Immagine
 foglie ... ... di Admin
 
"
Il male non sta solo nell'atto di compiere il male, sta nel non prendere posizione contro il male.

Oriana Fallaci
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 25/03/2011 @ 17:18:14, in Magistratura, linkato 1711 volte)
La Consulta ha dichiarato ammissibile il conflitto di attribuzione dei poteri dello Stato proposto dal Senato e relativo alle indagini nei confronti dell'ex Ministro Clemente Mastella, istruite sulle Procure di S. Maria C.V. e Napoli, nonché nei confronti del gip del Tribunale di Napoli.

O.104/2011 del 21/03/2011
Camera di Consiglio del 09/03/2011, Presidente DE SIERVO, Redattore LATTANZI

Conflitto: Ammissibilità di conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato sorto a seguito di:
- richiesta di rinvio a giudizio del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli del 11/05/2009, R.G.N.R. n. 8213/2009;
- richiesta di rinvio a giudizio del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli del 02/02/2010, R.G.N.R. n. 5736/2010;
- ordinanza del Tribunale di Napoli, Sezione G.I.P./G.U.P., del 20/10/2010.

Oggetto: Reati ministeriali - Apertura delle indagini preliminari da parte della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, prima, e della Procura della Repubblica di Napoli, poi, nei confronti dell'allora Ministro della giustizia, on. Mario Clemente Mastella - Richiesta di rinvio a giudizio dello stesso da parte del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli - Ordinanza del Tribunale di Napoli, sezione del g.i.p./g.u.p., di rigetto dell'eccezione di incompetenza funzionale del Tribunale di Napoli a giudicare della richiesta di rinvio a giudizio.

Dispositivo: ammissibile
Atti decisi: confl. pot. amm. 12/2010

La Rassegna

Consulta: ammesso conflitto attribuzione su rinvio a giudizio ...

Libero-News.it - ‎2 ore fa‎
(Adnkronos) - Il Senato ha sollevato un conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato, chiedendo alla Consulta di dichiarare che "non spettava ai procuratori esperire indagini a carico di Clemente Mastella, ministro all'epoca dei fatti contestati, ...

Consulta, Corte ammette conflitto attribuzione Senato su Mastella

La Politica Italiana - ‎54 minuti fa‎
ROMA - Il Senato "è legittimato a sollevare un conflitto" tra poteri dello Stato nell'ambito dell'inchiesta campana che vede coinvolto l'ex ministro della Giustizia Clemente Mastella, "per difendere le attribuzioni che gli spettano ai sensi ...

Rinvio a giudizio per Mastella, la Corte: "Ammissibile il ...

SiciliaInformazioni.com - ‎2 ore fa‎
La Corte Costituzionale ha dichiarato "ammissibile il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato", proposto dal Senato nei confronti dei procuratori della Repubblica presso i tribunali di Santa Maria Capua Vetere e di Napoli e del gup del ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 25/03/2011 @ 16:20:42, in Magistratura, linkato 1372 volte)
Giustizia: Anm, mai come ora
leggi piegate a interessi di parte

'Si incide su processo in corso e si intimidisce magistratura'

25 marzo, 16:02

(ANSA)  ROMA - "Non era mai successo che l'attività legislativa venisse piegata in maniera così esplicita ad interessi particolari".Così in un lungo documento l'Associazione nazionale magistrati critica duramente sia la riduzione dei termini di prescrizione sia la modifica della legge sulla responsabilità civile dei magistrati. "Nel giro di pochi giorni -evidenziano il presidente Luca Palamara, il segretasrio Giuseppe Cascini e il vice presidente AQntonello Aridutoro- la maggioranza di governo ha dimostrato quale era il vero obiettivo dell'annunciata riforma epocale della giustizia: risolvere situazioni legate a singole vicende processuali, direttamente con una norma sulla prescrizione dichiaratamente destinata ad incidere sullo svolgimento di un processo in corso, e indirettamente con una modifica della legge sulla responsabilità civile dei magistrati punitiva e intimidatoria".

ANM, PRESCRIZIONE BREVE OFFESA CITTADINI ONESTI  - "La riduzione dei termini di prescrizione è un'offesa per tutti i cittadini onesti di questo paese" e "rischia solo di determinare l'impunità per autori di gravi delitti"; ed il fatto di differenziare le regole ''in ragione della personalita' dell'imputato appare palesemente in contrasto con i principi costituzionali di eguaglianza e di ragionevolezza". L'Associazione nazionale dei magistrati va all'attacco della riforma con un documento firmato dal presidente Luca Palamara, dal vice presidente Antonello Ardituro e dal segretario generale Giuseppe Cascini. "Già nel 2005, con la cosiddetta legge ex Cirielli, i termini di prescrizione dei reati sono stati drasticamente ridotti, con il risultato che nel 2009 il numero dei reati estinti per prescrizione è stato di oltre 140mila- fanno notare i vertici dell'Anm-. In un solo anno più di 140mila persone accusate di un reato hanno beneficiato della scappatoia della prescrizione". Per il sindacato delle toghe "è evidente che un'ulteriore riduzione dei termini di prescrizione, in assenza di qualsiasi intervento diretto ad assicurare un migliore funzionamento del sistema giudiziario, determinerà soltanto un significativo incremento del numero dei processi destinati alla prescrizione. Gli unici processi che potranno essere portati a termine saranno quelli nei confronti dei recidivi, mentre gli incensurati avranno ottime probabilità di restare tali per sempre''.

Rassegna

Giustizia: Anm, mai come ora leggi piegate a interessi di parte

ANSA.it - ‎17 minuti fa‎
ROMA - "Non era mai successo che l'attività legislativa venisse piegata in maniera così esplicita ad interessi particolari".Così in un lungo documento l'Associazione nazionale magistrati critica duramente sia la riduzione dei termini di prescrizione ...

Le toghe: «Aggrediti dal governo»

Corriere della Sera - ‎9 minuti fa‎
L'Anm attacca la riforma: «La prescrizione viola la Costituzione. Leggi piegate a interessi particolari» MILANO - «Nel giro di pochi giorni la ...

Giustizia, l'Anm contro il governo

La Repubblica - ‎1 ora fa‎
ROMA - Durissima presa di posizione dell'Associzione nazionale dei magistrati contro le politiche dell'esecutivo sulla giustizia. Nel mirino la norma recente sulla prescrizione breve, che "appare palesemente in contrasto con i principi costituzionali ...

L'Anm: la prescrizione breve viola la Costituzione, attività ...

Il Sole 24 Ore - ‎10 minuti fa‎
Si riaccende lo scontro tra magistrati e governo sulla giustizia. Questa volta nel mirino del sindacato delle toghe finisce la riduzione dei termini di prescrizione prevista dall'emendamento inserito nel ddl sul processo breve che, sottolinea l'Anm in ...

PROCESSO BREVE: ANM, RIDUZIONE TERMINI PRESCRIZIONE PORTA A IMPUNITA'

Agenzia di Stampa Asca - ‎51 minuti fa‎
(ASCA) - Roma, 25 mar - ''La riduzione dei termini di prescrizione e' un'offesa per tutti i cittadini onesti di questo paese e rischia solo di determinare l'impunita' per autori di gravi delitti''. Lo affermano, in una nota congiunta, Luca Palamara, ...

GIUSTIZIA: ANM, LEGGI PIEGATE A INTERESSI PARTICOLARI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Roma, 25 mar. - "Non era mai successo che l'attivita' legislativa venisse piegata in maniera cosi' esplicita a interessi particolari". E' quanto scrivono in un documento i vertici dell'Anm, affrontando la questione degli emendamenti sulla ...

GIUSTIZIA: ANM, RESPONSABIITA' CIVILE E' AGGRESSIONE A MAGISTRATURA

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Roma, 25 mar - ''La modifica della legge sulla responsabilita' civile dei magistrati appare talmente assurda e disorganica da potersi spiegare soltanto come atto di aggressione nei confronti della magistratura diretto ad influenzarne la ...

Giustizia, i magistrati all'attacco: "La prescrizione viola la ...

La Stampa - ‎58 minuti fa‎
«La differenziazione del regime di prescrizione del reato in ragione della personalità dell'imputato appare palesemente in contrasto con i principi costituzionali di eguaglianza e di ragionevolezza». Il sindacato delle toghe scende in campo contro la ...

Giustizia/ L'Anm denuncia: Mai tante leggi per singoli interessi

La Provincia di Varese - ‎17 minuti fa‎
Roma, 25 mar. (TMNews) - "Non era mai successo che l'attività legislativa venisse piegata in maniera così esplicita ad interessi particolari". L'Associazione Nazionale Magistrati ha reso noto un lungo, dettagliato e argomentato documento in cui accusa ...

GIUSTIZIA: ANM, ATTIVITA' LEGISLATIVA LEGATA A INTERESSI PARTICOLARI

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Roma, 25 mar - ''Nel giro di pochi giorni la maggioranza di governo ha dimostrato quale era il vero obiettivo dell'annunciata riforma epocale della giustizia: risolvere situazioni legate a singole vicende processuali, direttamente con una ...

Giustizia/ Anm : Con prescrizione breve si rischia impunita'

Virgilio - ‎22 minuti fa‎
Roma, 25 mar. (TMNews) - "La riduzione dei termini di prescrizione è un'offesa per tutti i cittadini onesti di questo paese" e "rischia solo di determinare l'impunità per autori di gravi delitti". A lanciare l'accusa è l'Associazione nazionale dei ...

Giustizia/ Anm:irragionevole ampliamento responsabilità giudici ...

DailyBlog.it (Blog) - ‎20 minuti fa‎
La casta degli irresponsabili ed intoccabili impiegati dello stato che è l'Ordine dei magistrati, non ha alcuna abilitazione costituzionale a legiferare ne a governare. Costituzione: art. 1- La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 24/03/2011 @ 19:49:03, in Magistratura, linkato 1950 volte)

Via libera alla norma sulla responsabilità delle toghe

La Commissione politiche Ue della Camera ha approvato l'emendamento al disegno di legge Comunitaria 2010 che ampia la responsabilità civile dei magistrati legandola non più a dolo o colpa grave ma alla «violazione manifesta del diritto». ha quindi ottenuto il via libera l'emendamento del relatore del Carroccio, Gianluca Pini, nella sua formulazione originale.

Il relatore annuncia una correzione nel passaggio in aula
Anche se Pini ha già annunciato che il testo sarà parzialmente corretto durante il passaggio in aula tenendo conto delle osservazioni della commissione Giustizia della Camera. Poi la commissione ha dato il via libera al ddl comunitaria 2010, con il mandato al relatore Gianluca Pini. Il testo sarà in aula da lunedì 28 marzo. Tra gli emendamenti approvati oggi anche la contestata norma che dà lo stop alle multe delle società partecipate dallo Stato per danni erariali causati dai manager.

Giulia Bongiorno: un emendamento intimidatorio per le toghe
Per la presidente della commissione Giustizia della Camera ed esponente del Fli, Giulia Bongiorno, l'emendamento Pini che amplia la responsabilità civile dei giudici ha «una formulazione così vaga e generica» che avrà come risultato quello di «intimidire» i magistrati. La Bongiorno si è detta favorevole a una riforma della responsabilità civile, «ma é una materia che andava discussa dalla commissione di merito, la nostra, dove tra l'altro avevamo avviato l'esame di alcune proposte di legge e svolto anche delle audizioni». Ora, continua, «tutto quel lavoro si fermerà» perché si é preferito usare la via della legge comunitaria 2010. Per il relatoire Pini nessuna intimidazione, ma l'emendamento evita «che l'Italia venga colpita da una procedura di infrazione della Ue che ci esporrebbe al pagamento di una multa di almeno 3 milioni di euro al giorno».

