Immagine
 .. un isola nell'oceano ..... di Lunadicarta
 
"
La giustizia è coscienza, non di un solo individuo, ma dell'umanità tutta. Coloro che sanno ascoltare la voce della coscienza sanno ascoltare anche la voce della giustizia.

Aleksandr Solzhenitsyn
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 10/11/2011 @ 09:28:13, in Politica, linkato 1481 volte)
Berlusconi ha annunciato le sue dimissioni, ed io, come gran parte degli italiani ci crederò quando lo vedrò. Nel frattempo il presidente Napolitano elegge il suo "campione", attribuendo lo status di Senatore a Vita a Mario Monti. Piacerà il novello senatur agli italiani? Reggetevi forte perché la migliore idea partorita dai cd "governi tecnici" per risolvere le crisi economiche è l'imposizione dell'ICI sulla casa ai pensionati con la minima e sulla prima casa dei giovani. L'Ansa raccoglie le "affermazioni" del Monti sulla politica e sull'economia italiana dell'ultimo periodo. L.M.

SCHEDA: Monti, cosa ha detto durante la crisi



ROMA - Negli ultimi mesi Mario Monti, presidente dell'Universita' Bocconi ed ex commissario Ue e' piu' volte intervenuto sulla crisi italiana. Ecco di seguito alcune delle sue piu' significative dichiarazioni.

* ''Non solo questa manovra, ma tutta l'impostazione seguita da Berlusconi fin dall'inizio non porta nella direzione della crescita. Servono interventi che sblocchino certi meccanismi di sviluppo, servono le riforme strutturali, le liberalizzazioni che rilancino la concorrenza e combattano privilegi e rendite'' (9 luglio al Messaggero durante crisi estiva).

* Il motivo per cui l'Italia e' stata colpita da ''improvvisa sfiducia'' delle agenzie di rating sta nella ''tendenza ad andare alle calende greche'' e in un ''revival della commedia all'italiana, naturalmente a Roma'' (14 luglio, dopo revisione del outlook dell'Italia)

* Il Governo ''ha finalmente aperto gli occhi e deciso almeno alcune delle misure necessarie'' a fronteggiare la crisi. ''Hanno accettato in questi ultimi giorni, nella sostanza, un 'governo tecnico'''. ''Le forme sono salve. I ministri restano in carica. Ma le decisioni principali sono state prese da un 'governo tecnico sopranazionale' e si potrebbe aggiungere 'mercatista''' (7 agosto, dopo la manovra correttiva al Corriere della Sera)

* ''Non ho mai partecipato alla disputa Governo tecnico si' Governo tecnico no.

L'emergenza spero venga presto superata, di chiamata spero proprio non ci sia bisogno'' (8 agosto, in un'intervista al Tg5)

* ''Ritengo che questo governo debba farcela, e' un imperativo. Non c'e' tempo questa materia e' urgente e grave'' (3 settembre al Tg3)

* ''Bisogna attuare riforme impopolari mettendo insieme pro tempore le parti piu' sensibili di ciascuna parte politica. Bisognerebbe rendere un po' infelice ogni italiano limando i privilegi'' (23 settembre a Genova)

* ''Il presidente Berlusconi e' un maestro quando dice che il suo cuore gronda sangue perche' deve mettere nuove tasse ma e' obbligato dai mercati e dalla Unione Europea, ma cosi' ha fatto da due danni: ha reso piu' invisa agli italiani l'economia di mercato e ha reso piu' impopolare l'Europa'' (23 settembre a Genova)

* ''L'Italia non e' mai stata cosi' decisiva sull'avvenire dell'Europa e cosi' estranea alle decisioni sull'avvenire dell'Europa'' (10 ottobre)

* Il varo di un decreto adeguato sullo sviluppo e' ''enormemente piu' importante'' della nomina del nuovo governatore di Bankitalia (20 ottobre a Otto e Mezzo su La7 rispondendo alle domande di Lilli Gruber e del presidente dell'ANSA Giulio Anselmi)

* Bisogna evitare di ''rendere l'Italia da un paese fondatore dell'Euro a un paese affondatore'' (20 ottobre a Otto e mezzo su La7)

* ''Leggo spesso di tecnici o governi tecnici, ma sono dibattiti a cui non partecipo. Ma da cittadino dico che il problema non e' di tecnica ma di passare da una politica ad un'altra politica'' (4 novembre).


