Immagine
 rose rosse ... ... di Lunadicarta
 
"
Chi non ha libertà non conosce giustizia.

Aung San Suu Kyi
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 

“Non è ammissibile un così grave livello di volgarità ed uno spirito di intolleranza da parte di un ministro della Repubblica italiana. – così Franco Giordano, presidente del Gruppo di Rifondazione Comunista alla Camera, commenta le affermazioni del Ministro per gli italiani nel mondo in merito alla mancata nomina di Buttiglione a Commissario europeo - Ci sentiamo tutti offesi nelle singole coscienze. La frase di Tremaglia illumina di significato la bocciatura di Bottiglione, ma è intollerabile che a pronunciarla sia un ministro in carica per questo – conclude Giordano - ne chiediamo le dimissioni.” Roma, 12 ottobre 2004

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/10/2004 @ 17:30:00, in Politica, linkato 1282 volte)

Dichiarazione on. Giuseppe Molinari, capogruppo della Margherita in commissione Difesa della Camera. “E’ la quarta finanziaria di questo governo, l’ultima prima di quella elettorale. Avrebbe dovuto essere un documento alquanto “serio” e invece ci sono solo tagli. In particolare viene ad essere penalizzato il ministero della Difesa con una decurtazione di 1 miliardo e 300 milioni di euro circa.  Un taglio, per un importo di 576 milioni di euro, riguarda gli investimenti fissi lordi e per un importo di 781 milioni di euro i consumi intermedi. Una diminuzione che interessa per il 20% mediamente le dotazioni iniziali delle unità revisionali di base per il 2005. Al Ministro Martino vogliamo ricordare che per tre anni consecutivi ci ha detto in Commissione, e affermato in pubblico, che l’obiettivo di questo governo di destra era quello di portare il rapporto Pil/spesa Difesa all’1,5%. Oggi nella realtà siamo al di sotto di quell’1%, soglia psicologica che l’Ulivo aveva incrementato. Siamo di fronte ad un governo che non intende finanziare adeguatamente neppure la riforma della leva che andrà in vigore dal prossimo 1° gennaio 2005. Che non intende ottemperare agli adeguamenti contrattuali, che non vuole investire nell’industria e nella ricerca. A questo punto varrebbe la pena far assumere a Siniscalco l’interim della Difesa. “ Roma, 12 ottobre 2004

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/10/2004 @ 17:28:24, in Giuristi, linkato 1400 volte)

I sottoscritti avvocati, difensori delle parti civili nel procedimento per i reati commessi da 28 funzionari e dirigenti di P.S. per i fatti avvenuti il 21 luglio 2001 nel complesso scolastico Diaz Pascoli apprendono dalla stampa che alcuni difensori degli imputati avrebbero depositato un esposto alla Procura della Repubblica nei confronti dei PM Zucca e Cardona per presunte lesioni del diritto alla difesa ai danni dei funzionari di Polizia loro assisititi.
I sottoscritti avvocati, pur comprendendo le esigenze difensive di imputati accusati da materiali probatorio particolarmente consistente (ricordiamo che gli eventi sono stati praticamente seguiti in diretta televisiva da tutto il mondo), per i quali è stato richiesto il rinvio a giudizio a seguito di una delle pagine più nere e sanguinose della storia della repubblica e della polizia, con il presente comunicato respingono quanto sostenuto dalle difese degli imputati di falso, calunnnia, lesioni, violenza privata, perquisizione arbitraria, peculato, ricordando che l'unica lesione al diritto di difesa nel presente procedimento è quella commessa ai danni delle pesone che la notte dei fatti si trovavano nelle scuole Diaz e Pascoli ed oggi sono parti civili nell'udienza preliminare in corso.
Ricordiamo infatti che ad essi fu impedito di essere assisititi da avvocati o da persone di loro fiducia durante le "perquisizioni" sfociate in un massacro generalizzato e, dopo il loro arresto, pur se ricoverati in ospedale, fino allo svolgimento delle udienze di convalida; che la Procura alla quale si rivolgono i difensori degli imputati, nei giorni immediatamente successivi ai fatti della Diaz rifiutò di svolgere accertamenti urgenti sulle lesioni degli agenti di polizia, lesioni che già allora destavano molte perplessità; che tutti i fermati e gli arrestati stranieri di quella notte, dopo la mancata convalida dell'arresto furono espulsi dal prefetto di Genova con un centinaio di provvedimenti urgentissimi e sbrigativi che furono poi dichiarati nella quasi totalità dei casi illegittimi ed annullati. L' espulsione rese per mesi estremamente difficoltoso l'esercizio del diritto di difesa delle odierne parti offese.

gli Avvocati: Stefano Bigliazzi, Nicola Canestrini, Simonetta Crisci, Marialuisa D'Addabbo, Filippo Guiglia, Carlo Malossi, Mirko Mazzali, Ezio Menzione, Michela Miraglia, Liana Nesta, Gilberto Pagani, Riccardo Passeggi, Emilio Robotti, Dario Rossi, Fabio Taddei, Emanuele Tambuscio, Laura Tartarini