Rao (Udc): quanto costerà allo Stato?
Il capogruppo Udc in commissione Giustizia, Roberto Rao, vuole saperne di più sui costi della norma sulle toghe.«Ci devono dire - ha commentato Rao - quanto ci costerà e vogliamo sapere cose ne pensa il ministro Alfano».

Gozi (Pd): la salva-manager è inaccettabile
Per Sandro Gozi, capogruppo Pd nella commissione Politiche dell'Unione europea la norma salva-manager è inaccettabile. «Perché introduce la totale deresponsabilizzazione dei manager delle aziende controllate dallo Stato che non saranno più chiamati a rispondere dei loro errori» Gozi sul tema aveva già scritto una lettera al presidente della Camera, Gianfranco Fini segnalando un problema di incostituzionalità. E ha chiesto lo stralcio dal testo che andrà in aula.

Il Sole 24 ore

La Rassegna

GIUSTIZIA: PD, DA MAGGIORANZA INTIMIDAZIONE CONTRO MAGISTRATI

Agenzia di Stampa Asca - ‎23 minuti fa‎
(ASCA) - Roma, 24 mar - ''Il governo usa strumentalmente la legge comunitaria per stravolgere la normativa sulla responsabilita' dei magistrati. E lo fa in fretta e furia con un emendamento presentato sottobanco dal relatore Pini su cui e' stato ...

Via libera alla norma sulla responsabilità delle toghe

Il Sole 24 Ore - ‎32 minuti fa‎
La Commissione politiche Ue della Camera ha approvato l'emendamento al disegno di legge Comunitaria 2010 che ampia la responsabilità civile dei magistrati legandola non più a dolo o colpa grave ma alla «violazione manifesta del diritto». ha quindi ...

Commissione: si' a responsabilita' toghe

ANSA.it - ‎48 minuti fa‎
(ANSA) - ROMA, 24 MAR - La commissione Giustizia della Camera ha dato parere favorevole all'emendamento depositato dalla Lega al ddl comunitaria che estende la responsabilita' dei magistrati ''ad ogni violazione manifesta del diritto''. ...

GIUSTIZIA: COSTA (PDL), SU RESPONSABILITA' TOGHE DIFESA CORPORATIVA

Agenzia di Stampa Asca - ‎57 minuti fa‎
(ASCA) - Roma, 24 mar - Sull'emendamento che riguarda la responsabilita' civile dei magistrati ''abbiamo assistito ad una difesa corporativa che non si era mai vista su nessun provvedimento''. Lo afferma il capogruppo del Pdl in commissione Giustizia ...

GIUSTIZIA: BONGIORNO (FLI), NORMA RESPONSABILITA' TOGHE E ...

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Roma, 24 mar - ''E' assolutamente necessario intervenire sulla materia della responsabilita' civile dei magistrati, ma questa norma e' illogica ed ha solo sapore punitivo e intimidatorio nei confronti dei magistrati''. ...

Giustizia: ok commissione a norma su responsabilita' magistrati

Adnkronos/IGN - ‎1 ora fa‎
Roma, 24 mar. - (Adnkronos) - Via libera della commissione Giustizia della Camera all'emendamento depositato dalla Lega Nord alla legge comunitaria che estende la responsabilita' civile dei magistrati ''a ogni violazione manifesta del diritto'' e non ...

GIUSTIZIA: DA COMMISSIONE SI' A NORMA RESPONSABILITA' TOGHE

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Roma, 24 mar - La commissione Giustizia della Camera ha dato parere favorevole all'emendamento presentato dal relatore leghista, Gianluca Pini, alla legge comunitaria 2010. L'emendamento estende la responsabilita' dei magistrati ad ogni ...

Giustizia, sì a responsabilità civile toghe Deputato Pd vota con ...

Il Messaggero - ‎1 ora fa‎
Giulia Bongiorno: norma intimidatoria. Emendamento leghista a legge comunitaria. Pd e Udc: Alfano cosa dice? ROMA - La Commissione Giustizia della Camera ha dato parere favorevole all'emendamento depositato dalla Lega al ddl comunitaria che estende la ...

GIUSTIZIA: RESPONSABILITA' TOGHE IN COMUNITARIA, OPPOSIZIONE INSORGE

Agenzia di Stampa Asca - ‎2 ore fa‎
Lo prevede un emendamento presentato in commissione Giustizia della Camera dal relatore leghista, Gianluca Pini. Ma e' gia' polemica, l'opposizione insorge e ne fa una ''questione di merito e di metodo''. L'emendamento in questione prevede la modifica ...

Giustizia/Battaglia in commissione su responsabilità civile toghe

TM News - ‎2 ore fa‎
Roma, 24 mar. (TMNews) - Non si è concluso in commissione Giustizia alla Camera l'esame del parere che i commissari devono esprimere alla 14ma commissione sull'emendamento alla legge comunitaria che modifica la normativa sulla responsabilità civile dei ...

GIUSTIZIA: FERRANTI, EMENDAMENTO PINI PER INTIMIDIRE MAGISTRATI

Agenzia di Stampa Asca - ‎23/mar/2011‎
(ASCA) - Roma, 23 mar - ''E' ben chiara ora la strategia della maggioranza: parlano della riforma epocale della giustizia da fare per via costituzionale per distrarre l'attenzione dell'opinione pubblica. E poi vanno avanti come treni sul conflitto di ...

Comunitaria,responsabilita' civile toghe

ANSA.it - ‎23/mar/2011‎
(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Con un emendamento al ddl della Comunitaria presentato da Gianluca Pini (Lega) si introduce di fatto la responsabilita' civile dei magistrati, anticipando cio' che intende fare il Guardasigilli con la riforma costituzionale ...

Giustizia, responsabilità civile per i magistrati<br ...

il Giornale - ‎23/mar/2011‎
Con un emendamento al ddl della Comunitaria presentato dal relatore leghista Gianluca Pini si introduce di fatto la responsabilità civile dei magistrati. Anticipando di fatto quanto intende fare il Guardasigilli Angelino Alfano, con la riforma ...

Responsabilità civile dei giudici, la maggioranza vota la stretta

Dire (Abbonamento) - ‎25 minuti fa‎
Estesa a "ogni violazione del diritto". In commissione alla Camera, emendamento alle legge Comunitaria 2010 votato da Pdl, Lega e dalla radicale Bernardini. Bongiorno: "Intimiderà le toghe" ROMA - Stretta sui giudici. La commissione Giustizia della ...

Giustizia,Costa:Su responsabilità magistrati seguito richieste Ue

La Politica Italiana - ‎32 minuti fa‎
ROMA - "Sull`emendamento alla legge comunitaria in materia responsabilità civile dei magistrati abbiamo semplicemente dato seguito alle richieste dell`Europa che con insistenza ci invitava da tempo ad adeguare la nostra legislazione". ...

Giustizia/ Passa la responsabilità civile dei magistrati

Libero News - ‎37 minuti fa‎
La commissione giustizia e la Commissione Ue della Camera hanno dato parere favorevole all'emendamento alla legge comunitaria 2010 sulla responsabilita' civile dei magistrati. Durissimo il giudizio dell'opposizione. "E' un golpe", ha commentato il capo ...

Giustizia: ok alla norma per la responsabilità dei magistrati

Italia News - ‎39 minuti fa‎
(IAMM) La Commissione Giustizia della Camera ha approvato l'emendamento della Lega Nord, presentato dal relatore del Carroccio Gianluca Pini, alla legge comunitaria 2010 che estende la responsabilità civile dei magistrati a ogni "violazione manifesta ...

Sì alla norma sulla responsabilità civile dei magistrati

Tg1 - www.tg1.rai.it - ‎48 minuti fa‎
La Commissione giustizia alla Camera ha dato parere favorevole all'emendamento depositato dalla Lega alla comunitaria che estende la responsabilità dei magistrati "ad ogni violazione manifesta del diritto". ROMA - La commissione giustizia della Camera ...

Giustizia, emendamento leghista sulla responsabilità dei giudici ...

Blitz quotidiano - ‎1 ora fa‎
ROMA – La Commissione Giustizia della Camera ha dato parere favorevole all'emendamento depositato dalla Lega al ddl comunitaria che estende la responsabilità dei magistrati ”ad ogni violazione manifesta del diritto”. Rita Bernardini del Pd ha votato ...

Giustizia, via libera alla norma per la responsabilità dei giudici

La Stampa - ‎1 ora fa‎
La commissione Giustizia della Camera ha approvato il parere favorevole all'emendamento presentato dal relatore leghista Gianluca Pini alla legge comunitaria 2010. Nell'emendamento, che fa riferimento a una procedura di infrazione aperta dalla ...

Ok commissione giustizia alla responsabilità civile delle toghe

TM News - ‎1 ora fa‎
Roma, 24 mar. (TMNews) - La commissione Giustizia della Camera ha approvato il parere favorevole all'emendamento presentato dal relatore leghista Gianluca Pini alla legge comunitaria 2010. Nell'emendamento, che fa riferimento a una procedura di ...

Responsabilità civile pm Arriva l'ok in Commissione

Libero-News.it - ‎1 ora fa‎
La giunta Giustizia della Camera approva l'articolo che prevede che i magistrati siano direttamente responsabili degli atti compiuti in violazione dei diritti, al pari degli altri funzionari e dipendenti dello Stato. ..
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 24/03/2011 @ 16:59:11, in Magistratura, linkato 1355 volte)
Yahoo una sentenza straordinaria per About Elly


E' la nona sezione del Tribunale di Roma a dar prova di una reale volontà di riordinare la rete e, proprio come i precedenti sulle violazioni alla privacy di Google video, colpisce il motore di ricerca di Yahoo! per la distribuzione dei link ai siti del file sharing e dello streaming gratuito del film About Elly, del regista  Asghar Farhadi, leone d'argento per la miglior regia al festival di Berlino del 2009.

In rete sono già scatenati e anche i bloggers giornalisti han già offerto la parola ai soliti commentatori, che io personalmente non apprezzo ne punto, ne poco. Il problema è che, salvo i soliti proclami, non han detto nulla di concreto, ne spiegato il dispositivo della sentenza. Figurarsi cos'han da dire codesti giuristi della rete in merito al "diritto", se possono così mistificare sul commercio. Come ho detto: il dl 70 del 2003 è un dito che non copre fenomeni come Pirate Bay.

Tant'è e dopo aver scorso una dozzina di articoli tra blog e quotidiani online, letteralmente infarciti a bocca larga come ranocchie delle tematiche della "libertà della rete", non son riuscita a capire se si è trattato di una sentenza penale o civile, anche se opterei per quest'ultima branca della giurisdizione che mi pare più confacente all'argomento diritti e copyright.

