\\ Home Page : Articolo : Stampa
Le smanie di Saviano
Di Loredana Morandi (del 18/04/2010 @ 12:31:37, in Redazionale, linkato 1564 volte)
Le smanie di Saviano


Dovete sapere che Roberto Saviano entra su queste pagine soltanto per ricevere la giusta critica ai suoi smaniosi comportamenti. E a me, personalmente, questo personaggio montato dai media non piace, non mi inganna e non mi convince neppure un po'.

E va bene è stato minacciato dalla mafia, ma chi non lo è se partecipa al rullo compressore della vita politica e mediatica del paese? Il fatto che lo sia stato ha prodotto certamente un ottimo fatturato per i suoi libri, tradotti in molte lingue, finanche in ebraico.

Questo Roberto Saviano, che scrive parole dure contro il premier e la casa editrice con la quale scrive, è lo stesso Saviano in visita a quel fiore caritatevole di santità di Shimon Perez? Sì è lo stesso, ed io per rendere più vivace il confronto vi invito a leggerlo qui, dove scrive la gente comune, perché non ne fa mistero neppure il quotidiano La Repubblica.

E' lo stesso Saviano invitato da Perez a risiedere per sempre in Israele protetto dalla sicurezza delle ogive nucleari nazionali divulgate da Vanunu (uno che il carcere se lo è fatto), l'uomo al quale risponde Marina Berlusconi in qualità di presidente della editrice Mondadori, ovvero colei che pubblica i libri di codesto signore? Sì è lui.

Così che cosa vuole questo duplice Saviano, avversato dai clan e acclamato dalla lobby? Che cosa vuole l'italiano che per primo è entrato in Israele mentre ancora l'esercito di occupazione bombardava i confini tra la striscia di Gaza e l'Egitto, ai danni della popolazione araba palestinese ed egiziana?

Saviano è uno che vuole troppo. Al punto di far diventare "più simpatica" la cupola mafiosa per mero campanilismo, se paragonata al terrorismo internazionale dell'ultima lobby colonialista del pianeta. Sarà certo una reminiscenza obsoleta, ma nel lontano e remoto passato la mafia si prendeva cura delle famiglie dei caduti, mentre oggi quel terrorismo: prima uccide gli uomini, e poi bombarda senza tregua i civili e i bambini,  le donne  e vecchi.

Senza neppur vedere come muore il nemico, senza sentimenti, senza senso, senza rispetto alcuno per la vita umana. Un terrorismo che lascia alle sue vittime ferite ed ustioni al fosforo bianco,  che bruciano le carni senza tregua e senza cura.

Un terrorismo che viola i Trattati internazionali sulle armi di distruzione di massa e impreca il nome di "Giustizia".


Saviano: "In Israele l'aspettano, ci vada!"

Una prece: quando è lì, cambi casa editrice, farà senz'altro miglior figura.

Loredana Morandi

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2010-04-18_saviano.jpg

UPDATE: NEWS DA FACEBOOK

Qualcuno sta cercando di comunicare il proprio dissenso. Uno dei molti gruppi intitolati ad Emergency, un gruppo con circa 5000 utenti, ha cambiato nome e immagine. Ora si chiama "Roberto Saviano la mafia sei tu". Il solo segnale da leggere in questi eventi, e senza nessun catastrofismo, è che la gente è stufa. La gente è stufa delle menzogne e dei balletti per soldi o per potere.