La Rassegna

GOVERNO: Monti; candidato premier, tra rigore ed euro (CorSera)


ROMA (MF-DJ)--Mario Monti era a Berlino ieri, quando lo ha raggiunto la chiamata del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Lo ha ringraziato, si e' detto onorato per la carica di senatore a vita. Poi ha fatto una di quelle cose che gli riescono alla perfezione: si e' chiuso in un riserbo rigoroso. Adesso attende un'altra chiamata dal Colle, quella piu' importante.

Ora, se a Monti tocchera' l'incarico di formare un nuovo governo, sara' finita davvero quella "commedia all'italiana" che lui stesso deprecava il 14 luglio scorso, cosi' come la "tendenza ad andare alle calende greche". Dalla prima tempesta estiva sui mercati, scrive il Corriere della Sera, il linguaggio di Monti ha avuto una vera e propria escalation: perche' la rete di contatti di altissimo livello che ha coltivato in Europa lo hanno convinto prima di tanti altri che il pericolo era "urgente e grave". Fino all'appello lanciato il 23 settembre a Genova: "Bisogna attuare riforme impopolari mettendo insieme pro tempore le parti piu' sensibili di ciascuna parte politica". Un'autocandidatura?

"Non partecipo al dibattito sui governi tecnici - si e' schermito ancora pochi giorni fa - pero' credo che una certa conoscenza dei problemi non guasti".

Laureato alla Bocconi nel 1965, specializzato all'universita' di Yale studiando col Nobel dell'Economia James Tobin (si', proprio quello della Tobin Tax sulle transazioni finanziarie), Monti si fa rispettare come giovane economista fin dal suo ritorno in Italia per la sua competenza su moneta, banche, finanza.

Prima nominato dal governo Berlusconi (18 gennaio 1995) poi confermato dal governo D'Alema nella Commissione europea presieduta da Romano Prodi (dal 1999 al 2004).

Come commissario, prima al mercato interno e poi alla concorrenza, Monti osa sfidare quello che all'epoca e' "il potere forte" per eccellenza, nella New Economy: la Microsoft di Bill Gates, affrontata in una dura battaglia antitrust.

Monti non ha simpatia per un direttorio franco-tedesco. Proprio perche' ha mantenuto sempre incarichi di alto livello, la Commissione Attali a Parigi, il think tank Bruegel a Bruxelles, la Trilaterale, il Libro Bianco sul mercato unico per la Commissione Barroso.

E' scattato con decisione, non appena ha sentito un Berlusconi pronto a dare la colpa all'euro per la deriva dell'Italia. "L'euro non e' in crisi. Ha bassa inflazione ed e' stabile, perfino forte, verso il dollaro. Gli attacchi speculativi ci sono, ma non contro l'euro. Se l'Italia ne fosse fuori, emettere titoli italiani in lire sarebbe un'impresa ancora piu' ardua". Il consenso facile, non e' il suo genere. Se ci sara' da "rendere un po' infelice ogni italiano limando i privilegi" lui non si tirera' indietro. La missione, se arrivera', e' risalire da un baratro: "L'Italia non e' mai stata cosi' decisiva sull'avvenire dell'Europa, e cosi' estranea alle decisioni sull'avvenire dell'Europa". cat    (END) Dow Jones Newswires

November 10, 2011 02:39 ET (07:39 GMT)

 

Napolitano gioca la carta Mario Monti Senatore a vita e poi premier

il Giornale - ‎48 minuti fa‎
Sabato il sì alla legge di Stabilità. dopo il Cav si potrebbe dimettere. Intanto ieri è stato una giornata di consultazioni informali e boatos parlamentari. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano spiana la strada al professor Monti. ...

Ora apre al nuovo governo

Corriere della Sera - ‎32 minuti fa‎
ROMA - Aveva iniziato la giornata, poco dopo le otto del mattino, difendendo convinzioni in apparenza granitiche, esternate in collegamento tv con Canale 5: nessuna maggioranza diversa da quella attuale, alleanza con la Lega più che solida, ...

Napolitano spinge Monti a Palazzo Chigi. FMI: fate chiarezza

RaiNews24 - ‎19 minuti fa‎
Il grosso del Pdl accetta di sostenere un governo tecnico, gli ex An sono contrari e così pure la Lega, disposta ad andare all'opposizione. Bersani e Casini sono favorevoli al governo tecnico, ma solo se solido. Il presidente del Consiglio Silvio ...

NAPOLITANO LANCIA MONTI BERLUSCONI E BOSSI DIVISI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎54 minuti fa‎
(AGI) - Roma, 10 nov. - Giorgio Napolitano ha nominato mario Monti senatore a vita: una scelta che viene letta come un'investitura istituzionale in vista di un nuovo governo. Spinto dlal'urgenza della crisi, il presidente della Repubblica ha impresso ...