Il dispositivo della sentenza dal Corriere Sera sul comunicato Open Gate Italia:

La nona sezione del Tribunale di Roma ha inibito al motore di ricerca Yahoo! «la prosecuzione e la ripetizione della violazione dei diritti di sfruttamento economico sul film About Elly mediante il collegamento ai siti riproducenti in tutto o in parte l'opera, diversi dal sito ufficiale del film».
Il Tribunale di Roma, prosegue, «ha riconosciuto l'imputabilità alla parte resistente Yahoo!, unica legittimata nel procedimento nella qualità di provider gestore del servizio Web Search, della responsabilità per contributory infringement per l'attività di gestione del motore di ricerca nella misura in cui questi effettuano, attraverso specifici link, il collegamento a siti pirata, che permettono la visione in streaming o il downloading e peer to peer del film About Elly senza autorizzazione da parte del titolare dei diritti di sfruttamento economico sull'opera e quindi in lesione del diritto patrimoniale di autore».

Mi rende lieta apprendere che dal marasma dei commentatori e politologi della rete non siano trapelati i nomi dei giudici della nona del Tribunale di Roma, oppure certo essi subirebbero i lazzi e le minacce già viste nei confronti di altri precursori del diritto nella rete.

Detto ciò, in merito all'orientamento della sentenza mi dichiaro personalmente soddisfatta, perché alle istanze dell'indotto professionale che realizza il "Cinema" si risponde, finalmente, punendo le distrazioni di grandi multinazionali quotate in Borsa e non più punendo il singolo "scaricone" nostrano che, con i tempi che corrono, compensa il non avere soldi per recarsi al cinema con lo streaming del film preferito.

Le politiche del file sharing però sono e restano un argomento ancor periglioso sia per il cinema, che per la magistratura progressista, che rischia sempre di percorrere il binario giudiziario del più uguale degli altri di fronte alla legge. Come dicevo ad un mio amico giornalista, nel web convivono società commerciali ricche tanto quanto Mediaset, ma non altrettanto "trasparenti" e che, soprattutto, non redistribuiscono sulla base i propri proventi, non creano nuova occupazione e quindi non generano "nuova ricchezza", in un circuito chiuso e stantio.

Così è per i mastodontici server eDonkey e per gli antidiluviani server tracker Torrent, storicamente legati alle grandi webfarm della distribuzione di pornografia ed unica loro opera falso umanitaria/pro commercio privato. Altrettanto voluminose sono le società "ippopotamo", cioè le webfarm dello streaming, che però sono più tracciabili dall'italia e dall'estero per l'iscrizione a pagamento via PayPal e via Carte di Credito, e che offrono servizi nell'illegalità simili in tutto alle pay tv ai quali l'utenza aderisce senza comprendere anche in buona fede.

Il vero ostacolo è tutto qui, perché un pm o un giudice d'assalto che volesse scardinare un "ippopotamo", appurati i volumi economici dall'Italia verso l'estero avrebbe bisogno di un canale aperto per il tavolo della firma per le "rogatorie internazionali" del min giustizia. Inoltre, il prode magistrato dovrebbe essere dotato di calma certosina e sangue freddo perché dopo i bunker post bellici di Pirate Bay, potrebbe imbattersi in una webfarm collocata negli states presso una ridente "Riserva Indiana", offlimits anche per agli americani.

Queste sono, inoltre, le ragioni per le quali io non riconosco nessun portavoce dei diritti del fantomatico Popolo della Rete, mentre la rete è un luogo ove si perseguono logiche meramente commerciali. Una intera generazione di avvocati, che hanno praticato il web solo per la difesa dei primi truffatori del porno, non rappresenta il "popolo della rete" e nulla conosce della rete se non i consumi sulle percentuali della popolazione interessata. Idem per i giornalisti: tutti quelli che non narrano queste verità fondanti la Rete sono da classificarsi embedded della peggior specie.

Qui, nel web, la democrazia e la civiltà della cultura deve ancora arrivare...

Loredana Morandi
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 24/03/2011 @ 15:22:25, in Magistratura, linkato 1580 volte)
Carabinieri, politici, lobby
Caccia ai segreti della P4


L'inchiesta di Napoli fa tremare i palazzi del potere. Il maresciallo fuggito all’estero: «La mia vita è stata devastata»

NICCOLÒ ZANCAN

Ultimo messaggio su Facebook: «Ho creduto in alcuni valori, indirizzando la mia azione, onore, fedeltà e lealtà, ora...». Ora il maresciallo del Ros Enrico La Monica, 43 anni, due lauree e l’ambizione di diventare un agente dei servizi segreti, sta riparato in Senegal. Da un villetta di Dakar, la città della moglie, spedisce certificati medici per giustificare la sua assenza. «Da due mesi sono seguito da uno psicologo - ci scrive - non sono nelle condizioni di tornare. Quello che mi è successo mi ha devastato la vita».

La procura di Napoli non crede all’onore e alla lealtà del maresciallo La Monica, questo è successo. E intrecciando i suoi movimenti con un vorticoso giro di schede telefoniche intestate a diversi prestanome, ha messo in piedi quella che viene considerata una delle più potenti inchieste sul malaffare italiano degli ultimi anni. Un giro di spioni, lobbies, favori e ricatti. Un sistema parallelo in grado di promuovere e distruggere persone e cordate, favorire assegnazioni di appalti e insabbiare reati, usando in modo scientifico notizie riservate, ovvero «la macchina del fango».

L’inchiesta dei pm Henry John Woodcock e Francesco Curcio è stata ribattezzata P4, ma a ben guardare non mancano punti di contatto con l’originaria P2 e il filone romano della P3. Sono nomi che ritornano. Ieri un vertice fra i capi delle procure di Roma e Napoli.

Perché partendo dal maresciallo del Ros, gli investigatori napoletani sono arrivati molto più in alto. Dall’indagine finora è trapelato pochissimo, ufficialmente La Monica è ancora l’unico indagato. Ma si può pesare la caratura della storia mettendo in fila i nomi dei testimoni già sentiti: il presidente dell’Eni Paolo Scaroni, i ministri Mara Carfagna e Stefania Prestigiacomo, il finanziere Francesco Micheli, il direttore dei servizi segreti militari Adriano Santini, l’editore dell’Avanti Valter Lavitola e il direttore delle relazioni esterne di Finmeccanica Lorenzo Borgogni (sentito ieri a Roma). Altri, come il coordinatore del Pdl Denis Verdini, potrebbero essere convocati nei prossimi giorni.

A cosa servivano quelle schede telefoniche? Come mai, a un certo punto, le conversazioni sono ammutolite simultaneamente? Chi ha avvisato il maresciallo delle indagini in corso? E quindi: quante sono le talpe, gli spioni, i procacciatori di notizie riservate? Nell’inchiesta ci sarebbero anche i nomi di alcuni giornalisti. Mentre si attende l’interrogatorio di Luigi Bisignani, come possibile svolta.

Bisignani, dunque. Ex redattore dell’Ansa, andreottiano di ferro, uomo d’affari, ora consulente di Gianni Letta. Il suo nome era già negli elenchi della P2 di Licio Gelli, condannato in Cassazione per la maxi tangente Enimont a 2 anni e 8 mesi. È personaggio di cerniera fra la prima e la seconda repubblica, un po’ come il faccendiere Flavio Carboni lo è nell’inchiesta romana della P3.

Finora non è ancora stato interrogato, ma ha mandato avanti gli avvocati Fabio Lattanzi e Giampiero Pirolo per dichiarare la sua disponibilità. «Parlare di collaborazione non mi sembra corretto - spiega Pirolo - ma c’è l’intenzione di chiarire e spiegare. Fermo restando che raccomandare qualcuno non è un reato». Considerazione importante. Perché c’è chi ipotizza che il radicamento napoletano dell’inchiesta, più che al maresciallo La Monica, sia dovuto all’ex magistrato napoletano Alfonso Papa, ora deputato del Pdl. In particolare interessa la modalità della sua ascesa politica.

Papa, dopo un’intervista al Giornale datata 18 dicembre («È un complotto. Vogliono colpirmi come giudice e come politico»), si è chiuso in un silenzio più conciliante. Oggi dice: «Ho la massima fiducia nella magistratura. Sì, conosco Bisignani. Ci siamo incontrati in ospedale attraverso una persona che non c’è più. Quanto al carabiniere La Monica, lo conosco come lo conosce tutta la procura di Napoli, perché è stato legato sentimentalmente a una pm». Lavitola, già coinvolto nella vicenda dei documenti sulla casa di Giancarlo Tulliani a Montecarlo, è molto esplicito: «Sono stato sentito in qualità di testimone. Conosco il maresciallo La Monica perché è venuto a cercarmi personalmente. Mi ha detto che voleva essere la mia fonte sulla piazza di Napoli. Ma tutte le notizie che mi portava le leggevo il giorno stesso su altri giornali. Non era un granché come informatore...».

Domani si apre la settimana cruciale. Il pm Woodcock dice soltanto: «Per noi questo è il momento del silenzio». Il colonnello Giovanni De Chiara, comandante della sezione anticrimine di Napoli, spiega: «Sono molto dispiaciuto. Credo che il maresciallo La Monica dovrebbe tornare in Italia per dare la sua versione dei fatti. I magistrati non mangiano nessuno». E chissà quante cose avrebbe da raccontare il pesce più piccolo dell’inchiesta. Uno che ha «Il Padrino» come film del cuore, «Report» in cima alla classifica delle preferenze televisive e l’amicizia su Facebook del giornalista e deputato ultraberlusconiano Giancarlo Lehner. «Mi piacerebbe parlare e sfogarmi un po’ - scrive La Monica da Dakar - ma i miei avvocati mi hanno ordinato il silenzio».

La Stampa http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/393153/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 24/03/2011 @ 06:43:12, in Magistratura, linkato 1413 volte)
LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA:
LA POSIZIONE DI M.I.




 
Magistratura Indipendente è fermamente contraria al progetto di riforma costituzionale presentato dal governo.
 
Per la seconda volta, a distanza di pochi anni, questa maggioranza elabora un progetto di riforma della giustizia che non è di alcuna utilità per i cittadini. Le proposte non incidono sui veri nodi della giustizia civile e penale e trascurano del tutto le gravissime disfunzioni con le quali i magistrati italiani fanno quotidianamente i conti e che finiscono col pesare intollerabilmente sulle parti che si affidano alla Giustizia.
 
In particolare, il progetto di riforma costituzionale appena varato:

-  contrasta col principio fondamentale di ogni società civile della separazione dei poteri e crea un chiaro rapporto di dipendenza dei magistrati dal potere esecutivo;
-  indebolisce l’autonomia e l’indipendenza della magistratura, fra l’altro cancellando anche il principio d’inamovibilità dei giudici;
-  intimorisce i magistrati chiamati a proteggere le parti deboli nei confronti dei poteri economici forti, mediante l’introduzione della responsabilità civile diretta del giudice e del P.M. nel processo civile e penale;
-  pone le basi per l’inevitabile paralisi del sistema, in quanto ad ogni lite principale corrisponderà una lite secondaria di responsabilità promossa dalla parte soccombente o dall’imputato condannato;
-  pregiudica la tutela delle vittime dei reati, abolendo l’obbligatorietà dell’azione penale.
 
Una riforma seria avrebbe dovuto, invece, affrontare ben altri temi, quali:

-  una seria depenalizzazione del sistema, quale alternativa alla facoltatività dell’azione penale, che prenda atto della circostanza che l’Italia ha il più  alto numero di reati tra gli ordinamenti giuridici dei Paesi    occidentali;
-  il ripristino di un equilibrato rapporto tra l’abnorme e spesso irragionevole numero di domande civili e le inadeguate strutture chiamate a fronteggiare a queste istanze;
-  la revisione della geografia giudiziaria e delle piante organiche che devono essere adeguate ai carichi di lavoro;
-  la semplificazione di tutte le procedure giudiziarie inutilmente macchinose;
-  una generale e rapida informatizzazione della giustizia che, nella sostanza, è oggi del tutto assente.
 
