\\ Home Page : Articolo : Stampa
ANNO GIUDIZIARIO 2006: ANM CATANIA
Di Loredana Morandi (del 26/01/2006 @ 20:00:37, in Magistratura, linkato 2715 volte)

Associazione Nazionale Magistrati

GIUNTA DISTRETTUALE DI CATANIA

La Giunta, riunita in data 17 gennaio 2006,

- preso atto che il Comitato Direttivo Centrale dell'A.N.M., in conseguenza degli ulteriori passi della controriforma dell'ordinamento giudiziario, costituiti dall'approvazione da parte del Governo degli schemi dei decreti legislativi, ha deliberato la non partecipazione alle cerimonie di inaugurazione dell'anno giudiziario che si terranno nei distretti di Corte di Appello il 28 gennaio p.v.;

- preso atto che il C.D.C. ha inoltre deliberato la convocazione di assemblee in ogni distretto, alle quali invitare esponenti della avvocatura, delle università e rappresentanti del personale amministrativo per una analisi sullo stato della giustizia, per la denuncia delle situazioni di crisi di funzionalità nelle singole sedi e per un confronto sugli interventi necessari per migliorare la funzionalità del servizio;

- ritenuto che la decisione di tenere, come indicato dal C.D.C., dette assemblee il 26 gennaio 2006 (peraltro giorno feriale in cui si sarebbero dovute interrompere le udienze in corso) rende scarsamente visibile e, quindi, poco comprensibile da parte dei cittadini, la determinazione adottata;

- rilevato che dall'ampia consultazione effettuata al riguardo dai colleghi è emerso il prevalente convincimento che maggiormente incisiva e percepibile dall'opinione pubblica risulterebbe una manifestazione da tenere in concomitanza con cerimonia solenne che si terrà nel distretto il 28 gennaio;

-  rilevato che, alla stregua del comunicato della G.E.C., resta salva la possibilità per le Sezioni di organizzare la manifestazione in sede distrettuale con orari e modalità diverse, sulla base delle esigenze locali

all'unanimità
DELIBERA

la convocazione dell' assemblea in concomitanza con l'inaugurazione in forma solenne dell'anno giudiziario, in modo che l'iniziativa, pur non contrapponendosi alla manifestazione istituzionale, serva a meglio rendere evidente la deliberata "non partecipazione" alla detta cerimonia.

L'assembea si terrà, quindi, il giorno 28 gennaio 2006 alle ore 10.00 presso un'aula del complesso dei Benedettini resa disponibile dalla Facoltà di Lettere dell'Università di Catania, con la partecipazione anche degli utenti e degli operatori della giustizia,  dei rappresentanti della società civile, della Università e delle Istituzioni, in modo da costituire la valida occasione per una seria riflessione comune sulla situazione di crisi di funzionalità in cui versa il servizio giudiziario e sugli interventi necessari per restituire all'esercizio della giurisdizione l'efficienza richiesta dai principi di un moderno Stato di diritto.

Demanda al Segretario della Giunta la comunicazione del presente deliberato alla Giunta Esecutiva Centrale.

Il Segretario               Il Presidente

***   ***   ***

Associazione Nazionale Magistrati

GIUNTA DISTRETTUALE DI CATANIA

Come è noto il Comitato Direttivo Centrale dell'A.N.M., preso atto degli ulteriori passi della controriforma dell'ordinamento giudiziario con l'approvazione da parte del Governo degli schemi dei decreti legislativi, ha deliberato la non partecipazione alle cerimonie di inaugurazione dell'anno giudiziario che si terranno nei distretti di Corte di Appello il 28 gennaio p.v.

Il C.D.C. ha inoltre deliberato la convocazione di assemblee in ogni distretto alle quali invitare esponenti della avvocatura, delle università e rappresentanti del personale amministrativo per una analisi sullo stato della giustizia, per la denuncia delle situazioni di crisi di funzionalità nelle singole sedi e per un confronto sugli interventi necessari per migliorare la funzionalità del servizio.

La Giunta Distrettuale di Catania ha ritenuto riduttiva la decisione di tenere, come indicato dal C.D.C., dette assemblee il 26 gennaio 2006 (peraltro giorno feriale in cui si sarebbero dovute interrompere le udienze in corso) deliberando, invece, la convocazione di una assemblea in concomitanza con la cerimonia di inaugurazione.

Questa assemblea, che non vuole contrapporsi alla manifestazione istituzionale ma che serve a meglio rendere evidente la deliberata "non partecipazione", si terrà quindi il giorno 28 gennaio 2006 alle ore 10.00 presso un aula del complesso dei Benedettini e vi prenderanno parte anche rappresentanti della società civile, dell'università e della politica.

Sarà l'occasione anche per una  serie di riflessioni provenienti da soggetti non appartenenti all'ordine giudiziario e per una lettura divertita ed amara di alcuni passi di opere letterarie da parte dell'attrice Mariella Lo Giudice.

Costituirà anche il luogo appropriato per un caloroso saluto di commiato della Magistratura Associata del Distretto a Giacomo Scalzo, che, in oltre quaranta anni di appassionata dedizione all'Istituzione Giudiziaria, ha incarnato in modo mirabile il Giudice indipendente voluto dalla Costituzione.

E' di tutta evidenza che la partecipazione del maggior numero possibile di colleghi a questa manifestazione si rende necessaria per ribadire con rinnovata forza e vigore la totale opposizione alla controriforma e per meglio illustrare alla opinione pubblica le sue finalità punitive e di sottomissione di quella Magistratura che ancora oggi - come dimostrano le vicende di cronaca - ha dimostrato (unitamente alle forze dell'ordine) nella lotta alla corruzione, al terrorismo ed alla mafia livelli di efficienza e di professionalità spesso ignoti alle altre istituzioni dello Stato. Ciò è possibile e sarà possibile solo con la difesa strenua e non rassegnata  degli attuali standard di autonomia e di indipendenza che invece la controriforma diminuisce gravemente laddove non li abbia del tutto annullati.

ASSEMBLEA

Giorno 28 gennaio 2005

presso complesso dei Benedettini di piazza Dante ore10.00

Il Presidente
Francesco D'ALESSANDRO