Esecutivo Monti, parte il toto-ministri

TGCOM - ‎55 minuti fa‎
08:42 - Mario Monti è il candidato premier, ma ora serve approntare, rapidamente, la sua squadra di governo. Il Pd chiede discontinuità, la Lega punta già i piedi, il Pdl vuole alcuni suoi uomini. Si fanno i nomi di Gianni Letta come sottosegretario ...

Crisi, la conta in parlamento L'unica maggioranza ampia è la ...

il Giornale - ‎1 ora fa‎
L'opposizione da sola non ha i numeri. Ecco le possibili formule, dal "governissimo" all'esecutivo di "responsabilità". Determinanti i malpancisti del Pdl Spinte e controspinte. Governo politico o tecnico, ammucchiata di unità nazionale, esecutivo di ...

Monti in pole position, ci salverà dalla bancarotta

L'Unità - ‎50 minuti fa‎
Dal “compagno” spread al “compagno” Monti, a questo punto, il passo sembra davvero breve. Perchè, se è vero che il differenziale tra i titoli italiani e tedeschi è stato letale per provocare la fine del governo Berlusconi, assai più dei guai con la ...

L'idea di Napolitano: nuovo governo lunedì

La Stampa - ‎2 ore fa‎
Giorgio Napolitano prende in mano la crisi, e la pilota verso un governo tecnico, o del presidente. Spende con l'Europa, mentre i mercati fucilano i nostri titoli del debito pubblico, il nome di Mario Monti. Ma anzitutto si schiera nuovamente a difesa ...

Casini: ok a Monti, ma serve il sì di Berlusconi

La Stampa - ‎1 ora fa‎
Il tempo stringe, i mercati sembrano premere per le larghe intese e prima di lunedì urge un segnale chiaro. Ma anche se la frana nel Pdl potrebbe portare numeri in quantità per un governissimo guidato da Monti, per sciogliere il nodo serve anche ...

GOVERNO, LA 'MOSSA MONTI': SCONTRO LEGA-PDL, BOSSI: "PREFERISCO L ...

Leggo Online - ‎14 minuti fa‎
ROMA - Scontro nella notte, con scambio di accuse a Palazzo Grazioli tra Pdl e Lega sul governo tecnico. Silvio Berlusconi chiede una decisione in tempi rapidi per definire la posizione del centrodestra sull'ipotesi di un esecutivo a guida Monti. ...

nominato senatore a vita

La Repubblica - ‎51 minuti fa‎
Secondo indiscrezioni, il sì all'operazione sarebbe arrivato dallo stesso Berlusconi. Con l'opposizione della Lega. L'economista, 68 anni, stimato in tutto il mondo. Il suo nome circola da settimane come premier di un governo tecnico che salvi ...

Berlusconi apre al governo tecnico

Il Sole 24 Ore - ‎1 ora fa‎
ROMA. Quando poco dopo le 19 arriva l'annuncio della nomina di Mario Monti a senatore a vita, è chiaro a tutti che è su di lui che Giorgio Napolitano punta per salvare il Paese dal default. È una sorta di preinvestitura. Anche perchè controfirmata da ...

Monti senatore a vita, in pole per il Governo

Il Sole 24 Ore - ‎1 ora fa‎
ROMA. Nessun rinvio delle dimissioni del premier, nessun timore di una paralisi istituzionale. Nel giorno della Caporetto sui mercati finanziari, Giorgio Napolitano ha preso saldamente in mano le redini della situazione, per rassicurare i mercati ei ...

Il professore della Bocconi che piace a banche e mercati

il Giornale - ‎1 ora fa‎
Mario Monti, l'economista gradito all'Europa e ai mercati, appena nominato senatore a vita da Giorgio Napolitano con una decisione che ha colto tutti di sorpresa, ha rasserenato un poco gli investitori e soprattutto ha messo il sistema politico con le ...

GOVERNO: Monti; candidato premier, tra rigore ed euro (CorSera)

Borsa Italiana - ‎37 minuti fa‎
ROMA (MF-DJ)--Mario Monti era a Berlino ieri, quando lo ha raggiunto la chiamata del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Lo ha ringraziato, si e' detto onorato per la carica di senatore a vita. Poi ha fatto una di quelle cose che gli ...

Il "bocconiano" europeista che punta ...

