\\ Home Page : Articolo : Stampa
PROFUMO: ZANDA, VITTIMA DI UNA BEN CONGEGNATA ESECUZIONE
Di Loredana Morandi (del 22/09/2010 @ 15:30:43, in Economia, linkato 1636 volte)
PROFUMO: ZANDA, VITTIMA DI
UNA BEN CONGEGNATA ESECUZIONE

"Non conosco personalmente il dottor Profumo, ma ho sempre avuto considerazione per il suo lavoro. Per di più il Parlamento nulla sa delle vicende dell'azionariato di Unicredit". Lo dichiara il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda che così continua: "Da osservatore esterno posso dire che quelle di Profumo non mi sembrano delle dimissioni. Piuttosto mi sembra sia stato vittima di una ben congegnata esecuzione".


La Rassegna

Unicredit, Profumo messo alla porta.
Deleghe a Rampl


All'ex amministratore delegato dell'istituto di credito andrà una buonuscita di 40 milioni


22 settembre, 14:15

Primo giorno di Unicredit senza la guida di Alessandro Profumo, la cui uscita dall'istituto di piazza Cordusio e' stata sancita al termine di un lungo consiglio di amministrazione protrattosi fino a tarda notte. Deleghe conferite al presidente, Dieter Rampl, che dovra' proporre e identificare il successore.

Numerosissimi i commenti dopo le dimissioni del banchiere: 'Mi dispiace molto umanamente e per il nostro settore che perde un grandissimo professionista', dice il consigliere delegato di Intesa SanPaolo, Corrado Passera.
Nel sistema bancario italiano 'non cambia niente', afferma il presidente della Banca Popolare di Milano, Massimo Ponzellini. 'Non mi interessa nulla di Profumo ma la difesa dell'italianità perché certe cose non possono essere vendute agli stranieri', torna ad intervenire Flavio Tosi, sindaco leghista di Verona.

BOSSI, PROFUMO? PRIMA SERVIVA SOSTITUTO - Quelle di Alessandro Profumo "sono dimissioni al buio che di solito non si fanno: si doveva prima trovare un sostituto". Così Umberto Bossi, ministro delle Riforme, ha commentato con alcuni cronisti a Montecitorio le dimissioni dell'ad di Unicredit. Contro il timore che la Germania si prenda "tutta la banca", serve una "azione intelligente" delle Fondazioni che spero "non stiano con le mani in mano e organizzino una difesa".  Ha aggiunto il leader del Carroccio.
"Sono cose fantasiose". Così il leader della Lega Nord  risponde a chi gli chiede di eventuali litigi con il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, a proposito delle dimissioni dell'Ad di Unicredit. Poco dopo, lasciando l'Aula, è intervenuto anche lo stesso ministro Tremonti con una battuta: "Litigi? Eravamo a cena insieme ieri a litigare".

ALEMANNO, DIMISSIONI PROFUMO PERDITA GRAVISSIMA - "Penso sia una gravissima perdita per l'economia italiana". Così il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha commentato le dimissioni di Alessandro Profumo da Amministratore delegato di Unicredit. "A me dispiace molto - ha aggiunto - ho appreso questa notizia dai giornali e oggi lo chiamerò. Profumo ha rappresentato uno stile, un comportamento di fare banca molto significativo, attento al sociale e a quelle che sono le diverse necessità dell'economia nazionale. Si tratta di capire ora - ha continuato il sindaco di Roma - il significato di queste dimissioni e quale sarà il futuro di Unicredit, in particolar modo perché ha acquisito Banca di Roma". Riguardo alla 'scalata' dei libici in Unicredit, Alemanno ha detto: "Non sono in grado di giudicare le cause, ma vedo gli effetti e mi preoccupo. Accertare le cause spetta all'Istituto di Vigilanza e al Ministero dell'Economia".


PROFUMO MESSO ALLA PORTA, DELEGHE A RAMPL

di Fabio Perego


Arriva al capolinea l'avventura di Alessandro Profumo in Unicredit. Il cda ha messo alla porta l'amministratore delegato revocandogli le deleghe e conferendole al presidente, Dieter Rampl, che ha ricevuto il mandato dal consiglio a proporre e identificare nelle prossime settimane il successore.

