Immagine
 bozza...... di Lunadicarta
 
"
Con la giustizia si contraccambi il male e con il bene si contraccambi il bene.

Confucio
"
 
\\ Home Page : Articolo
Anm: intercettazioni non sono una prioritŕ
Di Loredana Morandi (del 26/06/2011 @ 10:33:43, in Politica, linkato 1360 volte)
'Sempre disponibili a regolare meglio la diffusione di quelle non rilevanti''

Anm: intercettazioni non sono una priorità

Roma - (Adnkronos/Ign) - Palamara-Cascini: ''Basta strumentalizzazioni, ci si preoccupa della pagliuzza anziché considerare la trave''. Intercettazioni, Pdl riparte dal ddl. Finocchiaro: ''Aperture? Da noi proposta seria''. Casini: ''Pronti a collaborare ma non impedire lavoro dei magistrati''. Inchiesta P4, aperto fascicolo a Perugia. Indagato l'ex magistrato Toro. Imprese di microspie: ''Lo Stato ci deve 500 milioni di euro''

Roma, 25 giu. (Adnkronos/Ign) - Basta strumentalizzazioni da parte della politica sulle intercettazioni. Lo afferma senza mezzi termini l'Associazione nazionale magistrati dicendo chiaramente che "è inaccettabile che le intercettazioni siano una priorità".

Il sindacato delle toghe, che oggi ha riunito il parlamentino dell'Anm per decidere sul caso di Alfonso Papa, tramite il suo presidente Luca Palamara e il segretario Giuseppe Cascini ricorda la disponibilità a discutere sul capitolo intercettazioni e soprattutto, per dirla con Palamara, "sulla necessità di regolare meglio la diffusione delle intercettazioni non rilevanti" a patto che non ci siano più strumentalizzazioni sul tema.

"Al momento - ribadisce Palamara - la priorità è quella di mettere mano alla drammatica situazione in cui versano gli uffici giudiziari. Di riforma epocale non si dovrà più parlare perché molti uffici chiuderanno".

Palamara, pensando al dibattito che si è scatenato in materia di intercettazioni in relazione all'inchiesta sulla P4, trova "singolare che anziché preoccuparsi dei contenuti la politica si preoccupi di modificare la disciplina delle intercettazioni. Non vorrei - lamenta ancora - che ci dovessimo preoccupare della pagliuzza anziché considerare la trave".

Riferendosi all'inchiesta sulla P4, Palamara rileva che "i fatti che stanno emergendo sono gravi e mi sembra singolare che ancora una volta si strumentalizzino le indagini penali e si rilancino temi che poco hanno a che vedere con le riforme urgenti della giustizia".

Ricorda ancora Palamara: "In più occasioni abbiamo espresso la necessità di selezionare il materiale e di stralciare quello irrilevante ma in questo momento penso debba prevalere tutto quello che sta emergendo". Insomma, sintetizza, "la valutazione e la rilevanza delle intercettazioni devono essere stabilite da un giudice, non dalla politica né da un ministro".

Sulla stessa lunghezza d'onda, il segretario generale dell'Anm Giuseppe Cascini. Che rileva: "Ogni volta che ci sono indagini giudiziarie dalle quali emergono comportamenti discutibili da parte di chi detiene il potere, la politica commette l'errore di non occuparsi delle vicende che escono dalle inchieste ma dello strumento attraverso cui emergono, preoccupandosi soltanto di fare in modo che queste cose non vengano fuori".

Cascini ribadisce l'impegno dell'Anm a studiare "un intervento che regoli lo strumento delle intercettazioni non rilevanti ben consapevoli - dice - che sarebbe pericoloso limitare il sistema delle intercettazioni come pure qualunque intervento che limiti la libertà di stampa".

All'Associazione nazionale magistrati replica per il Pdl il portavoce nazionale Daniele Capezzone. "Anche l'Anm sa che è finito il tempo in cui era possibile nascondersi dietro un dito o dietro facili e schematiche contrapposizioni'' afferma Capezzone, che parla di situazione ''indifendibile'' in materia di intercettazioni. ''Voglio leggere con positività - aggiunge - alcuni spiragli che colgo dalle pur cautissime dichiarazioni odierne degli esponenti dell'Anm, così come in quelle di ieri di esponenti del Pd. Non giova a nessuno far finta che il problema non esista".

Ma sugli 'spiragli' Anna Finocchiaro frena. "Leggo oggi di dialogo o di aperture del Pd. Non c'è dialogo e non ci sono aperture. C'è un modo serio di affrontare le questioni. Il nostro ddl è un serio punto di partenza. Le altre sono chiacchiere interessate". Per il presidente dei senatori del Pd sulle intercettazioni serve una legge che eviti "deformazioni" ma che "permetta alla magistratura di continuare ad usare questo fondamentale strumento di indagine".