E’ dunque mistificante additare la magistratura come la causa del malfunzionamento della Giustizia. La magistratura è l’unica categoria che, per effetto della manovra finanziaria del 2010, si vedrà per tre anni ridotta lo stipendio e prosciugati i mezzi per svolgere con adeguata professionalità il suo servizio. Le statistiche di tutti gli altri Paesi europei evidenziano che i magistrati italiani sono tra i più produttivi a livello internazionale. Secondo i dati della Commissione europea, la magistratura ordinaria costituisce la categoria professionale italiana con il più rigoroso sistema disciplinare.
 
La riforma denota quindi un approccio incomprensibile, inutile, confuso e punitivo, che si rivolge in danno del cittadino più debole, il quale nella separazione dei poteri ed in una magistratura autonoma ed indipendente trova il sigillo della propria garanzia.
 
Parimenti fuorviante è il modo in cui viene presentato il disegno di legge sul cosiddetto processo breve, che – lungi dal costituire un’effettiva soluzione alle lungaggini del processo – si tradurrà in una moltiplicazione dei casi di denegata giustizia.
 
Non c’è dubbio che il sistema giustizia necessiti di riforme che ne garantiscano l’efficienza e l’effettività. Ma la riforma in questione non è la risposta ai veri problemi della giustizia ed anzi, se dovesse essere approvata nei termini in cui  è stata illustrata, finirà con l’aggravarli.
 
Per tutti questi motivi, deve essere ribadita la ferma contrarietà alla proposta del Governo.
 
A tal fine, l’azione dell’A.N.M. deve essere quanto più possibile ferma, coerente, credibile e costruttiva, fino a riacquisire il ruolo di reale interlocutore istituzionale tecnico-professionale.  La Magistratura ha il diritto ed il dovere di spiegare  i no alla riforma: le motivazioni e gli argomenti non mancano e vanno portarti avanti nel modo più incisivo.
 
Tutto questo in un contesto di inequivoco rigore istituzionale e di rispetto delle prerogative di tutti gli organi costituzionali, rifuggendo da iniziative  o atteggiamenti che finiscono per attribuire alla Magistratura, con tutte le strumentalizzazioni, che ne possono derivare, una connotazione politica di parte, così indebolendo, anche agli occhi dell’opinione pubblica, la credibilità delle nostre ragioni.
 
Magistratura Indipendente pertanto propone:

-  la proclamazione dello stato di agitazione permanente;
-  la convocazione permanente del Comitato direttivo centrale, cui venga demandata ogni determinazione sulle iniziative da assumere in merito a possibili interlocuzioni con le forze politiche ed istituzionali;
-  l’elaborazione di forme di comunicazione massmediatiche per spiegare ai cittadini il significato delle nostre posizioni;
-  l’indizione di una o più giornate sulla Giustizia, fuori dagli orari di udienza, negli uffici giudiziari aperti agli operatori ed ai cittadini.
 
Cosimo Maria Ferri                   Stefano Schirò
Segretario Generale                  Presidente
 
-------------------------------------------------------------------
 
Magistratura Indipendente oggi vota il documento unitario proposto dalla GEC sul contenuto di merito della riforma, che si sovrappone in larga parte al documento già predisposto autonomamente dal nostro gruppo.
Il gesto esprime una piena adesione al contenuto della ferma contestazione della riforma ed al contempo un gesto di doveroso superamento, in un momento di estrema criticità per la Giustizia, delle separazioni e delle contrapposizioni interne al CDC, per le quali Magistratura Indipendente sta all’opposizione da oltre quattro anni.
Dalla questione di merito, tuttavia, va tenuta separata la questione di metodo.
In questo particolare clima di ostilità, l’azione dell’A.N.M. deve essere quanto più possibile ferma, coerente, credibile e costruttiva. L’A.N.M. deve riappropriarsi del ruolo di reale interlocutore istituzionale tecnico-professionale. Spiegare le ragioni del “no” alla riforma è un diritto ed un dovere della Magistratura associata. Le motivazioni e gli argomenti non mancano e vanno portarti avanti nel modo più incisivo.
Per queste ragioni è irrinunciabile attenersi alla più rigorosa correttezza istituzionale ed al rispetto delle prerogative di tutti gli organi costituzionali. La Magistratura associata deve rifuggere da iniziative o atteggiamenti che la espongono a possibili strumentalizzazioni. Diversamente si indebolirebbe, anche agli occhi dell’opinione pubblica, la credibilità delle nostre ragioni. Magistratura Indipendente, pertanto, chiede che l’A.N.M. si impegni in tutte le sue componenti ad evitare per il futuro di assumere iniziative isolate e non concordate all’interno del CDC, che possano dare la parvenza di una assunzione di una connotazione politica.

http://www.magistraturaindipendente.it/mi/?id=705&sid=0
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 23/03/2011 @ 13:12:32, in Magistratura, linkato 1672 volte)

Per una volta mi permetto di dissentire sulla dichiarazione del Dott. Gratteri, nel titolo dell'articolo dal Corsera. A mio personalissimo avviso "non è Berlusconi" ad aver fatto meglio, bensì le forze dell'ordine. Naturalmente orientate con un governo di centro destra si sentono stimolate a far meglio, le vicende giudiziarie del paese invece confermano che lo sforzo è inutile se il marcio è al governo. Prova ne sia l'attuale sbando, rilevabile anche attraverso i media, in seno alle forze dell'ordine. L.M.

GIUSTIZIA, parla il PROCURATORE AGGIUNTO di REGGIO CALABRIA

Gratteri: «Contro le mafie Berlusconi
ha fatto meglio di Prodi»

In prima fila contro la 'ndrangheta però lancia l'allarme: «Se passa questa riforma della Giustizia è la fine»

MILANO - «No a riforme urlate, ma proposte concrete». Nicola Gratteri parla di un migliore sistema giudiziario per sconfiggere le mafie con Antonio Nicaso, uno dei massimi esperti di 'ndrangheta al mondo, con cui ha pubblicato un libro dal titolo: La giustizia è una cosa seria. Il Procuratore della Repubblica aggiunto di Reggio Calabria, non sceglie la piazza come ha fatto Ingroia: «Io non sarei andato per evitare strumentalizzazioni. Occorre non dare alibi in questo momento». Gratteri per criticare la riforma della Giustizia elaborata dal ministro Alfano, sceglie il palco della libreria Feltrinelli di Milano. Una platea più piccola con cui ragionare. E lo fa in barba a tutte le polemiche con un volume edito da Mondadori: «L'editore non mi ha cambiato neanche una virgola. Scriverò ancora per loro».

BERLUSCONI-PRODI - Poi spiazza il pubblico in sala: «Se confrontiamo i 18 mesi dell'ultimo governo Prodi con il governo Berlusconi, ebbene l'attuale esecutivo ha fatto di più in tema di lotta alla mafia. Almeno tre cose importanti. La prima: ha abolito il patteggiamento in appello che riduceva ad esempio pene di 27-28 anni si riducevano a pene ridicole di 6-7 anni. Secondo: ha fatto in modo che si possano confiscare i beni anche ai figli dei mafiosi che li ereditavano dai padri. Terzo: ha reso ancora più duro il 41 bis. Punto e a capo. Con la stessa franchezza occorre dire che se passa il ddl Alfano come è ora sarà un apocalisse. Potremo dire addio alla lotta alla mafia».

LA RIFORMA - E snocciola la sua ricetta. Processo breve: «I dibattimenti - afferma - potrebbero durare meno solo con l'informatizzazione, che abbatterebbe anche costi e abusi». L'indipendenza del pm: «Non possono esserci scelte costituzionali mirate che consentano alla politica di controllare il giudice, ma neanche leggi che possano ostacolare il sistema giudiziario nella persecuzione dei reati». Separazione della carriere: «Non è un dogma anche se l''unicità della carriera costituisce una maggiore garanzia di agganciamento del pubblico ministero a una cultura giurisdizionale. E c'è anche il rischio che se la carriera della polizia giudiziaria dipendesse dal politico di turno, avalleremmo solo corruzione». Poi aggiunge: «Se la polizia non ha l'obbligo di comunicare la notizia di reato immediatamente alla Procura, più giorni passano e maggiore è la possibilità di interferenza, di infiltrazione e di pressioni sulla polizia giudiziaria e di annacquare la notizia di reato». Revisione delle circoscrizioni giudiziarie «che ricalcano ancora lo schema ottocentesco», depenalizzazione dei reati minori «per riservare il processo penale alle questioni di maggiore allarme sociale», scrematura delle cause inutili per i reati di poco conto, riorganizzazione della rete dei tribunali in un «progetto di geografia giudiziaria».

LA LOMBARDIA - «Dopo 25 anni adesso è chiaro a tutti che la 'ndrangheta è arrivata a Milano». E in sala si lascia scappare una frecciatina: «Persino un ragazzino sa che a Milano c'è la 'ndrangheta mentre un prefetto non lo sa». Un intero capitolo racconta i legami tra il Sud e la Lombardia (usura, estorsione, infiltrazioni negli appalti, movimento terra, riciclaggio, traffico di droga, l'Expo 2015), e ovviamente è ampia la descrizione dei rapporti con il potere politico. «Per beccare la zona grigia occorrono le prove, serve molta pazienza investigativa».

LA SCUOLA - Gratteri si è detto anche convinto che «con questo sistema giudiziario e scolastico non andiamo da nessuna parte nella lotta alle mafie. Quanto alla scuola, è necessario il tempo pieno per togliere i figli di famiglie 'ndranghetiste alla cultura mafiosa che respirano in casa». Con un sistema giudiziario proporzionato alla realtà criminale, nell'arco di cinque potremmo abbattere le mafie del 70%». Il suo futuro? «Sicuramente da magistrato. Questo lavoro ancora mi emoziona».

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 23/03/2011 @ 11:05:30, in Politica, linkato 1798 volte)
Il principio è quello noto: "La legge è uguale per tutti, ma alcuni sono più uguali di altri". L.M.

Sì alla prescrizione per gli incensurati

di Luca Ostellino

Silvio Berlusconi lo aveva assicurato. Sul delicato fronte giustizia, la maggioranza è determinata ad andare avanti senza indecisioni non solo sulla riforma costituzionale, ma anche su tutti i provvedimenti ordinari necessari a migliorare il funzionamento del sistema. A confermarlo è il doppio impegno sul processo breve, ribattezzato "prescrizione breve", dopo il contestato via libera di ieri da parte della commissione Giustizia della Camera, e sul "conflitto di attribuzioni" per il caso Ruby, su cui sempre ieri la giunta per le autorizzazioni di Montecitorio ha ascoltato quattro costituzionalisti ed esprimerà oggi il proprio parere.

