Immagine
 manhattan, central park ... janet cardiff... di Lunadicarta
 
"
Se la libertà di stampa significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuol sentirsi dire.

George Orwell
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 12:40:28, in Magistratura, linkato 1122 volte)
VdA: Colombo agli studenti: "la giustizia non puo' funzionare"

L'ex pm di "Mani pulite" racconta l'addio alla magistratura

Aosta, 15 apr. (Apcom) - "Mi sono dimesso da giudice della Cassazione, dopo 33 anni in magistratura, perche' secondo me la giustizia non puo' funzionare". Con queste parole, Gherardo Colombo, ex magistrato del pool di "Mani pulite" ed ex giudice di Cassazione, ha spiegato agli studenti delle scuole di Aosta le motivazioni che lo hanno portato, nel 2007 a deporre la toga.

Colombo ha incontrato questa mattina gli studenti del triennio del liceo classico e la classe quinta dell'Istituto d'Arte di Aosta, che stanno seguendo un percorso di "cultura della legalita'" stimolandoli a ragionare su quanto possano influire sulla felicita' personale cambiamenti come il voto alle donne e la liberazione dalla schiavitu', situazioni in cui "un tempo si puniva la donna che voleva votare o il servo che fuggiva - commenta il magistrato - oggi e' il contrario".

Coincidenza vuole che, pochi metri di distanza, nello stesso orario, in Tribunale si stava svolgendo l'ultima udienza del processo per il caso di una famiglia di allevatori accusati di schiavitu' nei confronti di un operaio marocchino, ma Colombo preferisce attingere al terreno piu' neutro del contesto scolastico, suscitando interventi sempre piu' ravvicinati: "la Costituzione e' il modello del nostro stare insieme - spiega ancora il magistrato - poi pero' le leggi le facciamo noi, a partire dalla vita in famiglia, dai diversi diritti riconosciuti a fratelli maggiori e minori. Perche' una legge valga, e' necessaria l'applicazione da parte dei cittadini. Secondo me e' impossibile che ci sia giustizia se non si capisce il perche' delle regole, qual e' la conseguenza delle leggi sulla nostra vita, sulla nostra possibilita' di programmare il futuro e di essere felici: allora mi sono dimesso, mi dedico a cercar di comunicare questo aspetto importante della nostra vita".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 12:18:40, in Sindacato, linkato 993 volte)
Federazione Nazionale della Stampa Italiana

Roma,  15 aprile 2009
Prot.n 91/c

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana comunica:

“Preoccupa la via disciplinare verso l’informazione e la satira che sembra essere stata assunta oggi dalla Rai dopo le critiche all’ultima puntata di Annozero. Ieri il rimbrotto di un Ministro a Crozza, oggi la sospensione del vignettista Vauro, quasi che la satira sia un atto di lesa maestà.

La decisione del Direttore Generale è un atto sbagliato, tanto più perché correlato all’annuncio di una indagine interna su  un’inchiesta di Report (che aveva il torto di non essere piaciuta a qualche ministro) e della richiesta a Santoro perché “siano attivati i necessari e doverosi riequilibri informativi specificatamente in ordine ai servizi mandati in onda sull’Abruzzo”.

Su tutto questo c’erano state critiche e espressioni di favore. Discutere e affrontare le questioni con tutti i protagonisti è una cosa; tutt’altra è la via disciplinare all’informazione. Così la nuova dirigenza Rai non parte nel modo migliore”.

***

Tutta la mia solidarietà a Vauro, ma con questo antiberlusconismo la dovete finire. Intanto i nostri non sono meglio e poi, visto che Lui ci ride, lo spettacolino dobbiamo forse pensare che sia solo per noi? Se è così, allora non serve...

***
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 08:57:27, in Politica, linkato 2302 volte)
Da queste sedi Unicri in "lucchesia" usciranno solo scimmie sapienti. Fidatevi. Perché la cultura più manipolabile è quella della "spennellata" di nozionismo su vite scialbe e monotone, ma soprattutto prive di vera esperienza umana.
Mi e vi raccomando il "giochino" della Microsoft, oltre al Lucca Comix per l'esperienza diretta sul "terrorismo" ...
Domanda: ma non sarebbe stata più utile una bella sede distaccata della Polizia Postale contro la pedopornografia online ad integrare il lavoro del pugno di persone, che se ne occupa attualmente?