    L'esito, non scontato ma atteso dal tam tam degli ultimi giorni, è arrivato dopo una giornata convulsa con le voci delle dimissioni che si sono rincorse fin dal mattino. Profumo ha voluto giocare le sue carte fino all'ultimo cercando la fiducia del consiglio. Ha trovato solo il voto favorevole del consigliere indipendente, Lucrezia Reichlin. E' stato un board lungo (4 ore e mezza) cui ha partecipato anche Farhat Omar Bengdara, vice presidente ma soprattutto Governatore della Central Bank of Lybia che ha una quota del 4,98% dell'istituto.

   Si è trattato, si fa notare, di un consiglio che ha avuto anche toni accesi ma che ha puntato su una soluzione ampiamente condivisa. Il Cda ha offerto al manager la risoluzione consensuale del rapporto chiedendogli una risposta entro la mezzanotte, ma revocandogli le deleghe. La risposta non si è fatta attendere. "Ha firmato, ha rassegnato le dimissioni", ha detto la moglie Sabina Ratti lasciando, in tarda serata, lo studio legale Erede Bonelli Pappalardo. Solo all'una di notte, dopo che Profumo era rientrato in banca per ufficializzare il suo addio, è uscito il comunicato ufficiale dell'istituto. Nel frattempo alla spicciolata hanno lasciato la sede di Piazza Cordusio i vice del banchiere

   ."E finita un'era, ma Unicredit va avanti", ha commentato Paolo Fiorentino. Ora però per la banca che contende il primato in Italia alla 'rivale' Intesa Sanpaolo, si apre un periodo di 'interregno' con il presidente che dovrà gestire le deleghe lasciate vacanti da Profumo in attesa che sia individuato un nuovo capo azienda. E già si è scatenato il toto-nomine. Negli ultimi giorni sono circolati diversi profili: da Gianpiero Auletta Armenise (già alla guida di Ubi Banca) a Matteo Arpe, ex numero uno di Capitalia ora a Banca Profilo. A questi si sono poi aggiunti Enrico Tommasso Cucchiani, numero uno di Allianz Italia, e Alberto Nagel, amministratore delegato di Mediobanca. Ma sono ipotesi, le ultime due, giudicate fantasiose.

   La giornata per Profumo, da 15 anni nel gruppo a cui ha dato un'impronta internazionale, è iniziata presto. Un ingresso rapido in banca scivolando da un'entrata diversa da quella principale per 'bruciare' l'assalto dei cronisti. Poi è iniziato il giorno più lungo per l'ex McKinsey boy con gli avvocati del manager, da una parte, e quelli dell'istituto, dall'altra, seduti a trattare e a limare l'accordo, fino all'ultimo dettaglio, per l'uscita di scena da Piazza Cordusio. (si parla di un assegno da 40 milioni di euro, 2 milioni in beneficenza, ha voluto la moglie Sabina Ratti). I rapporti già tesi con i soci, e in particolare con le Fondazioni, sono precipitati negli ultimi giorni.

   A dare una spallata l"affairé Tripoli e, in particolare, la gestione del rafforzamento della Lia nell'azionariato con i libici che hanno rastrellato in piena estate il 2,59%. Una mossa che ha sorpreso non poco lo stesso Rampl, completamente all'oscuro e che ha inasprito di fatto il dialogo con Profumo. L'ex numero uno di Hvb ha poi trovato la sponda, da una parte, del vicario il veronese Luigi Castelletti (tra i due, si fa notare, ci sarebbe grandissima sintonia) e, dall'altra, di Fabrizio Palenzona altro suo vice ed espressione della torinese Crt. Un malumore che oltre a correre sull'asse del Brennero, si é quindi rafforzato con tutti gli azionisti forti pronti a rompere l'idillio e a mettere in discussione l'amministratore delegato.

