ogni parte di Italia che oggi è causa non secondaria di rinvii e ritardi.

Il sistema sarebbe poi perfetto se si aggiungesse che dopo l’appello non matura più alcun termine di prescrizione liberando così la Cassazione da migliaia di ricorsi inutili e pretestuosi.

È probabile che la preoccupazione del ministro sia disattivare i processi contro il Presidente del Consiglio, grazie alla norma transitoria, anche a prezzo di sacrificare migliaia di altri processi. Ma è altrettanto probabile che il pensiero della magistratura associata, nemmeno troppo celato, sia quello di portare a sentenza e magari a una condanna simbolica il suo principale antagonista, senza ammettere però che mantenere la situazione attuale significa, non diversamente dal progetto avversario, accettare la morte per congelamento in appello di una sterminata massa di fascicoli e non impegnarsi a lavorare di più.

Tra due litiganti che non dicono veramente quello che pensano e ciascuno dei quali porta acqua, con attacchi pregiudiziali, al mulino dell’avversario, è davvero difficile scegliere. Intanto ci rimettono, come sempre, i processi lontani dai media e i cittadini comuni.

giovedì, 2 settembre 2010
http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/254760/
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










15/09/2019 @ 15.51.28
script eseguito in 235 ms