14-04-09

GIUSTIZIA: APRONO A LUCCA PRIME SEDI DISTACCATE AGENZIA UNICRI ONU
 

(ASCA) - Firenze, 14 apr - Saranno inaugurate giovedi' prossimo le due sedi in Lucchesia dell' Unicri, l'agenzia internazionale dell'Onu preposta alla formazione, cooperazione tecnica e alla ricerca applicata per la prevenzione del crimine e la promozione della giustizia penale.

La sede istituzionale e di rappresentanza e' nel Palazzo Ducale di Lucca mentre quella operativa e' stata posta presso il centro congressi 'Il Ciocco' di Castelvecchio Pascoli (Barga).

Alla cerimonia di inaugurazione parteciperanno il presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli, Francesco Cappe' (capo del Laboratorio sulla governance della sicurezza e antiterrorismo), il sindaco di Lucca Mauro Favilla, il prefetto Carmelo Aronica e il sottosegretario agli Affari esteri Alfredo Mantica.

Attraverso due video messaggi, inoltre, interverranno rispettivamente, da New York, Robert Orr, sottosegretario dell'Onu e capo dell'Ufficio Policy e Strategic Planning di Ban Ki Moon mentre, da Vienna, Sandro Calvani, direttore Unicri, inviera' i suoi saluti alle autorita' lucchesi.

A Lucca, quindi, apre la prima sede distaccata al mondo del Laboratorio di Unicri, il dipartimento della ricerca applicata dell'Istituto delle Nazioni Unite preposto alla prevenzione del crimine e alla giustizia. L'iniziativa, presentata in anteprima a Palazzo Ducale lo scorso 15 gennaio e, successivamente, al Quartier Generale delle Nazioni Unite a New York, prevede l'attuazione di cinque progetti che saranno attuati dal Laboratorio sul dialogo e l'innovazione.

Essi riguardano la creazione di consulte giovanili nazionali del bacino del Mediterraneo, l'utilizzo di strumenti di comunicazione innovativi per formare alla convivenza, contro il radicalismo, un gioco virtuale con Microsoft che riprodurrà scenari reali di sicurezza globale, la ricerca e l'analisi per la sicurezza durante i grandi eventi e un centro di informazione per contrastare il richiamo del terrorismo.

afe/cam/rob
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 08:49:04, in Magistratura, linkato 1190 volte)
Ragusa e Modica, giustizia a rischio


Magistrati sul piede di guerra a Ragusa e Modica. Possibili anche astensioni dal lavoro, mentre i togati chiedono la mobilitazione dell'opinione pubblica su tutta la questione che corre il rischio di paralizzare la giustizia in provincia.
"La carenza di magistrati negli uffici giudiziari locali - dicono - rischia di ritardare enormemente i tempi dell'esercizio dell'azione penale nel nostro territorio, fortemente caratterizzato da innumerevoli forme di criminalità, anche organizzata, e di gravare ulteriormente sulla durata del procedimento penale".

I magistrati della sottosezione dell'Associazione Nazionale Magistrati di Ragusa e Modica esprimono, attraverso una nota, "vivissima preoccupazione per la grave carenza di magistrati del pubblico ministero nelle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Modica e di Ragusa, pari a circa due terzi dei posti previsti in pianta organica. Detta situazione emergenziale costituisce la naturale conseguenza dell'approvazione di quella norma di riforma dell'ordinamento giudiziario che impedisce ai magistrati di nuova nomina di essere destinati allo svolgimento di funzioni inquirenti e monocratiche penali".

I magistrati chiedono "un intervento immediato del legislatore, volto all'abolizione della suddetta disposizione di legge e ritengono doveroso sensibilizzare l'opinione pubblica sulla gravissima crisi che affligge gli uffici giudiziari del nostro territorio, ma anche le Procure della Repubblica di tutto il meridione in generale, dovuta ad una norma caratterizzata da plurimi profili di irragionevolezza ed irrazionalità".