La Repubblica - ‎1 ora fa‎
"Così l'Italia eviterà il baratro". Il programma anti-default di Monti: via i privilegi, riforme severe, più tasse sulle rendite. Ecco chi è il nuovo senatore e vita e forse prossimo premier di FEDERICO RAMPINI Mario Monti MARIO MONTI era a Berlino ...

Il voto si allontana Blitz dei poteri forti

il Giornale - ‎1 ora fa‎
Si allontana l'ipotesi elezioni anticipate, si avvicina quella di un governo tecnico, magari a guida Monti, professore esimio della Bocconi, amico di Prodi, delle grandi banche e dei poteri forti, il quale ieri, guarda caso, è stato nominato senatore a ...

Governissimo, Berlusconi apre Monti è in pole position

Il Sole 24 Ore - ‎1 ora fa‎
Via libera entro sabato all'approvazione in Parlamento della legge di stabilità, ea seguire le dimissioni. È la tabella di marcia approvata dal premier Silvio Berlusconi, che ieri ha anche espresso un sì in via ufficiosa a un governo di unità nazionale ...

CRISI: Monti senatore a vita, poi Governo tecnico (MF)

Borsa Italiana - ‎1 ora fa‎
MILANO (MF-DJ)--Napolitano nomina Monti senatore a Vita, un segnale preciso ai partiti e ai mercati. Lunedi' partiranno le consultazioni. Berlusconi pressato alla fine dice si' al governo d'emergenza, mentre la Lega restera' fuori. Lo si legge su MF, ...

Nella prima ipotesi solo dodici ministri. Esteri, Amato in pole

La Stampa - ‎1 ora fa‎
La scorsa settimana, quando lo spread cominciava a ballare in modo sempre più anomalo, il professor Mario Monti è stato protagonista di una serie di informalissimi contatti nelle principali capitali europee. Berlino, Bruxelles, Londra. ...

GOVERNO: BOCCHINO, MONTI? DA NAPOLITANO COLPO A SORPRESA GENIALE

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎28 minuti fa‎
(AGI) - Roma, 10 nov. - "Con un colpo a sorpresa geniale, Napolitano ha elevato Monti a un ruolo super partes": lo ha detto Italo Bocchino (FLI) questa mattina nel corso di Omnibus, in onda su LA7. "Berlusconi ha due poblemi: uno e' la Lega, ...

Berlusconi si dimetterà sabato. Pdl apre a governo di larghe intese

TM News - ‎1 ora fa‎
Alfano: la nomina di Monti apprezzata dal premier. Pdl diviso, contraria la Lega: è bello stare all'opposizione Roma, 10 nov. (TMNews) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi "ha apprezzato e valutato positivamente il comunicato del presidente ...

È presto per Alfano: ai box per non bruciarsi

il Giornale - ‎1 ora fa‎
RomaÈ una carta che poteva salvare la partita, e tenere in piedi l'asse con la Lega che l'avrebbe condivisa. Ma c'è anche il rischio di bruciarla, e non è il caso, visto che il Pdl di problemi ne ha già a sufficienza. Salvate il soldato Angelino ...

Crisi, Napolitano accelera Monti è senatore a vita

Corriere della Sera - ‎2 ore fa‎
ROMA - Il punto di svolta della crisi politica giunge alle 19.17 quando l'agenzia Ansa batte la notizia che il capo dello Stato Giorgio Napolitano ha nominato Mario Monti senatore a vita. Fino ad allora l'ex commissario europeo era uno dei nomi, ...

Monti in pole position per il nuovo governo

Sky.it - ‎1 ora fa‎
Mossa a sopresa di Napolitano che lo nomina senatore a vita: già lunedì potrebbe ricevere l'incarico di formare un nuovo esecutivo. Berlusconi apre, la Lega pronta ad andare all'opposizione. E sui giornali l'ex Commissario europeo è l'uomo del giorno ...

Ddl stabilità entro sabato. Napolitano nomina Monti senatore a vita

euronews - ‎1 ora fa‎
Il futuro dell'Italia si decide ora per ora. Oggi l'ipotesi di un governo tecnico sembra più concreta di quanto non lo fosse ieri. Ma le elezioni anticipate restano ovviamente sul tavolo. L'approvazione della legge di stabilità dovrebbe arrivare entro ...

Nel fuggi fuggi generale tutti i vizi della vecchia politica

La Stampa - ‎1 ora fa‎
È il primo giorno del dopo Berlusconi, anche se il presidente del Consiglio formalmente è ancora lui. Fervono trattative, si disegnano scenari, si ipotizzano organigrammi: ma nelle riunioni in cui si ferve, si disegna e si ipotizza, lui non c'è. ...