Il grande protagonista della giornata parlamentare è stato Maurizio Paniz (Pdl), relatore in commissione sulla prescrizione breve e in giunta per la questione del conflitto di attribuzioni. In base agli emendamenti di Paniz sul processo breve, votati dalla sola maggioranza e da Antonio Di Pietro (per lasciare agli atti il voto contrario dell'Idv) mentre Pd e Terzo polo hanno abbandonato per protesta la commissione, il provvedimento, che approderà in aula lunedì prossimo, non prevede più l'estinzione dei processi che durano oltre i limiti fissati, ci sarà solo una segnalazione sullo "sforamento" dei tempi al ministro della Giustizia e al pg della Cassazione. Viene così meno la ragione principale delle polemiche nate all'epoca dell'approvazione al Senato, ovvero la cancellazione, secondo le accuse di opposizioni e Anm, di centinaia di migliaia di processi. Lo scontro si è però spostato e radicalizzato ieri sull'articolo 4-bis, introdotto da un altro emendamento Paniz, che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati non ancora condannati con sentenza di primo grado: una norma ad personam, attaccano le opposizioni, per mettere Silvio Berlusconi al riparo dai processi nei quali è imputato.

«Non c'è nulla di "ad personam" in questo testo», spiega il relatore, smentendo le accuse che la cosiddetta prescrizione breve possa riguardare i procedimenti del premier, in particolare il processo Mills. «Non ci può essere una sola persona che pensi che da qui al febbraio 2012 il processo Mills arrivi a una sentenza di primo, secondo, o terzo grado. Mills si prescrive nella vigenza della normativa attuale», sottolinea Paniz, per il quale Berlusconi «verrà assolto, ma se anche ci fosse un'eventuale impugnazione, ad esempio contro una sentenza di assoluzione in primo grado non si arriverebbe mai a una sentenza definitiva» per quella data.

Quanto al conflitto di attribuzioni per il caso Ruby, su cui oggi la giunta per le autorizzazioni darà il proprio parere (non vincolante) su richiesta dell'ufficio di presidenza di Montecitorio, Paniz avverte che ribadirà la competenza del Tribunale dei ministri sul caso Ruby pronunciandosi a favore della richiesta di sollevare conflitto di attribuzioni contro i magistrati milanesi. L'opposizione, però, insorge. «Prescrizione breve: ecco la riforma epocale della giustizia targata destra», commentano i leader del partito democratico, da Bersani a D'Alema. Per Andrea Orlando, responsabile giustizia del Pd, «ancora una volta le esigenze del premier hanno prevalso su tutto il resto, con buona pace del confronto e dei tanto vantati toni dialoganti», ha ricordato Orlando. «Come è sempre accaduto in questi anni, alla fine hanno prevalso i falchi e non è stato possibile spostarsi dalle leggi ad personam».

La verità, attacca il capogruppo del Pd in commissione giustizia Donatella Ferranti, «è che la maggioranza sta approfittando del fatto che l'opinione pubblica è distratta dalle notizie sulla guerra per andare avanti con le norme sulla giustizia».
Per i centristi, che come Pd e Fli hanno abbandonato la commissione, «non serviva più a nulla dare il nostro contributo visto che non c'era più nulla da costruire». Ormai la parte del testo che interessava, gli fa eco Roberto Rao (Udc), e cioè la misura che riduce i tempi di prescrizione, era passata. Ma la battaglia, assicura Di Pietro, continuerà anche in aula.

Il Sole 24 ore

articoli correlati


La Rassegna

Giustizia Processi più rapidi per gli incensurati Sì in ...

il Giornale - ‎2 ore fa‎
Processi più rapidi per chi è incensurato. La commissione Giustizia della Camera ha dato il via libera alla cosiddetta «prescrizione breve», alias alla riduzione dei tempi di caduta in prescrizione del reato da un quarto a un sesto nel caso in cui ...

Il premier abbatte due ostacoli

La Stampa (Blog) - ‎3 ore fa‎
L'approvazione a passo di carica ieri in commissione giustizia della norma che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati è in qualche modo una conseguenza della crisi internazionale. Indiretta, s'intende. Perché sarebbe stato certo più ...

Sì alla prescrizione per gli incensurati

Il Sole 24 Ore - ‎3 ore fa‎
Silvio Berlusconi lo aveva assicurato. Sul delicato fronte giustizia, la maggioranza è determinata ad andare avanti senza indecisioni non solo sulla riforma costituzionale, ma anche su tutti i provvedimenti ordinari necessari a migliorare il ...

Processo breve/ Ok a taglio prescrizione, l'opposizione insorge

TM News - ‎13 ore fa‎
Roma, 22 mar. (TMNews) - La commissione Giustizia della Camera ha terminato il lavoro sugli emendamenti alla proposta di legge del processo breve: così com'è stata ridefinita dal relatore Maurizio Paniz (Pdl), la nuova normativa non prevede più ...

PROCESSO BREVE: OK PRESCRIZIONE, PD-UDC-FLI LASCIANO COMMISSIONE ...

Agenzia di Stampa Asca - ‎14 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 22 mar - Via libera della commissione Giustizia della Camera alla proposta di legge sul processo breve, profondamente modificato rispetto al testo licenziato gia' in prima lettura dal Senato. Si e' concluso dunque l'esame degli ...

PROCESSO BREVE: PD, PDL APPROFITTA DI GUERRA PER 'LEGGI AD PERSONAM'

Agenzia di Stampa Asca - ‎15 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 22 mar - ''Sono spudorati, altro che riforme epocali, questa e' una maggioranza fondata sulle leggi ad personam: con queste basi il confronto con le opposizioni e' impercorribile e sono da rispedire al mittente gli appelli al dialogo che ...

PROCESSO BREVE: PD-UDC-FLI ABBANDONANO LA COMMISSIONE. RIMANE IDV

Agenzia di Stampa Asca - ‎15 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 22 mar - Il Partito Democratico, L'Udc e Fli hanno abbandonato la commissione giustizia della Camera dove e' in corso la votazione agli emendamenti della proposta di legge sul processo breve. La decisione e' stata presa a causa ...

Processo breve, sì a norma salva premier

La Repubblica - ‎15 ore fa‎
Via libera della commissione giustizia della Camera all'emendamento del relatore al ddl Maurizio Paniz che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati. Pd, Udc e Fli abbandonano la commissione ROMA - Riecco la norma salva-premier. ...

Processo breve, ridotti i tempi

Corriere della Sera - ‎16 ore fa‎
ROMA - La Commissione giustizia della Camera ha approvato la norma presentata dal relatore Maurizio Paniz al testo sul processo breve che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati. Una mossa che potrebbe accorciare di circa 8 mesi la vita del ...

Processo breve, ok prescrizione ridotta Opposizioni: ad personam ...

Il Messaggero - ‎16 ore fa‎
ROMA - La Commissione giustizia della Camera ha approvato la norma presentata dal relatore Maurizio Paniz al testo sul processo breve che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati. Tutta l'opposizione ha votato contro. ...

Processo breve, ok dalla Commissione alla prescrizione abbreviata

TM News - ‎16 ore fa‎
Roma, 22 mar. (TMNews) - La commissione Giustizia della Camera ha approvato l'emendamento presentato dal relatore della proposta di legge sul processo breve, Maurizio Paniz (Pdl), che introduce la prescrizione abbreviata per gli incensurati. ...

Via libera della commissione giustizia alla norma taglia ...

Il Sole 24 Ore - ‎17 ore fa‎
Ok della commissione giustizia della Camera all'articolo 4 bis proposto con un emendamento del relatore al provvedimento, Maurizio Paniz, che riduce da un quarto a un sesto il tempo necessario alla prescrizione per gli incensurati. ...

PROCESSO BREVE, APPROVATA NORMA.Giustizia, opposizione vota contro

TGCOM - ‎17 ore fa‎
17:54 - La Commissione Giustizia della Camera ha approvato l'emendamento presentato dal relatore del ddl sul cosiddetto processo breve, Maurizio Paniz. La nuova norma riduce i tempi di prescrizione per gli imputati incensurati, nei confronti dei quali ...

Processo breve, approvato emendamento che riduce i tempi per la ...

Adnkronos/IGN - ‎17 ore fa‎
Roma, 22 mar. (Adnkronos) - La commissione Giustizia della Camera ha approvato l'emendamento presentato dal relatore Maurizio Paniz al ddl sul cosiddetto processo breve che riduce i termini per la prescrizione per gli imputati incensurati nei confronti ...

PROCESSO BREVE: APPROVATA NORMA 'TAGLIA' PRESCRIZIONE INCENSURATI

Agenzia di Stampa Asca - ‎17 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 22 mar - Approvato in commissione giustizia della Camera l'emendamento sulla 'prescrizione breve per gli imputati incensurati' presentato dal relatore di maggioranza Maurizio Paniz (Pdl). L'emendamento prevede l'inserimento nella ...

PROCESSO BREVE: POMERIGGIO VOTO SU PRESCRIZIONE. PD, NORME ...

Agenzia di Stampa Asca - ‎21 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 22 mar - Slitta nel pomeriggio, in commissione Giustizia alla Camera, il voto sulla cosiddetta 'prescrizione breve'. Bocciati intanto tutti i sub-emendamenti, presentati dall'opposizione, all'articolo 4 bis. Soppresso l'articolo 1, ...

Corruzione senza prescrizione

La Repubblica - ‎21/mar/2011‎
Passerà la prescrizione breve per gli incensurati, ma l'ex toga Donatella Ferranti ha deciso di dare filo da torcere ai berluscones. Non che abbia fatto altro in questi due anni di legislatura per la verità. Ex pm a Viterbo, rigida segretaria generale ...

Giustizia: la Camera approva le modifiche di Paniz sulla norma sui ...

NanoPress - ‎28 minuti fa‎
La Commissione Giustizia della Camera ha approvato il nuovo testo presentato dall'avvocato Maurizio Paniz sulla norma sui tempi di prescrizione dei processi.La modifica distingue tra incensurati e recidivi prevedendo per i primi un'ulteriore riduzione ...

RIFORMA GIUSTIZIA LA COMMISSIONE HA DETTO SI ALL'EMENDAMENTO DEL ...

We-News - ‎47 minuti fa‎
Ieri la commissione giustizia della camera ha approvato l'emendamento alla legge sul processo breve che istituisce l'estinzione dei reati in tempi accorciati per coloro che risultano incensurati. L'emendamento in pratica riduce da un quarto a un a un ...

Processo breve, Commissione Giustizia approva prescrizione ridotta ...

Italia News - ‎57 minuti fa‎
(IAMM) Si riduce il tempo necessario alla prescrizione dei reati commessi dagli incensurati. Questo stabilisce l'emendamento proposto e approvato ieri da Maurizio Paniz dalla Commissione Giustizia della Camera. L'opposizione ha lasciato l'aula in segno ...

Giustizia, ok a norma salva premier

L'Essenziale - ‎1 ora fa‎
Via libera della commissione Giustizia della Camera alla proposta di legge sul processo breve, mentre è passata - tra le polemiche dell'opposizione - la norma, presentata dal relatore di maggioranza Paniz, che introduce l'articolo 4-bis e che prevede ...

Prescrizione breve per gli incensurati: Berlusconi eviterebbe ...

Business Online - ‎1 ora fa‎
La maggioranza continua ad andare avanti sul fronte della giustizia e dopo l'approvazione della nuova riforma Alfano, arriva il si alla prescrizione per gli incensurati. La commissione Giustizia della Camera ha, infatti, approvato la norma che riduce i ...

Parlamento, Prescrizione breve e Conflitto di attribuzione in ...