I magistrati, inoltre, evidenziano come il sistema di accesso alla magistratura sia caratterizzato da un concorso di secondo grado, dove sono ammessi cioè candidati già dotati di elevati requisiti di professionalità e di esperienza, nonché da un tirocinio della durata di molti mesi, ed anche specialistico, nelle funzioni alle quali e' destinato il nuovo magistrato, e che esistono rimedi più semplici per consentire la massima professionalità ed autonomia del giovane pubblico ministero, come la coassegnazione dei procedimenti.

Suddest.it
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Giustizia più veloce nel segno dell’efficienza

di Anna Greco

Intervista a Giuseppe Leanza, presidente Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto (Me)

Come descriverebbe l’ attuale situazione vigente presso il tribunale che presiede?
“La situazione, presso il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, è difficile così come avviene in tutti gli uffici giudiziari del distretto. Manca, infatti, il presidente della Sezione Penale che dovrebbe essere designato prossimamente; uno dei giudici è stato trasferito ad altra sede; un terzo giudice, è stato trasferito in altra città. Questo significa che tre importanti unità, sulle quindici disponibili, sono venute meno. Uno dei giudici, inoltre, è stato applicato in corte di appello di sezione penale. La situazione attuale, insomma, per il Tribunale di Barcellona, con quasi quattro unità mancanti, è abbastanza pesante.”

Una situazione di organico di magistrati, dunque, non adeguata alle problematiche da gestire?
“Sì. L’organico attuale possiamo dire che è sottodimensionato rispetto alle esigenze reali ed obiettivi che l’ufficio richiede ed ha.”

Quali sono, a suo parere, le motivazioni e le origini di una tale mancanza di organico presso il suo tribunale?
“Il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto è un ufficio per così dire di transito, vengono cioè qui spesso destinati magistrati che sono in prima nomina, i quali mettono certamente il massimo impegno nel lavoro da svolgere pur se non hanno tutta la necessaria esperienza. Questi magistrati designati non sono del luogo ed hanno la legittima tendenza a rientrare o nella città di origine oppure in posti vicini alla città di provenienza. Questo è il caso, ad esempio, dei magistrati Grimaldi e Grasso, che sono di origini napoletane e che hanno chiesto il trasferimento, ottenendolo, per avvicinarsi a casa.”

Questi magistrati di prima nomina, quanto tempo rimangono presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto?
“ Il minimo di permanenza, presso il tribunale, è di tre anni. La maggior parte dei magistrati è di origine campana.”

Dal momento dell’assenza di queste figure al momento della nuova designazione nel ruolo, quanto tempo trascorre?
“L’avvicendamento delle cariche non è automatico; il tempo della nuova designazione è di circa sette, otto anche dieci mesi.”

Nell’attesa venga ricoperto il posto mancante, in questo per così dire periodo di avvicendamento, le pratiche si accumulano ritardando il lavoro da svolgere?
 “Chi resta cerca di farsi carico di tutto il lavoro da svolgere lasciato da chi è venuto a mancare. Il lavoro non resta mai bloccato, certo ci sono dei naturali rallentamenti.”

Sotto il profilo del personale amministrativo, qual è la situazione vigente?
“Anche in questo ambito, la situazione non è delle più felici, ma è di certo migliore rispetto a quella appena descritta dell’organico dei magistrati. E, per così dire, maggiormente gestibile! Il personale amministrativo, presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, si aggira intorno alle quaranta unità tra impiegati e funzionari”.

In ambito di organizzazione interna, la situazione corrente presso il suo tribunale si può definire gestibile?
“Si. Sotto il profilo amministrativo, il personale è certamente all’altezza della situazione. Sono le carenze dei magistrati che maggiormente preoccupano, pur se, ribadisco, sono un fatto ricorrente.”