Mario Monti senatore a vita: prossimo presidente del Consiglio?

GQ.com - ‎14 minuti fa‎
L'economista varesino è stato nominato ieri senatore a vita da Napolitano. Che lo vorrebbe come presidente del Consiglio. Anche Berlusconi apre alla possibilità di un governo tecnico guidato da lui, ma il Pdl si spacca e la Lega è contro. ...

Mario Monti nominato senatore a vita

onli.it - ‎56 minuti fa‎
Roma. L'economista Mario Monti, 68 anni, è stato nominato senatore a vita dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per "altissimi meriti nel campo scientifico e sociale". Il presidente ha dato personalmente notizia della nomina al neo ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 09/11/2011 @ 18:52:13, in Osservatorio Famiglia, linkato 1256 volte)
Desidero esprimere la mia solidarietà al procuratore Grenero e ai suoi sostituti, costretti a subire l'ingiuria dell'affittuario della Diocesi. In Italia abbiamo problemi ben più gravi, che vivono nella trascuratezza delle istituzioni. Infatti spaventa apprendere che in un decennio l'Italia abbia oscurato soltanto 35 siti di pedofili laici  (li abbiamo tutti su facebook con pagine e gruppi) e che debbano intervenire gli hacker dove non riescono le polizie di mezzo mondo. L.M.


Archiviazione per i casi di pedofilia a Savona?



Savona - Inchiesta archiviata per prescrizione dei reati per il caso di pedofilia che ha coinvolto il diacono della curia savonese, Franco Briano, 63 anni.
Il diacono, assistente della parrocchia di San Dalmazio a Lavagnola potrebbe uscire indenne dalle indagini della magistratura nonostante abbia ammesso di aver molestato ragazzini minorenni approfittando delle gite organizzate dalla Parrocchia.
Una decisione, quella dei magistrati che seguono il caso, obbligata dalle leggi che fanno cadere in prescrizione i reati di questo tipo anche se l'imputato ne ammette la responsabilità.
La vicenda aveva sconvolto la zona dove operava il diacono. Si era scoperto che molti ragazzi erano stati oggetto delle attenzioni morbose dell'uomo di chiesa.
Ora le polemiche torneranno ad infiammarsi.

http://genova.ogginotizie.it/100736-archiviazione-per-i-casi-di-pedofilia-a-savona/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Csm, 'Processo' disciplinare a Consigliere:
lo chiede il ministro Palma

Pm barese Rossi accusato di aver iscritto tardi politico indagato

TM News | 09/11/2011 - 17.41

ROMA - Un consigliere 'togato' del CSM sarà 'processato' domani dai suoi colleghi. Il magistrato 'incolpato' nel procedimento disciplinare fissato per domani alle 16.30 a palazzo dei Marescialli è il pm barese Roberto Rossi, oggi consigliere in quota Movimenti riuniti, una delle correnti 'di sinistra'. Rossi è accusato di "negligenza inescusabile" perché nell'ambito di una inchiesta sulla sanità pugliese avrebbe iscritto nel 2009 nel registro degli indagati "con grave ritardo", addirittura di sei anni, il coordinatore regionale del movimento politico 'La Puglia prima di tutto', Salvatore Greco detto Tato, per le accuse di associazione per delinquere e concorso in falso. Il procedimento riguardava gli imprenditori baresi Claudio e Gianpaolo Tarantini, quest'ultimo noto alle cronache per il suo successivo coinvolgimento nel caso del giro di escort che lui avrebbe procurato al presidente del Consiglio.

Esistono solo due precedenti di procedimenti disciplinari a carico di consiglieri del CSM in carica: entrambi riguardano Saverio Mannino, dal '94 al '98 componente dell'organo di autogoverno della magistratura, entrambi però conclusisi in camera di consiglio con la decisione di "non luogo a dibattimento". L'udienza di domani, quindi, costituisce una prima assoluta.

Il fatto che sia un consigliere in carica ad essere sottoposto a procedimento disciplinare (che in teoria, nei casi più gravi, può comportare perfino l'espulsione dall'ordine giudiziario) non è l'unica particolarità della vicenda. L'incolpazione infatti avviene su richiesta del ministro della Giustizia dopo che il procuratore generale della Cassazione aveva chiesto il non luogo a procedere escludendo l'addebito a carico di Rossi. Il 25 luglio scorso, proprio mentre Angelino Alfano stava per lasciare l'incarico al suo successore Nitto Palma, il ministro ha richiesto gli atti del procedimento disciplinare al CSM, e il 5 agosto il nuovo guardasigilli ha chiesto di fissare l'udienza. Nel corso della quale il consigliere sarà assistito da un difensore illustre: il procuratore aggiunto di Milano Armando Spataro, leader della corrente di Movimento, a sua volta ex componente del CSM.

http://www.lapoliticaitaliana.it/Articolo/?d=20111109&id=46626

La Rassegna

Consigliere Csm a processo disciplinare «Indagò Tarantini con ...