Altre notizie da ANSA


UniCredit Scatta il totonomine per il dopo-Profumo

Affaritaliani.it - ‎31 minuti fa‎
Chiusa tra polemiche (non ultima quella sulla sua buonuscita) l'era di Alessandro Profumo, in UniCredit si cerca di trovare quanto prima un sostituto in grado di non far rimpiangere il banchiere genovese che, al di là dei tratti caratteriali e della ...
Reuters Italia - Corriere della Sera - La Repubblica - Milano Finanza

"Niente contro Gheddafi, difendo i nostri interessi"

Verona Sera - ‎22 minuti fa‎
Il sindaco di Verona Flavio Tosi in questi ultime settimane era stato il più attento critico dell'ormai ex amministratore delegato di Unicredit Alessandro Profumo, tanto che oggi, il girono dopo l'uscita di scena del manager, è indicato come il ...

Caso Unicredit, la battaglia della Lega Nord contro i libici

Ultime Notizie - ‎28 minuti fa‎
Ora che Profumo è ”caduto”, molti indici vengono puntati contro la Lega Nord. Il partito di Bossi – a sentire i vari Calearo, Boccia (Pd), Colaninno, Penati – sarebbe colpevole di voler occupare spazi di potere dentro Unicredit e, quindi, di aver messo ...

<i>UniCredit2</i>/ Scatta il totonomine per il dopo-Profumo

Affaritaliani.it - ‎29 minuti fa‎
Chiusa tra polemiche (non ultima quella sulla sua buonuscita) l'era di Alessandro Profumo, in UniCredit si cerca di trovare quanto prima un sostituto in grado di non far rimpiangere il banchiere genovese che, al di là dei tratti caratteriali e della ...

Unicredit, Profumo, i libici ed i 40…milioni

This is Cuba - ‎37 minuti fa‎
La più grande banca d'Italia, una tra le più grandi d'Europa, la più discussa, il titolo di borsa dei rimpianti, per i moltissimi investitori che hanno visto le azioni Unicredit scendere a picco, accentuando il mercato “orso” in questi anni di crisi ...

PROFUMO, PUZZA DI BRUCIATO E SPARTIZIONE DELLE BANCHE

Come Don Chisciotte - ‎46 minuti fa‎
L'antefatto è notissimo: le dimissioni del top manager bancario Alessandro Profumo dalla carica di Ad di Unicredit, carica che occupava se ben ricordo dal lontano 1998, frutto di un'affermazione personale progressiva, dopo la rapida scalata in Credito ...

UNICREDIT: PROFUMO, STAMPA ESTERA “SI ERA FATTO TROPPI NEMICI”

Economia-oggi - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Roma, 22 set. - Alessandro Profumo si era fatto troppi nemici. Questa, secondo le principali testate straniere, la principale ragione che ha costretto ieri il manager genovese a lasciare la poltrona di ad di Unicredit. ...

Profumo sul motopeschereccio Ariete mitragliato dai libici?

KataWeb News - ‎1 ora fa‎
pocavista — Clamoroso : Profumo trovato sul motopeschereccio Ariete mitragliato dai libici? Tutta la verità in un reportage fotografico. Dopo la recente vicenda delle dimissioni di Alessandro Profumo da CDA di Unicredit, a seguito del rastrellamento di ...

PROFUMO VIA DA UNICREDIT. BOSSI: "DIFESA DAI TEDESCHI"

Leggo Online - ‎1 ora fa‎
Contro il timore che la Germania si prenda «tutta la banca», serve una «azione intelligente» delle Fondazioni che spero «non stiano con le mani in mano e organizzino una difesa». Lo ha detto Umberto Bossi, ministro delle Riforme, commentando alla ...

Il retroscena: l'ultimo tentativo di Tremonti su Cariverona

Il Messaggero - ‎1 ora fa‎
ROMA (22 settembre) - Fino all'ultimo si è cercato di ricucire lo strappo. In nome della stabilità di Unicredit, una delle maggiori banche italiane e europee. Di quella stabilità, richiamata anche da Salvatore Ligresti poco prima che iniziasse il ...