BlogLive.it - ‎1 ora fa‎
Mentre la gran parte del dibattito politico si concentra sull'attegiamento da assumere nei confronti dell'attacco in Libia, il lavoro del Parlamento procede spedito anche sulle altre questioni, in particolare quelle della “prescrizione breve” e del ...

Silvio Berlusconi/ prescrizione breve ad personam in arrivo

Gossip Italiano.it - ‎3 ore fa‎
Silvio Berlusconi avrà l'ennesima legge ad personam, cancellati alcuni processi con emendamento Paniz 4 bis. RIFORMA GIUSTIZIA – Niccolò Ghedini e Silvio Berlusconi avevano assicurato “nessuna legge ad personam”, ma non ci avevano creduto neanche i ...

GIUSTIZIA - Passa la prescizione breve, è polemica da Pd e Udc

italiah24.it - ‎12 ore fa‎
ROMA - La commisione giustizia della Camera ha approvato gli emendamenti alla proposta di legge sul processo breve. L'opposizione ottiene la rifolmulazione della norma riguardante l'estinzione dei processi che durano oltre i limiti stabiliti, ...

Processo breve, sì in commissione. Udc, Fli e Pd lasciano l'aula

SiciliaInformazioni.com - ‎13 ore fa‎
Via libera dalla commissione Giustizia della Camera al cosiddetto processo breve, anche se cambia radicalmente il testo originario. In base ad un emendamento proposto dal relatore Maurizio Paniz e approvato con i voti del centrodestra, se i cosiddetti ...

Processo breve, critico il Pd: ecco la riforma epocale

Italia News - ‎14 ore fa‎
(IAMM) Non tardano ad arrivare le reazioni dell'opposizione alla norma Paniz, dopo il via libera in commissione Giustizia di Montecitorio all'emendamento sul ddl al processo breve che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati. ...

Processo breve, riecco la norma salva-premier

RomagnaOggi.it - ‎14 ore fa‎
ROMA - La Commissione giustizia della Camera ha approvato, a maggioranza, la norma taglia-prescrizione per gli incensurati. Durante il voto sugli emendamenti è passato l'emendamento Paniz quattro-bis che premia chi ha la fedina pulita e allunga i tempi ...

Berlusconi è incensurato, aiutiamolo - Rinascita.eu

Rinascita - ‎14 ore fa‎
L'accordo era: tu, maggioranza, non fai più norme ad personam e noi, opposizione, accettiamo di confrontarci sulla riforma della giustizia. Ieri alla Camera, in commissione Giustizia, la guerra è divampata più di prima. Maurizio Paniz, parlamentare Pdl ...

Processo breve, prescrizione ridotta per gli incensurati

Il Quotidiano Italiano - ‎14 ore fa‎
Processo breve, anzi brevissimo. La Commissione Giustizia della Camera dei deputati ha approvato l'emendamento al testo del disegno di legge sul cosiddetto “processo breve”, proposto dal relatore Maurizio Paniz. La modifica introdotta mira a ...

Processo breve: ok norma prescrizione salva-Berlusconi

Informazione libera net1news - ‎15 ore fa‎
ROMA - Inizia a prefigurarsi la tanto attesa ed evocata "epocale riforma della Giustizia". La Commissione giustizia della Camera ha infatti approvato la norma che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati. Processo breve - La norma era stata ...

Libia, Rutelli: Sì a missione Onu anche se salvasse maggioranza

La Politica Italiana - ‎15 ore fa‎
ROMA - La commissione Giustizia della Camera ha approvato l'emendamento 5.200 alla proposta di legge del processo breve, presentato dal relatore Maurizio Paniz (Pdl). L'emendamento riscrive il vecchio articolo 5 che portava alla molto contestata (dalle ...

Via libera alla norma che accorcia la prescrizione per gli incensurati

Tg1 - www.tg1.rai.it - ‎15 ore fa‎
La commissione Giustizia della Camera ha approvato il provvedimento proposto da Maurizio Paniz: in caso di cause di interruzione del processo, agevolazioni previste solo per chi non è mai stato condannato in primo grado. ROMA - La commissione Giustizia ...

POL - *Processo breve, ok commissione a ridurre prescrizione ...

Il Velino - ‎15 ore fa‎
Roma, 22 mar (Il Velino) - La commisisone giustizia della Camera ha approvato l'emedamento di Maurizio Paniz (Pdl) al ddl sul cosiddetto processo breve che introduce la prescrizione breve per gli incensurati. L'emendamento Paniz riduce da un quarto a ...

Giustizia: maggioranza ripropone prescrizione breve

Corrispondenti.net - ‎15 ore fa‎
La commissione Giustizia della Camera ha approvato oggi un emendamento al disegno di legge sul processo breve che prevede la prescrizione abbreviata per gli incensurati. Malgrado le barricate dell'opposizione che ha votato contro la misura, ...

Processo breve: passa norma prescrizione

euronews - ‎16 ore fa‎
(ANSA) – ROMA, 22 MAR – La Commissione giustizia della Cameraha approvato la norma presentata dal relatore Maurizio Paniz altesto sul processo breve che riduce i tempi di prescrizione pergli incensurati. Tutta l'opposizione ha votato contro. ...

Processo breve, approvato l' emendamento di Maurizio Paniz

Italia News - ‎16 ore fa‎
(IAMM) La commissione Giustizia della Camera ha approvato l'articolo 4 bis, proposto con un emendamento al disegno di legge sul Processo breve, presentato dal relatore a Maurizio Paniz. Passa dunque il provvedimentro secondo cui sono previsti tempi più ...

Giustizia, Processo breve: La Camera approva la prescrizione

Politica 24 - ‎16 ore fa‎
La Commissione Giustizia della Camera ha approvato il testo sulla prescrizione. Si tratta del nuovo disegno di legge presentato dall'onorevole Paniz sul cosiddetto processo breve e che prende in considerazione gli incensurati. ...

Camera. Processo breve, sì a norma su prescrizione

AGO - Agenzia Giornalistica Online - ‎16 ore fa‎
La commissione Giustizia della Camera dei deputati, impegnata oggi nell'esame del disegno di legge sul processo breve, ha approvato l'emendamento proposto dal relatore Maurizio Paniz che riduce i termini per la prescrizione nei casi in cui l'imputato è ...

GIUSTIZIA: COMMISSIONE CAMERA APPROVA PRESCRIZIONE BREVE PER ...

IRIS Press - Agenzia stampa nazionale - ‎16 ore fa‎
(IRIS) - ROMA, 22 MAR - La Commissione giustizia della Camera ha dato il via libera alla norma che abbrevia i tempi della prescrizione per gli incensurati. L'emendamento è stato presentato dal relatore Maurizio Paniz (Pdl), nell'ambito dell'iter ...

PROCESSO BREVE/ Passa l'emendamento del Pdl, l'opposizione vota contro

Il Sussidiario.net - ‎16 ore fa‎
PROCESSO BREVE VOTATO EMENDAMENTO PDL - Per l'opposizione, si tratta di una norma incostituzionale e del tutto personale, come l'ha definita Di Pietro. Interessa solo a Silvio Berlusconi, ha poi aggiunto. Anche il capogruppo Pd in commissione ha ...

Processi Berlusconi, ecco la leggina ad personam: passa la ...

Blitz quotidiano - ‎17 ore fa‎
ROMA – Ve la ricordate la “grande riforma della Giustizia”, quella annunciata in pompa magna da Silvio Berlusconi e Angelino Alfano? Doveva (e deve) essere una riforma strutturale e profonda. Soprattutto una riforma fatta non per “scudare” il premier ...

Processo breve: approvato l'emendamento salva-premier

Il Salvagente - ‎17 ore fa‎
Nonostante i tanti annunci di cancellazione l'emendamento salva-premier non è stata eliminato dal disegno di legge sul processo breve. Anzi, oggi l'emendamento è stato addirittura approvato dalla maggioranza. È stata la commissione giustizia della ...

Il Governo va avanti per B. Oggi la prescrizione breve, domani il ...

Il Fatto Quotidiano - ‎17 ore fa‎
La guerra e il “dolore” di Berlusconi sulla sorte dell'amico Gheddafi non distolgono il resto del governo dal guardare alla soluzione dei problemi del premier. La commissione Giustizia della Camera approva la prescrizione più corta per gli incensurati ...

Processo breve/ Alle 15 Commissione Camera vota prescrizione breve

Virgilio - ‎21 ore fa‎
Roma, 22 mar. (TMNews) - Slitta al pomeriggio il voto della commissione Giustizia della Camera sull'emendamento del relatore del ddl sul processo breve, Maurizio Paniz (Pdl), che inserisce nel testo la cosiddetta prescrizione breve per gli incensurati. ...

Processo breve in commissione Giustizia, è l'ora degli emendamenti

Dire (Abbonamento) - ‎21 ore fa‎
Attesa per l'approvazione della norma taglia-prescrizione per gli incensurati. Le opposizioni: "E' diventato un ddl per i processi del premier" ROMA - In commissione Giustizia alla Camera si e' avviato l'esame degli emendamenti al ddl sul processo ...

Processo breve, Pd: Prescrizione breve aiuta la corruzione

La Politica Italiana - ‎21/mar/2011‎
ROMA - "La prescrizione abbreviata per gli incensurati è di per sé irragionevole, ancora di più se si osserva che le norme proposte dal relatore presentano una netta incongruenza tra i tempi della prescrizione dei reati e quelli previsti per la ...

Processo breve, Pd: No a taglio prescrizione ai già prescritti

La Politica Italiana - ‎21/mar/2011‎
ROMA - Subemendamenti ad personam: il Partito democratico prepara la controffensiva sul processo breve, con una ottantina di subemendamenti (il termine scade oggi alle 18) finalizzati, dicono al gruppo democratico alla Camera, "a contrastare la norma ...

Prescrizione breve per gli incensurati

La Stampa - ‎13 ore fa‎
La maggioranza va avanti senza tentennamenti sul doppio fronte della prescrizione breve (ormai del 'processo brevè non c'è più traccia) e del "conflitto di attribuzioni" per il caso Ruby. Mentre l'opposizione si divide: Pd e Terzo polo abbandonano i ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 




Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 21/03/2011 @ 15:41:05, in Magistratura, linkato 2249 volte)
Mister B non c'è perché impegnato a far la guerra a Gheddafi. Ma alcuni fatti che accadono in Italia suscitano il mio sgomento e incredulità. Mi domando infatti se quelle "povere" persone si rendano conto che il paese è entrato in guerra e che molto peggiorerà nei prossimi mesi.  Come possono "non" vedere cosa accade al  proprio paese?  La mia solidarietà al pm De Pasquale e alle  signore magistrato del collegio giudicante. L.M.

MILLS Riprende il processo a Berlusconi

in aula dimostrazione pro-premier

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/Francesca_Vitale_Antonella_Lai_Caterina_Interlenghi.jpg

Un centinaio di persone, alcune dentro il tribunale di Milano, hanno manifestato sostegno al presidente del Consiglio, imputato davanti ai giudici della decima sezione penale per corruzione in atti giudiziari.

MILANO - Un centinaio di persone, alcune dentro l'aula  del tribunale di Milano dove è ripreso il processo Mills e  altre fuori, hanno manifestato sostegno a Silvio Berlusconi, imputato davanti ai giudici della decima sezione penale per corruzione in atti giudiziari. Il premier non è presente in udienza perché impegnato nel Consiglio dei ministri straordinario dedicato alla crisi libica ma non si è appellato al legittimo impedimento. Scelta comunicata alla Corte con una lettera che l'avvocato Niccolò Ghedini ha consegnato al presidente del collegio. Nella missiva il capo del governo manifesta anche la volontà di partecipare alle prossime udienze.

