\\ Home Page : Articolo : Stampa
Loredana Morandi: Ansa su visita a Cagliari e Selargius
Di Loredana Morandi (del 15/12/2008 @ 07:11:14, in Redazionale, linkato 1256 volte)
PEDOPORNOGRAFIA SU INTERNET,
NUOVA DENUNCIA DI LOREDANA MORANDI

(ANSA) - CAGLIARI, 10 DIC - Loredana Morandi, la portavoce nazionale della Rete Artisti contro le guerre, a Cagliari per un incontro col questore Salvatore Mulas e col sindaco di Selargius, Gianfranco Cappai, ha annunciato un nuovo sciopero della fame per le nuove minacce ricevute dopo la sua inchiesta che aveva scoperto l'uso a scopi di commercio pedopornografico del Centro elettronico dell'Universita' Federico II di Napoli, .

Nell'incontro col questore e successivamente col primo cittadino di Selargius, Morandi ha consegnato un dossier su una societa', con sede nella cittadina a pochi chilometri da Cagliari, che si sarebbe specializzata nella clonazione dei Nomi a Dominio di circuiti pubblicitari per il porno e di una tra le piu' grandi community per gli scambi erotici, puntando tutte le proprie risorse sullo sfruttamento delle solitudini e dei disagi psicologici delle fasce dei navigatori piu' giovani.

Morandi, che a ottobre aveva ricevuto per posta elettronica un video con minacce di morte, ha anche messo in evidenza come in Sardegna sia basato il 90% del web italiano. Nonostante questo le forze di polizia sembrano non essere state ancora potenziate per prevenire le attivita' deliquenziali che sfruttano la rete. (ANSA).

* * *

Ringrazio la redazione Ansa di Cagliari e i ragazzi, che ho potuto conoscere di persona andandoli a trovare nei loro uffici.

Per la pubblicazione di questo testo, ringrazio la cortesissima e personale attenzione a me rivolta da un giornalista di stampa parlamentare, che mi ha fatto pervenire la breve di agenzia.

La notizia è pubblicata anche su: La Nuova Sardegna

Update per una riflessione: la proposta di Legge per un reato di apologia della pedofilia, presentata dall'On. Pagano avrà per l'intero pianeta della lotta al child porn in rete esattamente la funzione di impedire, che i siti e i blog che motteggiano alla pedofilia, possano travalicare con la propria voce quella degli operatori. E' per questo, che tutti noi chiediamo. Ed anche per non leggere più il Natale, definito come la giornata dell'orgoglio pedofilo invernale, così definito dal "clone" del nome noto del presidente di una Onlus impegnata contro la pedofilia.