Da parte sua Pier Ferdinando Casini ai microfoni di Sky Tg24 dice che ''l'Udc è pronta a collaborare a un provvedimento sulle intercettazioni solo se si tratta di qualcosa di serio fatto per evitare abusi e divulgazione di cose private. Ma se si vuole impedire alla magistratura di intercettare, questo è inaccettabile e da noi non arriverà nessuna collaborazione''.

Mentre Antonio Di Pietro, sul suo blog ribadisce che "senza se e senza ma, l'Italia dei Valori è a favore della libertà totale d'informazione e del diritto-dovere totale degli investigatori di combattere con tutti i mezzi la criminalità". ''All'interno della legge attuale - sottolinea tra l'altro Di Pietro - già ci sono gli strumenti per verificare e valutare quando un'intercettazione può essere fatta, quando depositata, quando può essere utilizzata e quando pubblicata".



Donadi: ''No a leggi bavaglio''

Intercettazioni, Pdl riparte dal ddl.

Bersani: sì confronto ma su nostra proposta

Roma - (Adnkronos/Ign) - Berlusconi: "C'è la possibilità che si riprenda il testo Mastella". Alfano: ''La pubblicazione delle intercettazioni penalmente irrilevanti è anche un reato''. Frattini: ''Serve una legge prima della pausa estiva''. Gelli: ''La P4 è un comitato carnevalesco, la Loggia P2 era una cosa seria''. Inchiesta P4, aperto fascicolo a Perugia. Indagato l'ex magistrato Toro.

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - E' sempre alta la tensione nei palazzi della politica per l'inchiesta P4. E riparte il pressing del Pdl sulle intercettazioni. Dopo l'affondo di ieri (''sono irrilevanti penalmente''), il ministro della Giustizia Angelino Alfano torna a farsi sentire con più forza: ''Oltre ad essere moralmente sbagliata, la pubblicazione delle intercettazioni penalmente irrilevanti è anche un reato da perseguire.Queste gettano un certo disdoro a chi nulla ha a che fare con l'inchiesta. Ma nessuno si fa carico di riparare al torto''.

Da Bruxelles Silvio Berlusconi rincara la dose: ''Non è un Paese civile quello in cui non c'è garanzia dell'inviolabilità delle conversazioni telefoniche che poi appaiono sui giornali senza che abbiano un risvolto penale''. Poi, rientrato a Roma, spiega quale potrebbe essere il testo di legge che punta a rivedere le norme sull'uso e sulla pubblicazione delle intercettazioni: "C'è la possibilità che si riprenda il testo Mastella". Berlusconi si riferisce al testo elaborato nella passata legislatura, dall'allora ministro della Giustizia Clemente Mastella. Testo che, in fase preliminare, ottenne un parere positivo sia del centrosinistra che da parte del centrodestra.

Parole che provocano la reazione del procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore: ''Io vorrei vedere un po' di indignazione per i contenuti - dice ai microfoni di 'Radio 24' - invece si cerca di delegittimare i magistrati dicendo che cerchiamo pubblicità, il che non è vero''. Il magistrato tira in ballo il Guardasigilli: ''La sua uscita è dettata da una motivazione politica''.

Il governo, per ora, va avanti: non con un decreto legge, ma ripartendo magari dal ddl all'esame della commissione Giustizia di Montecitorio.

Così si possono gettare le basi di ''una buona legge'' da approvare ''entro l'estate''. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini detta i tempi: ''Spero che ci sia la possibilità di farla entro agosto'' e ''sarebbe un bell'esempio se tutte le forze politiche si mettessero insieme d'accordo'' e la approvassero ''con urgenza''.

Il Pd, per bocca di Pierluigi Bersani, è pronto a discutere, ma con un intervento ''a monte'', cioè non sulla stampa. ''Che Alfano, non proceda per decreto - precisa il leader Democrat - mi pare nella logica delle cose. Noi abbiamo una posizione, abbiamo presentato già da tempo un ddl che porta il problema alla fonte, con meccanismi per cui non vengano divulgate intercettazioni che non ha senso divulgare, che incidono sulla privacy senza avere attinenza con le indagini''.

Un'apertura ''importante'' per il Guardasigilli. "Abbiamo un testo che fa la navetta tra Camera e Senato da tre anni, abbiamo l'intenzione di proseguire sul quel testo ma riconosco che le aperture di Bersani sono importanti", afferma il ministro Alfano. "Se ci sarà un fatto nuovo in Parlamento su un tema così delicato con il Pd - continua Alfano - ci autorizzerebbe a un nuovo approccio, nelle prossime settimane vedremo i punti in comune sui quali andare avanti".

L'Idv è categorico con Donadi: ''No a leggi bavaglio. E' assurdo che il centrodestra pensi ad una legge sulle intercettazioni quando le priorità del Paese sono ben altre, a partire dalla crisi economica e sociale che sta attanagliando l'Italia''.
 
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










21/09/2019 @ 4.27.52
script eseguito in 375 ms