"Indossiamo un fiocco azzurro in difesa della libertà", spiegano i sostenitori del Cavaliere, e aggiungono: "Se fosse stato presente in aula, saremmo stati ancora di più. Col freddo, con la pioggia con la neve, siamo sempre presenti con lui...". Molti di loro da giorni stanno raccogliendo firme a supporto di Berlusconi. I due legali di Berlusconi, Niccolò Ghedini e Piero Longo, si sono aperti un varco tra la folla, e ripresi da telecamere e immortalati dai flash dei fotografi, hanno ringraziato i sostenitori.

In udienza, intanto, è in corso l'esame della consulente della procura di Milano, Gabriella Chersicla, della società di revisione di Kpmg. Alla consulente viene chiesto di ripercorrere la sua relazione su tutte le transazioni bancarie effettuate su conti correnti riconducibili a Mills,
che avrebbe ricevuto 600mila dollari indirettamente da Berlusconi per essere stato testimone reticente in due processi che lo vedevano imputato negli anni Novanta. La consulente ha parlato delle difficoltà avute nel suo lavoro in quanto "i flussi finanziari sono transitati su vari conti e spesso indicati con riferimenti non pertinenti, fuorvianti e a volte anche falsi".

La Repubblica

La Rassegna

Processo Mills, fan di Berlusconi applaudono Ghedini e Longo

TM News - ‎1 ora fa‎
Un gruppo di sostenitori del premier Silvio Berlusconi, circa una 50ina di persone, ha accolto con un applauso Niccolò Ghedini e Piero Longo, gli avvocati del presidente del Consiglio, durante una pausa dell'udienza del processo Mills, ...

Processo Mills, Berlusconi assente all'udienza Per una riunione ...

TGCOM - ‎1 ora fa‎
foto Ap 14:44 - Berlusconi è nuovamente assente nell'aula del Tribunale di Milano, dove è in corso il processo Mills che vede il premier imputato per presunta corruzione in atti giudiziari. Berlusconi è dovuto mancare a causa di un Consiglio dei ...

MILLS: IN TRIBUNALE IL POPOLO DEI GAZEBO, SILVIO E' BUONO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Milano, 21 mar. - "Silvio e' buono e bravo ei giudici lo odiano". Il ritornello ripetuto al piano terra del palazzo di giustizia di Milano arriva da una ventina di persone che stazionano all'esterno dell'aula dove si svolge il processo al ...

Processo Mills, la claque del...

L'Espresso - ‎2 ore fa‎
Nastrini azzurri sul petto e applausi all'avvocato Ghedini: in Tribunale sono arrivati i fan del premier. Dicono di essersi organizzati su Facebook e smentiscono ogni rapporto con Mediaset Un evento organizzato su Facebook, un giro di telefonate tra ...

Processo Mills, Berlusconi assente in aula. Il giudice fa ...

Adnkronos/IGN - ‎2 ore fa‎
Milano - (Adnkronos/Ign) - I legali del Cavaliere hanno consegnato ai giudici una lettera in cui si certificano gli impegni istituzionali del presidente del Consiglio. In agenda l'audizione del consulente, incaricato di ricostruire le movimentazioni ...

Mills: Berlusconi, sono impegnato ma processo si celebri

ANSA.it - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - MILANO, 21 MAR - Il premier e' impegnato nel Consiglio dei Ministri ma il processo si celebri pure. Con una lettera ai giudici della decima sezione del Tribunale di Milano in cui Silvio Berlusconi attesta l'impegno di questa mattina ma nello ...

Caso Mills: giudice Vitale fa allontanare fan del premier

Libero-News.it - ‎3 ore fa‎
ilano, 21 mar. (Adnkronos) - Il continuo susseguirsi di applausi agli avvocati piuttosto che al senatore Mario Mantovani, oggi presente in Tribunale a Milano, ha determinato il giudice Francesca Vitale, che presiede il collegio del caso Mills, ...

Processo Mills, applausi per il Cav fuori da tribunale

Libero-News.it - ‎3 ore fa‎
Milano, si torna in Aula. Berlusconi assente: scanditi cori per lui. Mantovani (Pdl): "Più che esercizio azione penale è aggressione" Milano è ripreso il processo Mills. Silvio Berlusconi, assente, non ha invocato il legittimo impedimento, ...

Processo Mills, Berlusconi non c'è, parla la superconsulente

TM News - ‎3 ore fa‎
Gabriella Chersicla, consulente della Procura di Milano arriva accompagnata dal Pm Fabio de Pasquale in aula per deporre nell'ambito del processo che vede imputato il premier Silvio Berlusconi per la presunta corruzione dell'avvocato inglese David ...

MILLS: CARABINIERI FANNO ALLONTANARE 'FAN' DI BERLUSCONI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎3 ore fa‎
(AGI) - Milano, 21 mar. - Su disposizione del giudice Francesca Vitale, che presiede il collegio davanti al quale e' imputato Silvio Berlusconi, i Carabinieri del Palazzo di Giustizia di Milano hanno fatto allontanare le decine di 'fan' del premier che ...

Riprende il processo a Berlusconi in …

La Repubblica - ‎3 ore fa‎
MILANO - Un centinaio di persone, alcune dentro l'aula del tribunale di Milano dove è ripreso il processo Mills e altre fuori, hanno manifestato sostegno a Silvio Berlusconi, imputato davanti ai giudici della decima sezione penale per corruzione in ...

Caso Mills: Mantovani, questo processo e' aggressione a premier

Libero-News.it - ‎4 ore fa‎
ilano, 21 mar. (Adnkronos) - "Ritengo che questo processo sia piu' un'aggressione al presidente del Consiglio" che l'esercizio dell'azione penale. E' quanto afferma il senatore Mario Mantovani. Mantovani si e' presentato questa mattina nell'aula del ...

Processo Mills, il Cav: si proceda in mia assenza Un centinaio di ...

il Giornale - ‎4 ore fa‎
Un centinaio di persone sta manifestando a sostegno di Berlusconi nell'aula e nei corridori del tribunale di Milano dove si sta svolgendo il processo sul caso Mills. Il Cav: "C'è un Cdm straordinario sulla Libia ma si proceda lo stesso in mia assenza" ...

MILLS: MANTOVANI (PDL) IN TRIBUNALE, E' AGGRESSIONE A PREMIER

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎4 ore fa‎
(AGI) - Milano, 21 mar. - Il coordinatore regionale del Pdl della Lombardia, Mario Mantovani, si e' presentato fuori dall'aula del Tribunale in cui si sta svolgendo l'udienza del processo Mills, per esprimere il proprio sostegno a Berlusconi, vittima, ...

Mills,Premier: impegnato, si vada avanti

ANSA.it - ‎5 ore fa‎
(ANSA) - MILANO, 21 MAR - Con una lettera ai giudici del Tribunale di Milano in cui il premier attesta di essere impegnato questa mattina ma nello stesso tempo comunica di consentire la celebrazione del processo Mills. Nel procedimento Berlusconi e' ...

Processo Mills, premier non c'è

ANSA.it - ‎5 ore fa‎
MILANO - Con una lettera ai giudici della decima sezione del Tribunale di Milano in cui il premier attesta l'impegno di questa mattina ma nello stesso tempo comunica di consentire la celebrazione del procedimento, è ripreso a Milano il processo Mills ...

Riprende Mills fra "tifo" sostenitori Berlusconi

Reuters Italia - ‎5 ore fa‎
MILANO (Reuters) - E' cominciata stamane al Tribunale di Milano l'udienza del processo Mills, senza l'unico imputato, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che aveva annunciato per oggi la sua presenza ma che non può essere in aula per ...

MILLS: PREMIER ASSENTE MA NON CHIEDE LEGITTIMO IMPEDIMENTO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎6 ore fa‎
(AGI) - Milano, 21 mar. - E' iniziata, in tribunale a Milano, l'udienza del processo Mills che vede imputato Silvio Berlusconi. Il premier, come annunciato, non e' presente in aula perche' impegnato al Consiglio dei Ministri sull'intervento militare in ...

Riprende il processo Mills ma Berlusconi non ci sarà

Il Sole 24 Ore - ‎6 ore fa‎
Nuovo atto. Mancherà però l'attore principale. Riprende domani il processo al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Il premier è imputato di corruzione in atti giudiziari: secondo l'accusa avrebbe versato 600mila dollari all'avvocato inglese ...

Riprende processo Mills. Premier assente, depone consulente pm

TM News - ‎7 ore fa‎
Berlusconi non sarà in aula, ma consentirà di procedere. L'accusa chiederà di avviare le rogatorie per alcuni testi esteri Milano, 21 mar. (TMNews) - Riprende oggi il processo in cui Silvio Berlusconi è imputato di aver corrotto l'avvocato David Mills. ...

Sostenitori Berlusconi applaudono avvocati, allontanati

Varese News - ‎27 minuti fa‎
(ANSA) - MILANO, 21 MAR - Silvio Berlusconi si presentera' alle udienze dei processi a suo carico a Milano 'nei limiti del possibile', stando a quanto ha dichiarato l'avvocato Niccolo' Ghedini durante una pausa dell'udienza del processo Mills. ...

Processo Mills, Berlusconi assente: allontanati fan del premier

Italia News - ‎33 minuti fa‎
(IAMM) Stamattina il premier Silvio Berlusconi non era presente in aula a Milano all'udienza per il processo Mills. All'inizio dell'udienza, il suo legale Nicolò Ghedini, ha presentato una lettera di Berlusconi che attestava il suo impegno a presiedere ...

Processo Mills: Berlusconi non c'è, la sua clacque sì

Julie News - ‎37 minuti fa‎
MILANO - Questa mattina è iniziata l'udienza del processo Mills, nel Tribunale di Milano, che vede imputato il Presidente del COnsiglio SIlvio Berlusconi, accusato di aver pagato 600 mila dollari a David Mills, avvocato inglese, per mentire quando è ...

Caimano o pirla? Il Cav., Mills e l'amletico dubbio dei pm di Milano

L'Occidentale - ‎1 ora fa‎
Qualcuno doveva aver calunniato Silvio B., poiché un mattino, senza che avesse fatto nulla di male, egli fu mandato alla sbarra. Devono aver raccontato che l'uomo più indagato, processato e assolto d'Italia se ne andava in giro a corrompere i testimoni ...

Processo Mills: Berlusconi non c'è, ma manda la claque

Il Salvagente - ‎2 ore fa‎
È ripreso oggi il processo Mills, ma l'imputato – il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi – è nuovamente assente. Al suo posto un centinaio di militanti del Pdl presenti in aula e fuori dal tribunale - tutti con appuntato al bavero della giacca ...

Mills, Ghedini: Premier in aula? Nel limite del possibile...

La Politica Italiana - ‎2 ore fa‎
MILANO - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, parteciperà "senz'altro" alle prossime udienze del processo Mills ma "nel limite del possibile". Lo ha affermato l'avvocato del premier, Niccolò Ghedini, lasciando l'aula dove si sta svolgendo il ...