Corriere della Sera - ‎43 minuti fa‎
BARI - Domani un consigliere del Csm in carica sarà sottoposto a un processo disciplinare e dunque giudicato dai suoi stessi colleghi. Un fatto che ha un solo precedente in quasi 60 anni di storia di Palazzo dei marescialli. Si tratta di Roberto Rossi, ...

Csm, processo disciplinare per il pm che indagò su Tarantini

La Repubblica - ‎42 minuti fa‎
Il togato Roberto Rossi (centrosinistra) chiamato a rispondere dei ritardi sull'iscrizione nel registro degli indagati dell'ex parlamentare Tato Greco coinvolto nello scandalo protesi che travolse la sanità pugliese. Al Csm anche l'indagine sui veleni ...

Csm, 'Processo' disciplinare a consigliere: lo chiede il ministro

La Politica Italiana - ‎54 minuti fa‎
ROMA - Un consigliere 'togato' del CSM sarà 'processato' domani dai suoi colleghi. Il magistrato 'incolpato' nel procedimento disciplinare fissato per domani alle 16.30 a palazzo dei Marescialli è il pm barese Roberto Rossi, oggi consigliere in quota ...

Csm: domani udienza disciplinare per consigliere, indago' a Bari ...

La Repubblica Bari.it - ‎29 minuti fa‎
Roma, 9 nov. (Adnkronos) - La sezione disciplinare del Consiglio Superiore della magistratura sottoporra' domani a procedimento un consigliere, il togato di Area Roberto Rossi, per una vicenda legata al ritardo nell'iscrizione nel registro di uno degli ...

L'Ordine degli avvocati assolve la moglie di Tarantini

BariSera - ‎41 minuti fa‎
BARI – Nicla De Venuto assolta da tutte le accuse, quantomeno dall'Ordine degli avvocati di Bari, che contro di lei aveva avviato a settembre scorso un procedimento disciplinare di radiazione dall'Albo professionale. La donna, moglie di Gianpaolo ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Solidarietà al danneggiato! In Calabria tutto è possibile, ma oltre all'intimidazione personale si può pensare che l'auto sia stata scambiata per quella di un magistrato. Tra l'altro, per le funzioni del primo dirigente, si deve pensare che i suoi uffici siano adiacenti a quelli del Procuratore Generale. L.M.

Incendiata auto del primo dirigente della
Procura generale di Reggio Calabria


Reggio Calabria - (Adnkronos) - ''Non so darmi una spiegazione di quanto accaduto - dichiara Sandro Maria Velardi, che ricopre ruoli amministrativi - ''Non ho mai avuto minacce nè problemi particolari nel mio lavoro''

Reggio Calabria, 9 nov. (Adnkronos) - E' andata distrutta in un incendio l'automobile intestata a Sandro Maria Velardi, primo dirigente della Procura generale di Reggio Calabria. Il rogo si e' sviluppato questa notte intorno alle 2.50 in piazza Orange ed e' stato spento dai vigili del fuoco, che hanno evitato che le fiamme si propagassero alla vegetazione circostante. Secondo quanto appreso, sull'auto erano visibili gli adesivi di riconoscimento della Procura generale e gia' la sera precedente erano state danneggiate le gomme. Sull'episodio indagano i carabinieri.

''Non so darmi una spiegazione di quanto accaduto''. Cosi' il primo dirigente della Procura generale di Reggio Calabria Sandro Maria Velardi commenta l'incendio della sua automobile avvenuto la scorsa notte in piazza Oranges. Il dirigente ricopre ruoli amministrativi, si occupa ad esempio delle spese per le intercettazioni e le perizie. ''Non ho mai avuto minacce ne' problemi particolari nel mio lavoro'', spiega.

L'automobile era usata anche dalla moglie che e' dirigente psicologa al centro di igiene mentale. Si occupa anche lei di aspetti amministrativi, come le relazioni per la concessione del porto d'arma (anche alle forze dell'ordine) e ''non prescrive medicinali'' sottolinea Velardi, quindi il movente che ha portato all'incendio della Cmax parcheggiata sotto casa rimane un mistero. I vigili del fuoco non hanno trovato segni di liquido infiammabile sul posto per poter attribuire l'incendio all'origine dolosa.