Quale è il carico di lavoro che ogni magistrato deve portare avanti?
“Il carico di lavoro di ogni magistrato è abbastanza notevole. Nel settore civile, dove sono addetti cinque magistrati, la pendenza attuale è intorno a tremilaottocento cause civili. Vi sono, poi, delle cause più vecchie che erano state affidate a giudici non togati e sono circa seicentocinquanta, che si aggiungono a queste. Vi sono, poi le cause di lavoro e di previdenza, dove c’è una pendenza di circa seicentosettanta processi di lavoro e la previdenza è intorno a ottomila.”

Il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, ha delle sezioni staccate?
“Sì. Ci sono due sezioni staccate: quella di Lipari e quella di Milazzo.”

Nella sezione di Milazzo vi sono due magistrati, in quella di Lipari invece vi è è un solo magistrato.
In ambito di tempistica, quali sono le cause, i processi, che hanno tempi maggiormente lunghi presso il suo tribunale?
“Il tempo, così come avviene presso i tribunali, è certamente un settore dolente. Quando ho preso possesso dell’ufficio, sono venuto a conoscenza della situazione delle pendenze: le cause civili di durata ultra triennale su tremila e ottocento, erano quasi duemila e novecento.”

Il bilancio economico finanziario del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto è positivo?
“Sotto il profilo economico finanziario, il tribunale è messo malissimo. Cito un esempio su tutti: è venuta a mancare, di recente, la carta e la dirigente preposta ha dovuto fare salti mortali per avere una nuova fornitura. I fondi stanziati sono appena sufficienti per acquistare l’indispensabile.”

E’ prevista una nuova sede per il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto?
“No. A dire il vero, come sede la nostra è sufficiente ed adeguata alle esigenze. Ogni magistrato ha la propria stanza. Sotto il profilo logistico, la situazione del tribunale si può definire accettabile.”

Articolo pubblicato il 15 aprile 2009

Quotidiano di Sicilia
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Questa campagna della Poretti la sposo in pieno, tal quale alla campagna contro la "costruzione" del Ponte di Messina e le fondamenta dei suoi futuri pilastri nella bocca magmatica di un vulcano sottomarino. L.M.

Terremoto. Ospedale del Mare a Napoli:

Urgente l'inchiesta della commissione parlamentare sul SSN

Intervento della senatrice Donatella Poretti parlamentare Radicali - Partito Democratico, segretaria della Commissione Sanita' e componente della Commissione d'inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del SSN

L'Ospedale del Mare, il piu' grosso dell'Italia Meridionale (450 posti letto e 190 milioni il costo stimato nel 2004), e' in costruzione in spregio alle piu' elementari norme di sicurezza a 8 km dal centro eruttivo del Vesuvio, nel quartiere Ponticelli di Napoli. In zona gialla, a 100 metri dalla zona rossa (1).
La delimitazione della zona rossa (con divieto assoluto di costruzione) e di quella gialla (zona a pericolosita' differita e da evacuare) intorno al Vesuvio, e' stata realizzata seguendo i confini amministrativi solo per esigenze logistiche e operative, essendo aree effettivamente a rischio. Solitamente la delimitazione della zona rossa viene fissata con una distanza dal centro del vulcano che oscilla tra 10 e 12 km, e questo avviene per la parte sud-est anche del Vesuvio, non per quella nord-ovest, per cui Ponticelli e l'Ospedale del Mare risultano in zona esclusa dal rischio-invasione della lava.
"L'area a maggiore pericolosita' -detta zona rossa- e' esposta al pericolo di scorrimento di colate piroclastiche e comprende 18 Comuni immediatamente circostanti al vulcano. La zona a minore pericolosita' -zona gialla- e' composta da 59 Comuni e corrisponde a tutta l'area che puo' essere interessata dalla ricaduta di piroclastiti e cenere, con spessori tali da causare il collasso delle coperture di un numero significativo di edifici". Cosi' certificava la scorsa legislatura il Governo in risposta ad una mia interrogazione parlamentare in merito (2).
Abbiamo gia' ripresentato una interrogazione al Governo all'avvio della legislatura (3), abbiamo rivolto pubblici appelli alla Protezione Civile, alla Commissione Grandi Rischi, all'Istituto Nazionale di Vulcanologia (4), ma tutto tace.
L'appello ora e' nel tavolo della commissione d'inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale presieduta dal senatore Ignazio Marino, affinche' si occupi di un ospedale che, invece di accogliere i feriti di una eruzione, se va bene dovra' essere evacuato, se va male restera' sotto la lava.
Commissione che gia' ha aperto inchiesta sull'ospedale de L'Aquila crollato per il terremoto e che forse (come ribadito anche dal sen. Marino) ha maggior senso che si occupi anche dei disastri che possono essere prevenuti.
Le eruzioni dei vulcani, i terremoti, gli uragani non possono essere impediti, ma lo Stato ha il dovere di prevenire i rischi e non di mettere a rischio coscientemente la popolazione. Costruire un ospedale in quella zona e' rendersi complice di tentata strage.

