\\ Home Page : Articolo : Stampa
ByoBlu di Claudio Messora e il sequestro
Di Loredana Morandi (del 28/08/2009 @ 17:55:49, in Redazionale, linkato 2181 volte)
ByoBlu di Claudio Messora e il sequestro


Un sequestro non cruento quello che subisce l'autore di ByoBlu, quasi amichevole nei rapporti con la Polizia Postale milanese, come da lui stesso narrato in questo post.

Claudio è un blogger coraggioso, uno dei pochi che ha saputo ascoltare il famoso e perseguitato esperto dei gas Randon in quel del terremoto aquilano, ed ha prestato la propria voce per divulgarne le teorie e le "previsioni" scientifiche, contribuendo così affinché fossero salve quante più persone possibili.

Lui è un cronista vecchia maniera, un giornalista da strada, come ancora se ne trovano soltanto tra i bloggers, quando sono persone serie. Autore di un giornalismo sì tecnologico, ma che ancora lascia uno spazio alla voce delle persone comuni. Un giornalismo sano che si assume la responsabilità sociale e morale di perorare le cause piccole e disumane che vessano, quotidianamente, l'uomo medio, alle prese con i rampantismi e le ipocrisie anche economiche della società e del pubblico. Un giornalismo apparentemente "perduto" dall'Italia tra le pieghe del Capitale nelle pagine quotidiane o tra le onde radiotelevisive delle grandi catene editoriali.

Scherzando Claudio lancia il concorso a premi: "Chi sarà il richiedente del sequestro?" Al vincitore andrà una copia del prossimo libro del Messora, non appena avrà il tempo di scriverlo tra un documentario video e un altro. Io rilancio, augurandogli ogni bene, con un timido: "Papi !?".

Più seriamente sono convinta che Claudio Messora non ha nulla da temere, la Procura e il Tribunale di Milano sono il tempio virtuoso delle arti del Diritto tecnologico e della Giustizia. Nulla di male può accadergli!


Nonostante ciò, affinché non sia per lui penoso il momento di oltrepassare a piedi il triplice corridoio marmoreo dell'architettonico "fascio littorio" milanese, gli auguro con stima un calorosissimo in bocca al lupo.

A proposito: perché non pensare al metodo grillico delle valigie?

Loredana Morandi