\\ Home Page : Articolo : Stampa
Manovra, Il Governo riceve il Comitato intermagistrature
Di Loredana Morandi (del 05/12/2011 @ 10:48:27, in Magistratura, linkato 2399 volte)
Comitato di Coordinamento
fra le Magistrature e l’Avvocatura di Stato



Manovra, Il Governo riceve il Comitato intermagistrature

 

Una delegazione del Comitato intermagistrature, guidata dal presidente dell'Anm Luca Palamara, è stata ricevuta oggi dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministriAntonio Catricalà, dal ministro della Giustizia Paola Severino e dal ministro della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi.

Il Comitato ha illustrato come le manovre adottate nel recente passato abbiano già fortemente inciso sul trattamento retributivo del personale delle magistrature e dell’avvocatura dello Stato.

Con riferimento alle annunciate proposte governative di aumentare le aliquote Irpef, nella consapevolezza che la gravità della situazione finanziaria del Paese impone misure urgenti, il Comitato ha ribadito la propria disponibilità a partecipare ai sacrifici senza che pero' questi debbano travalicare la misura di una equa ripartizione tra tutti i cittadini.

In particolare, i rappresentanti delle magistrature hanno evidenziato che in caso di aumento delle aliquote Irpef per i redditi più elevati apparirebbe ancora più ingiustificato il mantenimento del contributo straordinario del 5 e del 10%, previsto dalle precedenti manovre per i dipendenti pubblici, e ne hanno chiesto, quindi, lacancellazione.

Il Comitato ha rappresentato, inoltre, la delicatezza,per quanto riguarda le magistrature, del passaggio al sistema contributivo perché, considerata l’elevata durata della vita lavorativa di un magistrato fino a 75 anni, con un periodo di contributi ben superiore ai 40 anni, rischia di diventare un incentivo ad andare anticipatamente in pensione.

Il Governo ha ascoltato con attenzione le osservazioni del Comitato e ha  preso atto della iniquità che deriverebbe, in caso di innalzamento delle aliquote Irpef,dal mantenimento del prelievo straordinario del 5 e del 10% sui redditi dei dipendenti pubblici.


Roma, 4 dicembre 2011