(1) vedi cartina a questo link:
http://www.aduc.it/dyn/documenti/allegati/donatella/OspedaledelMare-cartina.pdf
(2) http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_15/
(3) http://blog.donatellaporetti.it/?p=142
(4) http://blog.donatellaporetti.it/?p=582

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 07:55:14, in Politica, linkato 1099 volte)

EUROPEE – DOMANI IDV PRESENTA NUOVE CANDIDATURE

Domani, giovedì 16 aprile, alle ore 11.30, presso la Sala Cristallo dell’Hotel Nazionale (piazza Montecitorio 131), il presidente dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, presenterà nuovi candidati nelle liste dell'Idv alle prossime elezioni europee.

______________________

Ufficio Stampa
Gruppo Italia dei Valori
Camera dei Deputati
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 07:52:19, in Politica, linkato 1047 volte)
Sonia Alfano (idv): Sospensione Vauro?
Dimostrazione di forza del regime


"La sospensione del vignettista Vauro è la conferma che il nostro Paese è ormai sotto regime e, come avviene in tutti gli stati autoritari, la satira politica, l'espressione più elegante ed elevata della libertà in vigore negli stati democratici, non ha più spazio nei nostri mezzi di informazione". E' stato questo il duro commento di Sonia Alfano, candidata indipendente alle elezioni europee nelle liste di Italia dei Valori, dopo la notizia della sospensione decisa dai vertici RAI nei confronti del vignettista Vauro.
"Negli stati veramente democratici - ha aggiunto Sonia Alfano - nessun governante o consiglio di amministrazione potrebbe permettersi di mostrare insofferenza verso la satira nè tantomeno sospendere un vignettista che ha svolto il proprio mestiere con la sana irriverenza che gli è propria, pena la cacciata da qualsiasi aula rappresentativa della democrazia.
In Italia invece - commenta ancora Sonia Alfano - si tenta di cancellare qualsiasi voce di dissenso e di satira e tutto ciò accade davanti agli occhi indifferenti delle cariche istituzionali che dovrebbero tutelare l'ordine democratico della nazione e del maggior partito di opposizione, il PD.
"La dichiarazione di Franceschini infatti più che una difesa della satira pare essere la pavida lamentela di un commentatore di passaggio poco allarmato dalla manifestazione di forza che il regime ha oggi dato.
A Vauro, cosi come a tutti coloro che praticano il diritto di satira, ed alla redazione tutta di Annozero, non voglio esprimere solo la mia solidarietà ma voglio promettere il mio impegno concreto per portare all'attenzione dell' Europa lo stato disastroso in cui versa la nostra Nazione e per provare a ridare alla satira ed al giornalismo d'inchiesta, che da anni subiscono gli attacchi e le censure del potere, lo spazio e l'assoluta libertà che meritano".

--
www.soniaalfano.it
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 07:48:50, in Politica, linkato 1078 volte)
RAI: VITA (Pd), "E' PARTITA L'OCCUPAZIONE DELLA RAI?"