Le prodezze di Alessandro Profumo, banchiere controcorrente ...

Il Messaggero - ‎1 ora fa‎
ROMA (22 settembre) - Alessandro l'Europeo passa comunque alla storia per le sue prodezze. Onore a un grande banchiere che non si è mai tirato indietro, ha combattuto e vinto le sue battaglie in Italia e nel Vecchio Continente, facendo pesare in casa e ...

I veri giubilatori di Profumo

Chicago-Blog (Blog) - ‎1 ora fa‎
In banca l'azionista decide, ma è il manager a dirgli tra che cosa. Così diceva il grande Raffaele Mattioli alla Comit, il modello da cui non solo Cuccia ma anche i giovani banchieri McKinsey italiani hanno sempre tratto insegnamento. ...

Unicredit: riprendono trattative su esuberi Banca Unica

Borsa Italiana - ‎2 ore fa‎
MILANO (MF-DJ)--All'indomani dell'uscita dell'ad di Unicredit, Alessandro Profumo, riprendono le trattative con le parti sindacali sui 4.700 esuberi per l'attuazione del progetto di Banca Unica. All'incontro odierno, secondo quanto si apprende, ...

Il riassetto va avanti dopo il terremoto Profumo

Il Denaro - ‎2 ore fa‎
Dopo il terremoto Alessandro Profumo il processo di riorganizzazione di Unicredit va avanti. Lo confermano fonti del gruppo di piazza Cordusio dopo le dimissioni dell'amministratore delegato, annunciate ieri con una lettera al consiglio di ...

Il gigante dai piedi d'argilla

Il Manifesto (Abbonamento) - ‎2 ore fa‎
La battaglia intorno al vertice di Unicredit è certamente uno scontro di potere, che vede all'offensiva la parte meno lungimirante del potere politico italiano (la Lega ei suoi alleati). Ma c'è anche il fondato dubbio che tutto questo battagliare possa ...

Profumo, da Unicredit al Pd? "Può essere lui il Papa straniero"

Blitz quotidiano - ‎2 ore fa‎
Dopo la 'dipartita' nella bufera dalla testa di Unicredit spunta anche la prospettiva politica per Alessandro Profumo. C'è qualcuno che dice che potrebbe essere lui il ”Papa straniero” del Pd, ovvero un candidato premier del centrosinistra che non sia ...

Unicredit perde in borsa e scatena le polemiche politiche

Giornale Radio Rai - ‎2 ore fa‎
Oggi si registrano della borsa di Milano e le reazioni del mondo politico alle dimissioni dell'ormai ex numero uno di Unicredit Alessandro Profumo. Il titolo della banca che ha subito ieri una rivoluzione al vertice ha registrato un meno 3,16 per cento ...

Profumo, polemiche sull'addio. Bossi: "Fondazioni ci difendano dai ...

La Stampa - ‎3 ore fa‎
Quello di Unicredit è un day after segnato dalle polemiche. L'arrivo al capolinea dell'avventura di Alessandro Profumo ha provocato un terremoto nel sistema bancario e le reazioni infuocate dela politica. Per oggi pomeriggio è stata convocata una ...

Unicredit. "Tremonti voleva salvare Profumo, pressing sulle ...

Blitz quotidiano - ‎3 ore fa‎
Giulio Tremonti ci avrebbe provato a salvare Alessandro Profumo, ma senza successo. Tutte sue, secondo quanto scrive il Corriere della Sera, le pressioni per evitare che Unicredit restasse senza testa. Il ministro dell'Economia non era favorevole, ...

[EM.MA] Profumo, il Papa di Veltroni

Le Ragioni.it - ‎3 ore fa‎
Invocato da Veltroni, habemus papam straniero: il banchiere Alessandro Profumo licenziato da amministratore delegato di Unicredit. La Repubblica ha avviato una campagna di sostegno ricordando che Profumo ha votato due volte alle primarie: nel 2005 ...