Tuttavia la sera precedente ignoti avevano gia' tentato di danneggiare la macchina appiccando fuoco a una gomma. Vicino al pneumatico e' stato trovato un fazzoletto da cui si sarebbero dovute sprigionare le fiamme. Il tentativo e' tuttavia fallito. ''L'ho denunciato regolarmente alla polizia di Stato'', dice Velardi, che poi aggiunge ''scrivo editoriali per un sito internet prendendo in giro qualche politico ma non credo che l'episodio sia riconducibile a questo. Conduco una vita tranquilla, la sera sto quasi sempre in casa e non frequento locali assiduamente. Non saprei proprio a cosa addebitare questo gesto''.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/11/2011 @ 18:17:22, in Osservatorio Famiglia, linkato 1350 volte)
Pedofilia: pm chiede giudizio immediato
per Don Seppia e Alfano


Genova.  Giudizio immediato sia per Don Seppia sia per Emanuele Alfano. Lo ha chiesto oggi il pm Stefano Puppo. Don Seppia, arrestato nel maggio scorso nell’ambito dell’inchiesta su presunti abusi sessuali su minori, tentata induzione alla prostituzione e cessione di stupefacenti, è accusato di tentata violenza sessuale su minore pluriaggravata, plurima offerta di droga anche a minorenni, una offerta di droga a un minorenne, tentata induzione alla prostituzione minorile e detenzione di materiale pedopornografico.

L’ex seminarista Alfano è invece accusato di induzione alla prostituzione minorile, favoreggiamento della prostituzione minorile, prostituzione minorile e detenzione di materiale pedopornografico.

http://www.genova24.it/2011/11/pedofilia-pm-chiede-giudizio-immediato-per-don-seppia-e-alfano-22654

La Rassegna

Parroco arrestato: chiesto giudizio immediato per don Seppia

ANSA.it - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - GENOVA, 7 NOV - Il sostituto procuratore Stefano Puppo ha chiesto il giudizio immediato per don Riccardo Seppia, il parroco di Sestri Ponente arrestato lo scorso maggio nell'ambito dell'inchiesta su presunti abusi sessuali su minori, ...

PEDOFILIA: PM CHIEDE GIUDIZIO IMMEDIATO PER DON SEPPIA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎2 ore fa‎
(AGI) - Genova, 7 nov. - Il pm Stefano Puppo ha chiesto che don Riccardo Seppia sia processato con rito immediato, dunque con prova certa e senza udienza preliminare. L'ex sacerdote della parrocchia dello Spirito Santo di Sestri Ponente, ...

Pedofilia: pm chiede giudizio immediato per Don Seppia e Alfano

Genova24.it - ‎56 minuti fa‎
Genova. Giudizio immediato sia per Don Seppia sia per Emanuele Alfano. Lo ha chiesto oggi il pm Stefano Puppo. Don Seppia, arrestato nel maggio scorso nell'ambito dell'inchiesta su presunti abusi sessuali su minori, tentata induzione alla prostituzione ...

Don Seppia - Richiesto il giudizio immediato

Genova OggiNotizie - ‎1 ora fa‎
E' sato chiesto il giudizio immediato per Don Riccardo Seppia, l'ex parroco di Sestri Ponente arrestato lo sorso maggio con una valanga di accuse pesantissime come abusi sessuali su minori, tentata induzione alla prostituzione e cessione di ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
La speranza è che questo processo si concluda con la felice condanna dei responsabili delle Ferrovie dello Stato, che ne approfittano per levarsi di torno un sindacalista. Nel frattempo la Procura indaga per "falsa perizia" gli esperti nominati dal gip Simone Silvestri. L.M.

STRAGE VIAREGGIO: LICENZIATO DA FERROVIE
CONSULENTE PARTE CIVILE



(ASCA) - Firenze, 7 nov - E' stato licenziato dalle Ferrovie dello Stato Riccardo Antonini, ferroviere e consulente di parte civile della Cgil nel procedimento per la strage di Viareggio.

Lo rende noto lo stesso Antonini.

''Sono al lavoro - spiega Antonini - e mi e' arrivata la raccomandata in cui Rfi mi comunica che si e' 'definitivamente compromesso il rapporto fiduciario' e per questo vengo 'licenziato senza preavviso per giusta causa'''.

