\\ Home Page : Articolo : Stampa
FNSI su Belpietro indagato + news
Di Loredana Morandi (del 14/10/2009 @ 06:16:02, in Sindacato, linkato 2274 volte)
La news...

Quirinale, Belpietro: ''Voglio essere processato''

ultimo aggiornamento: 14 ottobre, ore 11:06

Roma - (Adnkronos) - Il direttore di 'Libero' nel suo editoriale di oggi: ''Così sarà possibile dimostrare quanta ipocrisia regna nelle redazioni e quanto l'ideologia di certi giornali abbia mascherato la realtà''. Cossiga: ''A me ne hanno dette di tutti i colori. E mai nessun magistrato ha mosso un dito"

Roma, 14 ott. (Adnkronos) - "Questa volta mi sacrifico volentieri all'ennesima denuncia, voglio essere processato. Cosi' sara' possibile dimostrare quanta ipocrisia regna nelle redazioni e quanto l'ideologia di certi giornali abbia mascherato la realta'. Finalmente vedremo il colore di tanti colleghi e paladini della liberta' che mi giudicano: il rosso. E mi auguro sia di vergogna, perche' non siamo al vilipendio ma al reato di lesa maesta' e, per una volta, sono io che non ci sto". Il direttore di "Libero", Maurizio Belpietro, conclude cosi' il suo editoriale di oggi, a commento dell'apertura di un fascicolo giudiziario contro di lui, insieme ad un altro contro Antonio Di Pietro, per vilipendio del Presidente della Repubblica. "Quando le agenzie di stampa hanno battuto la notizia dell'apertura di un fascicolo giudiziario contro di me e Antonio Di Pietro, per vilipendio del presidente della Repubblica, devo confessarvi che la prima reazione e' stata di dispiacere -esordisce Belpietro- Non tanto per essere stato messo nel mirino dalla magistratura: non e' la prima volta e non faro' cortei in nome della liberta' di stampa. E nemmeno per aver dato un dolore a nonno Giorgio: non ho offeso Napolitano e neppure l'ho ingiuriato. Il dispiacere mi veniva dal fatto d'essere messo sullo stesso piano di Antonio Di Pietro: non ho dimestichezza con le manette, non ho restituito soldi in scatole di scarpe, che ho dunque da spartire con l'ex pm?"

Il comunicato della Federazione Nazionale Stampa Italiana

Federazione Nazionale della Stampa Italiana

   
Roma, 13 ottobre ’09
Prot. n. 226/c

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana comunica:


“Non è condivisibile che la magistratura metta sotto indagine i giornalisti per il loro modo di raccontare la realtà, per quanto sgradevole possa risultare il loro punto di vista. L’articolo di fondo che il direttore di “Libero”, Maurizio Belpietro, ha dedicato alla visita del Presidente della Repubblica in Giappone ha suscitato polemiche e indignazione.

Ma è fuori luogo il ricorso ad una strumentazione giuridica visibilmente anacronistica, che si configura come un impedimento all’esercizio del diritto di critica. Se nella vicenda in questione Maurizio Belpietro ha violato canoni di correttezza deontologica, altri dovranno eventualmente occuparsene. Ma siamo convinti che il rispetto dovuto al Presidente Napolitano - indiscutibile garante delle nostre istituzioni democratiche - non abbia bisogno di essere sostenuto da iniziative di stampo illiberale”.