Caso Mills: Mantovani, pm si occupino di Yara non di Berlusconi

Il Tempo - ‎2 ore fa‎
Milano, 21 mar. - (Adnkronos) - ''Perche' i magistrati non prendono gli assassini di Yara o risolvono il caso di Avetrana invece di processare Silvio Berlusconi?''. Lo ha affermato Mario Mantovani, sottosegretario alle Infrastrutture, oggi presente ...

Processo Mills, Berlusconi non presenta legittimo impedimento

RomagnaOggi.it - ‎2 ore fa‎
MILANO - E' cominciato lunedì mattina al Tribunale di Milano l'udienza del processo Mills, senza l'unico imputato, il premier Silvio Berlusconi, che aveva annunciato la sua presenza ma che non può essere in aula per l'esplodere della crisi Libica. ...

MANTOVANI: Silvio Berlusconi e' vittima della giustizia politica

PDL - VotaBerlusconi.it - ‎2 ore fa‎
"Ritengo che questo processo sia piu' un'aggressione al presidente del Consiglio. La gente sente che c'è qualcosa di ingiusto nel nostro paese". Lo ha affermato il coordinatore regionale del Pdl, Mario Mantovani, commentando la presenza di numerosi ...

Processi Berlusconi: un centinaio di sostenitori davanti a ...

CronacaLive - ‎2 ore fa‎
MILANO / Sono circa un centinaio le persone fuori e dentro l'aula del tribunale di Milano dove è ripreso il processo Mills a Berlusconi, imputato davanti ai giudici della decima sezione penale per corruzione in atti giudiziari. ...

Caso Mills, riprende processo a Berlusconi

Italiaglobale.it - ‎3 ore fa‎
È ripreso stamane, in assenza dell'imputato Silvio Berlusconi, il processo per il caso Mills. Molto si è parlato di questo procedimento fino alla sua ripresa. Le agenzie riportano di alcune persone nell'aula del Tribunale di Milano, poi allontanate dal ...

Mills/ Carabinieri fanno allontanare i sostenitori del premier

Virgilio - ‎3 ore fa‎
Milano, 21 mar. (TMNews) - I carabinieri hanno fatto allontanare i sostenitori del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dal corridoio antistante l'aula dove si sta tenendo il processo Mills che lo vede indagato per corruzione a carico proprio ...

Milano, riprende il processo Mills. In Tribunale sostenitori di ...

Il Giornale di Pozzallo - ‎3 ore fa‎
Posted by admin on mar 21st, 2011 and filed under Sicilia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed. MILANO – E' ripreso a Milano il processo Mills a ...

Processo Mills: Berlusconi "Si proceda senza di me"

Corrispondenti.net - ‎3 ore fa‎
Silvio Berlusconi è assente in aula ma autorizza la celebrazione dell'udienza di oggi al processo Mills in cui è imputato per corruzione. In avvio del procedimento, il legale difensore Niccolò Ghedini ha consegnato una lettera ai giudici in cui il ...

Silvio Berlusconi/ processo Mills a Milano, manifestazioni in ...

Gossip Italiano.it - ‎3 ore fa‎
Manifestanti pro-Premier hanno affollato il tribunale di Milano stamattina, nell'ambito del processo Mills in cui è imputato Silvio Berlusconi. Il Premier non si è presentato neanche stamattina, questa volta per via del Consiglio dei Ministri che vede ...

Berlusconi assente giustificato al processo Mills

Mondo News 24 - ‎3 ore fa‎
Riprende oggi presso il tribunale di Milano il processo Mills dove Berlusconi, imputato di corruzione in atti giudiziari, non potrà comparire a causa di una seduta speciale in Parlamento per la discussione della delicata questione della guerra in Libia ...

Processo Berlusconi: "si proceda senza il premier"

onli.it - ‎3 ore fa‎
Milano. L'avvocato Niccolò Ghedini, deputato Pdl, ha consegnato al presidente della decima sezione del Tribunale di Milano una missiva del suo assistito, il premier Silvio Berlusconi, in cui veniva attestata l'assenza di questa mattina all'udienza, ...

Processo Mills: Berlusconi non c'è, supporters in aula

InfoOggi - ‎3 ore fa‎
MILANO, 21 MARZO 2011 – Riprende stamattina a Milano il Processo Mills in cui il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è accusato di corruzione in atti giudiziari. Il Cavaliere nei giorni scorsi aveva fatto sapere tramite i suoi legali che avrebbe ...

Mills. Premier assente ma processo si celebri

Expoitalyonline - ‎3 ore fa‎
By Redazione – 21 marzo 2011 Posted in: Cronaca, Ultim'ora E' ripreso a Milano il processo Mills ch vede Berlusconi imputato di corruzione in atti giudiziari. Il premier non è in aula, stamani c'è il Consiglio dei Ministri sulla Libia, ...

Processo Mills senza Berlusconi. Ma a Torino ci sarà?

YouFOCUS.TV - ‎3 ore fa‎
E' partito stamane il processo Mills, ma senza l'imputato Silvio Berlusconi. La spiegazione è contenuta in una missiva consegnata ai giudici della decima sezione del Tribunale di Milano dall'avvocato Niccolò Ghedini, nella quale il premier Silvio ...

Riparte il processo Mills: Berlusconi non ci sarà ma no all ...

Il Giornale di Vicenza - ‎3 ore fa‎
Riprende oggi con l'audizione del consulente del pm sui conti di David Mills, il processo al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, imputato di corruzione in atti di giudiziari in quanto, secondo l'accusa, avrebbe versato 600mila dollari ...

Mills/ Sostenitori Berlusconi affollano aula e applaudono Ghedini

Virgilio - ‎3 ore fa‎
Un centinaio di sostenitori del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi con appuntata una coccarda azzurra sul petto, stanno sostenendo il premier al Palazzo di giustizia di Milano dove oggi è ripreso il processo Mills che lo vede imputato di ...

Mills, Premier assente ma rifiuta legittimo impedimento

Il Quotidiano Italiano - ‎4 ore fa‎
Stamattina, 21 marzo, parte l'udienza del processo Mills con un grande assente: l'unico imputato, Silvio Berlusconi, che non è apparso al Tribunale di Milano, pur avendo annunciato la sua presenza, a causa degli ultimi avvenimenti in Libia. ...

Ripreso il processo Mills: Berlusconi assente "da l'autorizzazione ...

NotizieItaliane.it - ‎4 ore fa‎
PROCESSO MILLS/ MILANO- È ripreso stamane, a Milano, il processo Mills che vede Silvio Berlusconi imputato di corruzione in atti giudiziari. Il Premier però è assente perché impegnato nel Consiglio dei Ministri programmato per stamattina, sulla Libia. ...

Berlusconi non è in aula per processo Mills ma consente i lavori

Edizioni Oggi - ‎4 ore fa‎
Si è aperta con la lettura di una lettera dell'imputato Silvio Berlusconi l'udienza di questa mattina, a palazzo di Giustizia, per il processo Mills. A leggere la lettera l'avvocato Nicolò Ghedini che ha riferito l'impedimento di Berlusconi a ...

Mills,Premier: impegnato, si vada avanti

euronews - ‎4 ore fa‎
(ANSA) – MILANO, 21 MAR – Con una lettera ai giudici delTribunale di Milano in cui il premier attesta di essereimpegnato questa mattina ma nello stesso tempo comunica diconsentire la celebrazione del processo Mills. Nel procedimentoBerlusconi e' ...

MILANO - Al via il processo Mills.

italiah24.it - ‎4 ore fa‎
MILANO - Al via il processo Mills. Il premier Berlusconi non presenta legittimo impedimento. E' cominciata stamane al Tribunale di Milano l'udienza del processo Mills, senza l'unico imputato, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ...

Processo Mills. Premier impegnato, Ghedini presenta lettera a giudici

L'Occidentale - ‎4 ore fa‎
Con una lettera ai giudici del Tribunale di Milano il premier attesta di essere impegnato questa mattina ma nello stesso tempo comunica di consentire la celebrazione del processo Mills. Nel procedimento Berlusconi è imputato di corruzione in atti ...

Processo Mills, Silvio Berlusconi: il grande assente

Italia News - ‎5 ore fa‎
(IAMM) Stamattina il premier Silvio Berlusconi non sarà presente in aula a Milano all'udienza per il processo Mills. Berlusconi aveva garantito la sua presenza ai processi in cui è coinvolto ma, a causa dell'urgenza della crisi libica, dovrà presiedere ...

Berlusconi, oggi non sarà all'udienza del processo Mills

Notizie Fresche - ‎5 ore fa‎
Riprende il processo per il caso Mills, in cui Berlusconi è imputato per corruzione in atti giudiziari. Per le udienze del processo si era deciso di fissare le date ai lunedì, giorno in cui il premier è in genere più libero da impegni. ...

Mills, Berlusconi: "Sono impegnato ma processo si celebri"

Il Giorno - ‎5 ore fa‎
Milano, 21m marzo 2011 - E' iniziata, in tribunale a Milano, l'udienza del processo Mills che vede imputato Silvio Berlusconi. Nei giorni scorsi il premier aveva fatto sapere, attraverso i suoi legali, di volere essere presente all'udienza di stamani ...

Mills, Berlusconi: C'è Cdm, ma si proceda in mia assenza

La Politica Italiana - ‎6 ore fa‎
MILANO - "C'è Consiglio dei ministri, ma consento che si proceda in mia assenza". È questo il senso della lettera che Silvio Berlusconi attraverso i suoi avvocati ha mandato ai giudici del processo in cui è imputato di aver corrotto il testimone David ...

Berlusconi convoca i Responsabili

Il Tempo - ‎6 ore fa‎
Mercoledì sera il Cav vede il gruppo. Ma la crisi libica allontana il rimpasto. Oggi il premier non sarà all'udienza del processo Mills perché impegnato nel Cdm sull'impegno italiano contro Gheddafi. La guerra in Libia ha fermato tutto. ...

Processo Mills, premier assente

L'Essenziale - ‎6 ore fa‎
Il premier non sarà in aula oggi all'udienza del cosiddetto processo Mills - in cui è imputato di aver corrotto l'avvocato inglese - a causa della convocazione del Consiglio dei Ministri decisa venerdì, ma consentirà che si proceda in sua assenza. ...

Processo Berlusconi: soldi e case per le papi-girl, oggi riprende ...

DirettaNews.it - ‎9 ore fa‎
PROCESSO BERLUSCONI – L´aspirazione era quella di mettersi a posto per la vita. Alcune, dopo le numerose feste ad Arcore, a casa di Silvio Berlusconi, iniziavano a mettere da parte i primi risparmi. Perché «Lui», papi-Silvio, «ti può dare anche un ...

Processo Mills, domani udienza ma Berlusconi sarà assente

Il Giorno - ‎20/mar/2011‎
Il premier non sarà in aula a causa della convocazione del consiglio dei ministri sulla crisi in Libia. La seduta sarà dedicata all'esame del consulente della procura di Milano, Gabriella Chersicla, della società di revisione Kpmg Mialno, 20 marzo 2011 ...

Al via il processo Mills, applausi per Ghedini e Longo

SKY.it - ‎3 ore fa‎
Il premier Berlusconi, imputato per corruzione in atti giudiziari, è assente per il Cdm sulla guerra in Libia. Nel corso di una pausa dell'udienza, i legali del presidente del Consiglio sono stati applauditi da una ventina di sostenitori E' cominciata ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










22/08/2019 @ 13.49.48
script eseguito in 453 ms