\\ Home Page : Articolo : Stampa
Quattro procure per un'inchiesta. Possibile il conflitto in Cassazione
Di Loredana Morandi (del 29/09/2011 @ 19:12:02, in Magistratura, linkato 2331 volte)

INCHIESTA ESCORT/ GLI SCENARI

 

Quattro procure per un'inchiesta
possibile il conflitto in Cassazione

Per i giudici del Riesame la competenza spetta a Bari, dove però il procuratore capo è indagato per i presunti tentativi di insabbiare la vicenda delle ragazze a pagamento portate da Tarantini a Berlusconi. Procedono i colleghi di Lecce, che potrebbero prendere in mano il fascicolo

di GIULIANO FOSCHINI e ALESSIA RIPANI


Davvero arriverà a Bari l'inchiesta sulle menzogne di Tarantini e Berlusconi nell'affare escort? O sarà Lecce a prendere in mano le carte? La decisione del Tribunale del Riesame di Napoli, che ieri ha individuato in quella di Bari la Procura competente a indagare sulle elargizioni di denaro fatte da Silvio Berlusconi a Gianpaolo Tarantini, ritenendo sussistente il reato di istigazione a rendere false dichiarazioni ai magistrati, apre una serie di scenari dove non si esclude il conflitto di competenza dinanzi alla Cassazione.

Sono quattro infatti le procure fin qui coinvolte: Napoli, Roma, Bari, e per finire Lecce, dove si procede proprio sul ruolo dei magistrati baresi nella gestione dell'inchiesta. Con il capo della procura Antonio Laudati indagato per favoreggiamento, abuso d'ufficio e violenza privata nei confronti dell'allora titolare delle inchiesta Giuseppe Scelsi, querelato per calunnia dallo stesso Laudati. Una vicenda finita anche davanti al Csm, che già la settimana prossima sulle stesse vicende sentirà altri pm baresi, compreso l'aggiunto Anna Maria Tosto. Insomma, una situazione quanto mai delicata, che nessuno nel palazzo di giustizia ora si sbilancia a commentare. "Aspettiamo di leggere le carte di Napoli".

Per i giudici campani l'approdo naturale dell'inchiesta dobrebbe essere Bari: è qui che Tarantini ha dichiarato davanti ai pm che il presidente del consiglio non sapeva che le ragazze da lui portate fossero escort. Per questo motivo la procura di Bari ha escluso ogni responsabilità di Berlusconi, considerato "l'utilizzatore finale" delle notti brave a base di escort procurate dall'amico Gianpi. L'inchiesta della procura di Napoli ipotizza però che le dichiarazioni di Tarantini fossero false perché istigate dal Cavaliere che aveva promesso a Gianpi utilità in cambio del suo silenzio. Questa nuova ipotesi accusatoria potrebbe ora però finire sulle scrivanie dei magistrati di Lecce. Secondo alcuni infatti, Bari non si potrebbe occupare più della vicenda perché il suo procuratore è indagato nel capoluogo salentino per un reato connesso al fascicolo Tarantini.

La decisione avverrà nelle prossime ore. E del caso potrebbe essere investita direttamente la Cassazione che qualche mese fa si è espressa su un caso simile (Toro-Appalti del G8) spostando la competenza da Firenze a Perugia. Se l'orientamento dovesse rimanere lo stesso, la guerra di competenze la dovrebbe vincere la procura di Lecce.

Per il momento negli uffici della procura barese nessuno parla. I pubblici ministeri che hanno ereditato il fascicolo da Scelsi (ora passato alla procura generale e diventato accusatore del suo ex capo) Eugenia Pontassuglia e Ciro Angelillis sono chiusi in una stanza a discutere di lavoro. Il procuratore è nei suoi uffici, ma non riceve i giornalisti. Il fascicolo napoletano trasmesso a Roma contiene anche gli interrogatori di Scelsi e della pm Pontassuglia sentiti in merito al presunto tentativo di insabbiamento dell'inchiesta, chiusa una decina di giorni fa, dopo circa tre anni, con la notifica di otto avvisi di conclusione delle indagini, tra cui quello per Sabina Began. Gli stessi verbali sono in possesso della procura di Lecce. E del Csm. Anche queste carte dunque arriverebbero a Bari. Sempre se Roma le manderà: a questo punto, infatti - si nota maliziosamente nei corridoi baresi - un conflitto di competenza dinanzi alla Cassazione, potrebbe sollevare da parecchi imbarazzi. 

TUTTE LE CARTE DELL'INCHIESTA
(27 settembre 2011)

CASO TARANTINI

Escort, tutte le carte dell'inchiesta

Atti, intercettazioni, approfondimenti dello scandalo sessuale che travolge Silvio Berlusconi



LE INTERCETTAZIONI
"Tutte sull'aereo presidenziale, faccio il premier a tempo perso"
"Ieri sera avevo la fila, qui ce ne sono quaranta"
"Le ragazze sono foraggiatissime, non prendiamole alte"
"Cancelliamo la Arcuri, è volgare"IL VIDEO
La selezione delle ragazze, "facili" o "d'immagine"
Began a Tarantini: "Pago tutto io ti prego, portami le ragazze"
Berlusconi in Cina, visto-lampo per Gianpi. "Devo organizzare una serata, lui si rompe"
"Quello è impazzito, organizziamo". Due parlamentari reclutavano escort
Da Finmeccanica ai gasdotti, così Berlusconi mediava per Gianpi
Il premier: "Una notte con Belen ma non facemmo l'amore"
Bilaterale Romania, nelle pause "organizzano". L'ok a Lady Asl
“Barbara da Silvio” e il boss approvò


GLI ATTI
Escort prigioniere a Palazzo Grazioli: "Berlusconi ti darà i soldi"
La pm e gli omissis per salvare la dignità delle donne
Escort anche per un magistrato, a cena con il manager Finmeccanica
Ricche e annoiate, le amiche di Nicla dal premier
Tarantini e De Santis 'puntavano' al gasdotto Italia-Albania
Ecco tutti i nomi baresi della rete di Gianpi
Cena a luci rosse per il pm Bottazzi: "Ma non lo conoscevo"
Le "spese" di Gianpi per le escort, oltre 80mila euro in 9 mesi
Indagini su appalti a Bari, nello stralcio l'associazione per turbativa d'asta


GLI INTERROGATORI

Gianpi ai pm: "Mi fidavo di Lavitola perché fu Berlusconi a dirlo"
Patto Scelsi-Gianpi: "Se parlo non mi arresta"
Nicla: "Il premier ci disse 'fidatevi di Lavitola'"
Gianpi, quegli incontri tra il legale e Laudati: intercettazioni e gossip
"Ho chiesto a Berlusconi perché i politici pugliesi li ho denunciati tutti"
Tarantini, interrogato in carcere "Soldi chiesti per necessità"
I magistrati baresi ai pm di Napoli e Lecce: Laudati sott'accusa


MULTIMEDIA

Le 'fidanzate' per il premier
Le dichiarazioni choc di Terry De Nicolò
La Arcuri alle Iene, l'intervista che irrita il premier
Sabina Began: "Silvio ci sfama tutte"
Montereale: "Così Gianpi ci reclutava"
D'Alema: "Forse usato per accusare il Pd
La Tarantineide diventa cartoon
Fotostoria: la guerra tra toghe
Il memoriale di Gianpi (.pdf)
Le Papi-girl
I fratelli Arcuri nell'inchiesta
Nicla, dal Billionaire all'incubo

(18 settembre 2011)

http://bari.repubblica.it/cronaca/2011/09/18/news/escort_le_carte_dell_inchiesta-21852644/