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/10/2004 @ 17:26:45, in Giuristi, linkato 1400 volte)

L'associazione Giuristi Democratici esprime solidarietà al network Indymedia e fortissima condanna all'iniziativa di sequestro dei server londinesi operato dall'FBI nella sede londinese di Rackspace, la società che li gestiva per Indymedia.
Tale sequestro, del quale per ora è difficile accertare le motivazioni, sarebbe avvenuto su richieste dei governi italiani e svizzeri, in base ad accordi multilaterali di assistenza nei casi di terrorismo e riciclaggio; altre fonti, invece, indicano come causa scatenante la diffusione da parte di Indymedia di informazioni sulla convention repubblicana di New York o su presunte frodi nel sistema di voto elettronico statunitense.
Comunque sia, in attesa che sia finalmente nota la vera giustificazione ufficiale dell'iniziativa dell'FBI, rilevata la illegittimità evidente di una azione di organismo statunitense in territorio dell'UK, che ha oscurato almeno una ventina di siti indymedia nel mondo, dall'Amazzonia all'Italia, e con essi diverse iniziative no profit (tra le quali quelle di sostegno agli avvocati italiani impegnati nei processi relativi al G8 di Genova del 2001) nonchè web radio e altro, appare evidente la finalità di colpire un soggetto Indymedia, che dalla sua nascita a Seattle nel 1999 ha rivoluzionato il modo di fare informazione, facendo in questi anni conoscere la verità su molti episodi oscuri e scomodi che molti governi avrebbero voluto far scomparire, e che ha fatto del bando ad ogni censura una delle sue regole principali di condotta, anche quando ciò significava pubblicare cose spiacevoli, scomode o non condivise. Né si possono sottacere le lesioni del diritto di difesa derivanti dalla circostanza che vari atti difensivi sono sul server sequestrato.
L'associazione Giuristi Democratici , tramite gli avvocati ad essa aderenti ha già offerto la propria disponibilità ad Indymedia per le eventuali iniziative giudiziarie da intraprendere.  12 ottobre 2004

