\\ Home Page : Articolo : Stampa
Unicost su delibera disciplinare del CSM sul Tribunale di Roma
Di Loredana Morandi (del 20/04/2007 @ 18:14:11, in Magistratura, linkato 2266 volte)

Unità per la Costituzione

Unità per la Costituzione, con riferimento alla decisione della Sezione disciplinare del CSM del 13.4.2007, che ha ritenuto responsabili di illecito disciplinare i componenti di un collegio del Tribunale penale di Roma, osserva:

Le decisioni della Sezione disciplinare non si discutono nel merito e si rispettano per loro determinazioni!

Sorprende e stupisce, peraltro, che nella fattispecie il Giudice disciplinare sia intervenuto  censurando un collegio impegnato nella celebrazione  di un complesso dibattimento, ormai prossimo alla conclusione, prevista nel giro di due mesi.

Da un punto di vista oggettivo, al di là di qualsiasi valutazione di merito ( che non interessa in questa sede), questa decisione potrebbe  costituire un “vulnus” per la serenità dei giudici.

Ritiene Unità per la Costituzione che l’azione disciplinare dovrebbe rimanere “neutra” rispetto all’attività giurisdizionale, la quale deve seguire il suo corso senza il pericolo di condizionamenti di sorta e senza rischi di turbamenti di percorso, con conseguente violazione del principio di soggezione del giudice soltanto alla legge e possibili implicazioni sul principio del giudice naturale precostituito per legge.

Unità per la Costituzione auspica  che su tali temi, ed in particolare su quelli che investono il rapporto tra procedimento disciplinare ed attività giurisdizionale, anche alla luce della nuova  normativa, si determinino le  opportune riflessioni del CSM, nelle sue articolazioni competenti.
 

Roma, 20.4.2007.

Il Segretario Generale di Unità per la Costituzione

Marcello Matera