Immagine
 comb ...... di Lunadicarta
 
"
La Legge non ammette l'ignoranza dell'avvocato.

Loredana Morandi
"
 
\\ Home Page : Articolo
CGIL Funzione Pubblica sull'Inaugurazione Anno Giudiziario 2006
Di Loredana Morandi (del 26/01/2006 @ 11:32:28, in Sindacato, linkato 2918 volte)

Inaugurazione dell'anno giudiziario  2006
La situazione della giustizia nel nostro paese è particolarmente grave.

Da parte della maggioranza di governo nessun provvedimento legislativo è stato adottato per diminuire i tempi di durata dei processi che mediamente durano otto anni e tre mesi, dopo un' intera legislatura nulla è stato fatto per migliorare le   condizioni in cui versano gli istituti penitenziari.
Abbiamo assistito soltanto a scontri e polemiche con la magistratura della quale  si vuole ridurre l'autonomia e l'indipendenza. Il governo si è mosso a favore di singoli imputati producendo leggi come quella sul falso in bilancio oppure sulle rogatorie internazionali. Addirittura con  la ex Cirielli, nel tentativo di aiutare qualcuno, si arriva ad  inasprire la pena per la povera gente con il conseguente  aumento della popolazione carceraria reclusa in strutture che non sono degne di un paese civile. Basti una cifra:
ci sono 60000 detenuti per 42000 posti.Per questi motivi la pena diventa inutilmente affittiva per chi non ha avvocati che siedono in parlamento e si allontana dalla sua funzione rieducativa. Il Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria è indebitato per circa 150 milioni di euro e sono a rischio i livelli minimi di mantenimento in vita delle strutture, anche sulle politiche del personale di questo delicato settore non vi è professionalità uscita indenne dalle devastanti politiche di contrapposizione e riduzione operate dal governo, nulla sulla polizia penitenziaria, sulle aree educative ed amministrative, ridotto e snaturato l'agire degli assistenti sociali ridotti a meri esecutori penali. Sulla giustizia minorile basti un solo dato: il ministro della giustizia nella relazione che ha svolto davanti al parlamento pochi giorni fa non l'ha neanche nominata.
Il ministro della giustizia dovrebbe garantire la funzionalità del servizio e invece si vanta di aver diminuito il personale che dovrebbe garantirlo.
Nell'organizzazione giudiziaria del Ministero della giustizia, le carenze d'organico ammontano a 7000 unità. Per la prima volta nella storia della repubblica anche se sembra incredibile,c'è il rischio concreto di chiusura di alcuni uffici giudiziari per carenza di personale. Mancano 4000 cancellieri con  ripercussioni sulle attività d'udienza, mancano 1400 ufficiali giudiziari con ripercussioni sulle attività di notificazione ed esecuzione degli atti, già mortificate da una convenzione con Poste SpA che aumenta i costi per i cittadini e riduce l'efficienza del servizio. La stessa corte di cassazione  ha il 18% di personale in meno mentre, secondo la legge che il presidente della repubblica ha rinviato alle camere proprio in questi giorni , se ne aumentano le competenze e se ne snatura la funzione di organo di legittimità.
Alla mancanza di personale si aggiunge una paradossale diminuzione delle dotazioni tecnologiche, il ministero ha deciso di tagliare 8000 postazioni di posta elettronica con conseguenti ripercussioni sul servizio di quelle cancellerie che avevano organizzato il lavoro in maniera più snella ed efficiente. Mentre tutto il mondo e anche le Pubbliche amministrazioni indirizzano le loro prospettive verso un aumento della tecnologia, al ministero della giustizia decidono di tornare ai messaggeri a cavallo. Carta e penna al posto dei computer? A dire il vero manca anche la carta per le fotocopiatrici e la benzina per le automobili, mancano i fondi per l'attività di fonoregistrazione delle udienze con conseguente riduzione delle garanzie del processo e del numero stesso delle udienze che possono essere svolte, al Tribunale di Roma da 10 a 3 - 4 secondo una stima del Presidente dottor Scotti.
E' questo che si vuole? Una giustizia che non funzioni, che disgreghi la coesione sociale rappresentata anche dalla possibilità per ognuno di rivolgersi ad un giudice se ritiene violato un proprio diritto e di avere una risposta in tempi celeri.
E' questo che si vuole? una giustizia forte coi deboli e debole coi forti?
Tutto quello che in questa legislatura è stato fatto dal governo è esattamente questo.
Anche nei confronti del personale amministrativo che negli uffici giudiziari garantisce il servizio con alto senso di responsabilità, si procede con disprezzo: nessuna attenzione ai diritti contrattuali, e addirittura per i lavoratori e le lavoratrici dell'Organizzazione Giudiziaria la mancata riqualificazione professione con conseguenze sia dal punto di vista professionale per i dipendenti che per il servizio che viene erogato ai cittadini perché sarebbe possibile, dopo la riqualificazione, una migliore organizzazione degli uffici giudiziari aumentandone l'efficienza.
C' è bisogno di cambiare. Il servizio reso negli uffici giudiziari, nelle carceri, nei servizi della giustizia minorile  rende effettivo il diritto alla giustizia.
Se mancano i lavoratori, se le strutture sono fatiscenti, se le leggi sono utilizzate per qualcuno, il diritto alla giustizia non viene garantito.
Ognuno deve poter avere un giudizio in tempi celeri davanti ad un giudice terzo e non condizionato dal potere politico, la pena deve avere la funzione che le assegna la Costituzione, per questo l'amministrazione della Giustizia non può essere lasciata in mano a chi fino a questo momento l'ha  portata allo sfascio.
Chiediamo dunque l'adeguamento degli organici, un piano straordinario per l'innovazione tecnologica, risorse economiche per garantire la funzionalità dei servizi e una giusta riqualificazione professionale che possa garantire a tutti i cittadini un servizio all'altezza di un paese civile.
Per questi motivi, i lavoratori e le lavoratrici degli uffici giudiziari, delle carceri e dei servizi della giustizia minorile, saranno presenti in piazza all'inaugurazione dell'anno giudiziario in cassazione e in tutti i distretti di Corte d'Appello con manifestazione aperte a tutti gli operatori del diritto e ai cittadini.

Per FPCGIL Funzioni Centrali
Alfredo Garzi

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










19/08/2019 @ 7.26.21
script eseguito in 391 ms