\\ Home Page : Articolo : Stampa
'Incriminate il ministro Romano'
Di Loredana Morandi (del 09/07/2011 @ 14:07:05, in Politica, linkato 1276 volte)
'Incriminate il ministro Romano'


di Lirio Abbate

Il gip respinge la richiesta di archiviazione. E ordina alla procura di chiedere il processo per il responsabile dell'Agricoltura: "È uomo dei clan"

(08 luglio 2011)

Il gip di Palermo ha disposto ai pm l'imputazione coatta per il ministro dell'Agricoltura, Saverio Romano, con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Il giudice Giuliano Castiglia ha depositato oggi il provvedimento che è stato notificato alle parti. Abbattendo una nuova tegola giudiziaria sul governo Berlusconi e confermando le perplessità del Quirinale sulla nomina del parlamentare siciliano nell'esecutivo.

La decisione chiude un lungo confronto con la procura aveva chiesto l'archiviazione per il politico. Il gip aveva prima ordinato di approfondire alcuni punti dell'inchiesta. Ma i pm dopo aver svolto l'ulteriore accertamento aveva concluso che il caso doveva essere archiviato, soprattutto per una questione giuridica di decorrenza dei termini rispetto agli episodi contestati. L'indagine era stata aperta nel 2005, e riguardava tra gli altri, l'ex presidente della Regione siciliana, Salvatore Cuffaro, oggi detenuto, e il medico-boss Giuseppe Guttadauro. I protagonisti principali della nuova "mafia bianca" che si è imposta in città negli anni Novanta.

Ad accusare Romano di collusione con i padrini erano stati alcuni pentiti di primissimo piano fra i quali Angelo Siino e Francesco Campanella. Quest'ultimo aveva sostenuto che Romano nel 2001 era ''a disposizione'' della potente cosca di Villabate (Palermo) e dei boss Antonino e Nicola Mandalà. Il pm aveva motivato nei mesi scorsi la decisione di chiedere l'archiviazione ritenendo che non ci fossero riscontri sufficienti alle dichiarazioni di Campanella, che aveva definito Romano persona ''a disposizione'' di Cosa nostra. Il parlamentare era gia' stato indagato nel 1999, ma l'inchiesta si era chiusa con un'archiviazione. La seconda indagine e' stata avviata nel 2005 proprio dopo le dichiarazioni di Campanella.

La motivazione del gip con la quale imputa di formulare il capo di imputazione è molto lunga e articolata. Adesso la procura ha a disposizione venti giorni di tempo per chiedere il rinvio a giudiozio del minsitro dell'Agricoltura.

A carico di Romano, infine, pende un'altra inchiesta, stavolta per corruzione aggravata, nata dalle dichiarazioni di Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo. Un'istruttoria che due giorni fa ha spinto l'ex ministro e parlamentare Pdl Carlo Vizzini a dimettersi dall'incarico di capogruppo del partito.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio//2155765