Dividendi a zero Così Cariverona scaricò Profumo

Il Giornale di Vicenza - ‎3 ore fa‎
La verità è che Alessandro Profumo, non per niente ribattezzato mister Arrogance, non è mai piaciuto al socio più importante, la Fondazione Cariverona. Questione di pelle e di modi: nessuno ha mai messo in discussione l'abilità del banchiere di scuola ...

Non ci ha detto che entravano in casa i soci libici

Il Giornale di Vicenza - ‎3 ore fa‎
Era stato tra i primi, con tutta la Lega, ad alzare la voce davanti alla scalata dei libici in Unicredit. Ma oggi che l'amministratore delagto Alessandro Profumo lascia la guida del Gruppo non canta vittoria. Sindaco Tosi, quanto hanno influito le ...

EDICOLA. Unicredit, Profumo di potere

Vita - ‎3 ore fa‎
Le grandi manovre all'interno del colosso bancario italiano Unicredit, con le sofferte dimissioni dell'amministratore delegato Alessandro Profumo, sono anche oggi il tema dominante sulle prime pagine dei quotidiani. “Profumo sfiduciato, l'ira di ...

UNICREDIT: AMBASCIATORE LIBIA, NOI USATI COME PRETESTO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎3 ore fa‎
(AGI) - Milano, 22 set. - Dietro le dimissioni di Alessandro Profumo c'e' stata una "resa dei conti interna" e la presenza degli investitori libici negli assetti societari e' stata usata come "pretesto" . Lo ha sostenuto l'ambasciatore di Tripoli a ...

Libia, c'era Bengdara: ma la sua difesa non basta

Brescia Oggi - ‎3 ore fa‎
C'era anche lui ieri a Milano: il governatore della Banca Centrale libica Farhat Omar Bengdara ha partecipato al cda a Piazza Cordusio, che si è concluso con l'allontanamento di Profumo. Bengdara che è vice presidente dell'istituto è uscito senza ...

Svolta Unicredit, Profumo si dimette

Brescia Oggi - ‎3 ore fa‎
I giochi sono fatti: Alessandro Profumo non sarà più alla guida di Unicredit. L'amministratore delegato, da 15 anni nel gruppo, al termine di una giornata snervante, tra notizie e smentite sulle sue dimissioni prima del cda straordinario fissato nel ...

Il partito del Nord ma senza Tremonti di Stefano Cappellini

Il Riformista - ‎3 ore fa‎
Se quello di Alessandro Profumo è stato un “licenziamento” politico, sarebbe però opportuno non provare a vestirlo di un colore a tinta unita. L'immagine di banchiere progressista fatto fuori da poteri di centrodestra è suggestiva, ma ieri bastava ...

Gli azionisti hanno diritto di sbagliare di Alberto Mingardi

Il Riformista - ‎3 ore fa‎
In un'economia di mercato, gli azionisti hanno il diritto di sbagliare. Se poi in un certo settore, poniamo nel mondo del credito, persiste una certa difficoltà nel capire bene chi questi azionisti siano, chi davvero tira le leve, è tutt'altra ...

Le dimissioni di Profumo, i 40 milioni di buonuscita, i dubbi di ...

Il Sole 24 Ore - ‎3 ore fa‎
All'1.15 della mattina del 22 settembre si è conclusa ufficialmente l'era di Alessandro Profumo in UniCredit. A notte fonda è arrivato il tanto atteso comunicato della banca: «Il Cda e Alessandro Profumo - si legge nel testo- hanno, ...

Unicredit: Bossi, litigio con Tremonti? sono fantasie

Libero-News.it - ‎3 ore fa‎
Roma, 22 set. (Adnkronos) - ''Sono cose fantasiose''. Cosi' il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, parlando con i cronisti a Montecitorio, risponde a chi gli chiede di eventuali litigi con il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ...

Unicredit: Chi sarà il successore di Profumo?

Italia News (Blog) - ‎3 ore fa‎
(IAMM) MILANO - Dopo il cda fiume di ieri sera e le definitive dimissioni di Alessandro Profumo, il consiglio di amministrazione di Unicredit ha dato le deleghe esecutive in via temporanea a presidente Dieter Rampl "che, supportato dai deputy CEOs, ...