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/10/2004 @ 07:43:20, in Politica, linkato 1332 volte)
Su Iraq ora coerenza parlamentare. Roma, 11 ot.- Secondo Paolo Cento, coordinatore dei Verdi, “le reazioni della destra alle conclusioni del vertice dell'Ulivo e degli altri partiti del centro sinistra sono isteriche e dimostrano il nervosismo di chi è consapevole che dovrà confrontarsi con una opposizione unita e una leadership forte e autorevole. La decisione di Prodi e degli altri segretari di assumere come posizione unitaria la richiesta del ritiro dei soldati dall’Iraq, nell’ambito di un sostegno attivo alla realizzazione della conferenza internazionale di pace, è un importante risultato a cui i parlamentari del Forum dei pacifisti hanno lavorato in questi giorni e che ora ci consente di predisporre nei prossimi giorni coerenti iniziative parlamentari”.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/10/2004 @ 07:42:30, in Politica, linkato 1290 volte)
“Le ultime dichiarazioni del Ministro sul rapporto tv e minori ci trovano in completo accordo: Gasparri smentisce se stesso e la sua stessa maggioranza. – è il commento alle parole del Ministro delle Comunicazione fatto da Tiziana Valpiana, capogruppo di Rifondazione Comunista nella Commissione bicamerale per l’infanzia, che aveva siglato l’emendamento alla legge Gasparri, poi divenuto norma, che vietava di girare spot pubblicitari con bimbi al di sotto dei 14 anni – Quello che mi sorprende è la distanza esistente tra le parole del Ministro e ed i fatti: egli afferma che su temi delicati come quello delle dinamiche nel rapporto tra minori e tv “non si fa mai abbastanza”, ma è nettamente latitante quando le commissioni Cultura e Trasporti di Montecitorio cancellano con un colpo di spugna la norma che vieta l'impiego dei minori nei messaggi pubblicitari. Ancora una volta siamo di fronte ad un atteggiamento ipocrita che usa i minori come bandierina elettorale e li subordina alle logiche di profitto, dello spettacolo e dell’audience.” Roma, 11 ottobre 2004
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
“Quale è stato il ruolo del nostro Paese nella vicenda che ha portato alla chiusura del server della rete di Indymedia? Quali iniziative intendete assumere per permettere una rapida e completa ripresa delle loro attività, la restituzione di quanto sequestrato e per accertare le responsabilità e le motivazioni di chi ha disposto questo provvedimento? Non ritenete che questa azione rappresenta una ingerenza gratuita degli Stati Uniti nelle attività telematiche di un altro stato sovrano, e che potrebbe ripetersi in futuro anche su altri siti di comunicazione sociale, italiani e internazionali, che svolgono attività pubbliche alla luce del sole così come ha sempre fatto finora il network Indymedia? – sono le domande poste da Titti De Simone, Tiziana Valpiana e Giovanni Russo Spena, in una interpellanza al Presidente del Consiglio ed al Ministro delle Comunicazioni in merito al sequestro dei server di Indymedia - Il 7 ottobre l’FBI ha sequestrato a Londra e negli USA i dischi contenuti nei computer che ospitano molti siti locali di Indymedia, fra cui l’edizione italiana italy.indymedia.org e altri del network Indymedia, tra cui quello Palestinese, Belga, Africano, Brasiliano e Tedesco, oltre che parecchie stazioni radio in streaming online e altri progetti. Indymedia – spiega De Simone - è venuta a conoscenza del fatto che la richiesta di sequestrare i server ospitati da una compagnia americana con sede nel Regno Unito ha avuto origine da agenzie di governo italiane e svizzere, ma le ragioni fondanti di questo ordine non sono ancora state rese note ad Indymedia. Interrompendo i servizi offerti dal network Indymedia – sottolinea De Simone - si è calpestato il diritto alla comunicazione e all’informazione di tutte le migliaia di persone che utilizzano quotidianamente questi servizi. Sequestrando quei dischi si è violato il diritto alla privacy e alla segretezza della corrispondenza, considerando che è possibile fare una copia dei dati dei computer per indagare sul loro contenuto un sequestro di questo genere è irragionevolmente repressivo. Questo sequestro, di fatto, lancia un messaggio intimidatorio a tutti i cittadini che praticano su internet il diritto al dissenso attraverso la produzione dal basso di informazioni estranee ai circuiti commerciali, ricordando molto da vicino – conclude De Simone - le censure, gli oscuramenti e le persecuzioni che hanno segnato i periodi più bui del millennio appena trascorso.” Roma, 11 ottobre 2004
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Amnesty International ha espresso il proprio apprezzamento per la decisione del segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, di istituire una Commissione d’inchiesta sulla situazione dei diritti umani nella regione sudanese del Darfur. La Commissione e' composta da cinque membri con grande esperienza nel campo dei diritti umani e del diritto internazionale. E' diretta da Antonio Cassese, già presidente del Comitato europeo per la prevenzione della tortura e del Tribunale internazionale ad hoc per l’ex Jugoslavia. Si avvarrà della collaborazione dell’Ufficio dell’Alto commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite. Alla Commissione, secondo la Risoluzione 1564 (2004) del Consiglio di sicurezza, e' affidato il mandato di indagare sulle denunce di violazioni del diritto internazionale dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario, determinare se siano stati commessi atti di genocidio e identificare i responsabili di queste violazioni con l’obiettivo di assicurare che essi siano chiamati a rispondere delle proprie azioni. Amnesty International chiede che la Commissione riceva tutta l’assistenza necessaria per svolgere al meglio le proprie funzioni. Roma, 11 ottobre 2004
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 

Dichiarazione on. Franco Monaco, vicepresidente dei deputati della Margherita. “Dal Cardinale Tettamanzi, ieri, a Bologna, si è levata una voce coraggiosamente espressiva di una Chiesa che non ha timore di esercitare a pieno la sua missione critica e profetica a fronte dei virus che insidiano la democrazia italiana. E’ difficile sottovalutare la denuncia forte e autorevole delle “concentrazioni mediatiche e finanziarie, della telecrazia e plutocrazia che soffocano inesorabilmente e rovinosamente la democrazia.” Trattandosi della Settimana sociale dei cattolici di questo preciso paese e avendo ad oggetto la condizione della nostra democrazia italiana è difficile pensare che la denuncia sia generica, che le minacce alla democrazia non abbiano nomi e cognomi. Sono a dir poco sospetti, come di chi ha la coda di paglia, lo zelo e la sollecitudine con i quali Bondi si precipita a osservare che il severo monito del Cardinale Tettamanzi non era rivolto a Berlusconi. Che avanzi la pretesa di fare da portavoce anche all’Arcivescovo di Milano?” Roma, 11 ottobre 2004

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 11/10/2004 @ 18:53:13, in Politica, linkato 1381 volte)

Pisanu garantisca libertà di manifestare

ROMA, 11 OTT – “E’ gravissimo quanto accaduto stamattina di fronte a Palazzo Chigi: ancora una volta questo governo dimostra la sua vocazione autoritaria”. Lo sostiene il Verde Paolo Cento, vicepresidente della commissione Giustizia della Camera, il quale sottolinea che “i lavoratori della ditta Xfin manifestavano per ottenere il loro legittimo salario: è impossibile che questo governo risponda al malessere sociale solo con le cariche delle Forze dell’Ordine.  Per questo ho presentato una interrogazione al ministro Pisanu al quale chiedo di intervenire per garantire la libertà di manifestazione”.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










24/08/2019 @ 4.41.08
script eseguito in 312 ms