Sembra ormai cominciato l'assalto alla Rai. Le misure prese o annunciate dalla direzione generale della Rai contro Annozero e Report danno l'idea di quello che potrebbe succedere nei prossimi giorni. Vale a dire una restaurazione autoritaria del servizio pubblico. Non è accettabile la censura e non è immaginabile che la grande storia della Rai finisca nelle secche di una tanto mediocre velleità di regime. E' bene chiarire, ancora una volta, che critiche o valutazioni diverse sono una cosa, mentre l'attacco alla libertà di espressione è tutt'altro.
Lo afferma il sen. Vincenzo Vita, vicepresidente della commissione Cultura del Senato.

Roma, 15 aprile 2009

Annozero, Cuperlo (Pd): polemiche su Santoro sono assurdità


"Santoro ha denunciato fatti non veri? Ha indicato responsabilità non provate? Ha denigrato persone o istituzioni meritevoli di ben altro giudizio? Ha falsificato le preoccupazioni espresse nei mesi scorsi? Ha stravolto la realtà delle cose a fini di parte? Lo si denunci per questo. Ma se ha costruito un programma nel contraddittorio, se ha dato voce a persone che si sono assunte la responsabilità di raccontare la loro opinione, se ha ricostruito nel merito le posizioni di singoli cittadini coinvolti nella tragedia, se ha fatto questo, ha espresso uno, anzi più punti di vista. Ha fatto il suo mestiere, come lo intende lui. E questa campagna è un’assurdità che dice molto sul clima del Paese".

Così il deputato del Pd, Gianni Cuperlo interviene nel suo blog (www.giannicuperlo.it) sulle polemiche sull'ultima puntata della trasmissione Annozero dedicata al sisma abruzzese.

"E mi chiedo - prosegue Cuperlo con riferimento all'articolo di Salvatore Settis pubblicato oggi da La Repubblica - ma in un paese normale, semplicemente normale, dovrebbe fare più scandalo la trasmissione di un giornalista o l’ipotesi (usiamo pure il condizionale) che un governo abbia scritto in un suo provvedimento (per fortuna mai approvato) un abbassamento della soglia della vigilanza e dei controlli sull’edilizia privata in zone sismiche?".

Roma, 14 aprile 2009

post in costruzione...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Il CSM dispone l’applicazione a Napoli di un magistrato dell’ufficio GIP-GUP del Tribunale di Vigevano, ove è in trattazione il processo per l’omicidio di Chiara Poggi

Il Consiglio Superiore della Magistratura ha votato oggi – con l’astensione della consigliera Letizia Vacca e con i voti contrari dei consiglieri Ezia Maccora e Fabio Roia– l’applicazione per sei mesi di un giudice del Tribunale di Vigevano (con funzioni di GIP-GUP) al Tribunale di Napoli.

Questo comporterà una inevitabile sofferenza del Tribunale di Vigevano ed in particolare dell’Ufficio GIP-GUP.
Il voto contrario espresso da Maccora e Roia, non esprime alcuna sottovalutazione delle esigenze degli uffici napoletani, ma evidenzia la necessità che la comparazione tra le diverse esigenze degli uffici non si fermi all’analisi dei dati quantitativi e non prescinda dalla valutazione specifica della complessità dei processi in trattazione nelle diverse realtà giudiziarie.

Vigevano è un ufficio giudiziario di piccole dimensioni (che dovrebbe essere coinvolto nella auspicabile revisione delle circoscrizioni) impegnato oggi nella celebrazione del processo per l’omicidio di Chiara Poggi (il c.d. omicidio di Garlasco), processo indiziario, complesso, che merita la massima attenzione.

I consiglieri Maccora e Roia non hanno condiviso la scelta di privare proprio il tribunale di Vigevano, e non altri, di uno dei due giudici che operano nell’ufficio GIP-GUP, ove si sta celebrando, con il rito abbreviato, il suddetto processo, ritenendo che sarebbe stato possibile utilizzare giudici appartenenti a Tribunali diversi da quello di Vigevano per far fronte alle esigenze degli uffici napoletani.

Roma, 9 aprile 2009

Ezia Maccora Fabio Roia
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










21/08/2019 @ 0.48.57
script eseguito in 453 ms