\\ Home Page : Articolo : Stampa
Lauretana della Santa Casa
Di Loredana Morandi (del 19/11/2009 @ 21:06:35, in Redazionale, linkato 4739 volte)



Lauretana della Santa Casa

In queste ore ho ben altro a cui pensare e molte faccende mi affaccendano, ad ogni modo questa sera ritaglio un piccolo spazio di questo blog, che narra delle vertenze della Giustizia, per fare giustizia contro una calunnia gretta e meschina tanto quanto le persone che la scrivono.

Da oltre 15 mesi, la De Natale, Sorbi, la crew di post produzione illegale audio video, il circuito del porno e altri che si sono aggiunti da poco, scelti in quella rara umanità che produce le persone più spregevoli che si possa desiderare di incontrare, propugnano l'infame menzogna: "Loredana Morandi e la sua famiglia vivono in una baraccopoli."

Niente di più falso, ma la punizione di questa sera è tale da far divenire il peccato di superbia quello che è, ovvero "l'emblema dell'ignoranza" e non solo perché la mia dimora sia altro da un comune appartamento in un qualunque quartiere romano.

Ma perché io sono "della casa" e provengo, fin dal giorno in cui ho avuto un nome, dalla "Santa Casa" di "Loreto".



La leggenda popolare narra che la "casa" che fu di Maria apparve miracolosamente presso la cittadina di Loreto, trasportata in volo dagli angeli dalla lontana Nazareth nella notte tra il 9 e il 10 dicembre del 1294. La Santa Casa altro non è se non il luogo fisico e storico, che ospitò l'evento della Annunciazione, quando cioè l'Arcangelo Gabriele disvelò alla giovanissima vergine il Mistero della Maternità divina.

Studi archeologici confermano la manifattura "palestinese" delle poverissime mura della casa di Nazareth, le pietre sono infatti lavorate con la tecnica dei Nabatei, un popolo di artigiani confinante con quello degli ebrei della casata di Maria. Fonti storiografiche invece confermano che il luogo santo, composto di sole tre pareti, fu portato in Italia dai crociati a bordo delle navi di ritorno dalla Terra Santa.



L'icona che anima il Santuario Mariano della "Santa Casa" è una Madonna nera, l'effige di una Maria più simile a quelle donne che con i loro figli compiono in questi tempi il terribile viaggio della speranza verso un mondo nuovo, per sfuggire per sempre alla fame, alle guerre ed alla povertà dei propri paesi. Un volto di incredibile attualità per la società civile laica e/o religiosa italiana. Un volto da non dimenticare MAI negli "altri".



Così, cari lettori, se pur mi offende d'esser trattata da così tanto tempo con gli epiteti di cui sopra, Io, che sono una persona che non rinnega la propria cultura e tradizione per la moda o per il così fan tutti, sono salda nella certezza dell'errore altrui.

E prima o poi sappiate che quelle bocche lorde di marciume saranno con Giustizia ripulite.

Già, perché quel che di più sporco si vede è che il circuito del porno si è fatto assoldare dagli ATU, interessati a coprire i miei sette mesi sette di lavoro non retribuito, non solo, neppure risarcito delle spese e con tanto di danneggiamenti economici.

Non mi domandate se io voterò ancora per nuovi ricchi e novelli sfruttatori. Non lo faccio mai.

Loredana Morandi