Antonini era gia' stato sospeso per dieci giorni in seguito a un richiamo e a ottobre era arrivata una seconda contestazione disciplinare. Tra i motivi del rilievo, spiega Antonini, c'era il ''conflitto di interessi'' tra il ruolo di dipendente delle Ferrovie e quello di consulente e la partecipazione a una manifestazione contro l'Ad di Ferrovie Mauro Moretti a Genova.

''E' paradossale - commenta Antonini - che l'indagato Moretti licenzi il ferroviere consulente. E' un'offesa alle vittime e alle loro famiglie e un'azione intimidatoria nei confronti dei lavoratori. Faro' ricorso'', assicura.

afe/sam/rob

La Rassegna

Strage, la procura indaga per "falsa perizia"

Nel mirino anche l’altro esperto

I pm: "Il professor Vangi è alla prima consulenza in incidenti ferroviari"

 

Viareggio, 7 novembre 2011 - E’ stato un fine settimana di lavoro per i pubblici ministeri Salvatore Giannino e Giuseppe Amodeo che, insieme al procuratore capo Aldo Cicala indagano sulla strage ferroviaria del 29 giugno 2009. I titolari dell’inchiesta stanno valutando se esistono gli estremi per la dichiarazione di «falsa perizia» nei confronti del professor Dario Vangi e dell’ingegner Riccardo Licciardello, gli esperti nominati dal Gip Simone Silvestri.

I due periti, come si sa, hanno sposato la linea delle Fs e contraddetto la ricostruzione fatta dal consulente della procura (e degli altri di parte civile) in merito allo squarcio prodotto sulla cisterna. I Pm giudicano però la loro relazione troppo «lacunosa» e dopo aver provato a colpire nel segno evidenziando che uno dei periti (Licciardello) non aveva avvertito nessuno che stava contemporaneamente svolgendo una consulenza per conto del Ministero delle infrastrutture dietro pagamento di Rfi (azienda sotto accusa nell’inchiesta sulla strage), adesso aggiustano il tiro anche nei confronti dell’altro esperto del Tribunale, il professor Dario Vangi. Dagli esiti del confronto al Polo fieristico di Lucca, è emerso che Vangi è di fatto alla prima esperienza in fatto di incidenti ferroviari.
 

Vediamo i passaggi chiave, quando il Pm Salvatore Giannino chiede lumi sulla ricostruzione dinamica dell’incidente.
 

Pm Giannino: «In questa ricostruzione dinamica, il calcolo che vede il peso, il volume occupato, la velocità, il tempo, incide nel determinare la posizione finale di un carro e dei singoli carri? Sarebbe stato rilevante fare dei calcoli considerando tutte le variabili?».
Ing. Vangi: «Questi calcoli li riteniamo poco affidabili perché i carri si sono trovati in posizione distaccata, più o meno lontani, ma hanno avuto storie diverse. Ogni carro nelle varie fasi ha avuto differenti vicende...».
Pm Giannino: «Il fatto che la locomotiva fosse attaccata o meno al carro avete detto che non incide sul risultato finale. Da quanto tempo si occupa di incidenti?».
Ing. Vangi: «Circa 10 anni».
Pm Giannino: «Di che tipo?».
Ing. Vangi: «Principalmente incidenti stradali, aerei e sul lavoro»
Pm Giannino: «Di quanti incidenti ferroviari si è occupato?».
Ing. Vangi: «Questo è il primo».
Pm Giannino: «Se lei dovesse analizzare un incidente stradale con una roulotte lei considererebbe quest’ultima nella dinamica del sinistro?».
Ing. Vangi: «In questo caso sì».
Pm Giannino: «Quindi nel caso di incidente stradale è rilevante e in un disastro di questo tipo no?».
Ing. Vangi: «Sì, fare delle analogie è pericoloso perché nel nostro caso, nel caso di incidente stradale può essere essenziale capire che ruolo ha avuto la roulotte per lo sbandamento del veicolo per l’urto. Uno cosa è l’analisi dell’urto altra è l’analisi del post urto. Nell’incidente ferroviario non ha molto senso perché guardiamo il post urto quando i carri strisciano a terra. E’ chiaro che si scambiano delle forze ma non ci è stato chiesto nei quesiti i momenti di sgancio dei carri...».

Paolo Di Grazia

http://www.lanazione.it/viareggio/cronaca/2011/11/07/614863-strage_procura_indaga.shtml

SUL LICENZIAMENTO

STRAGE VIAREGGIO: GRANAIOLA (PD), CON ANTONINI ARROGANZA POTERI FORTI

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Firenze, 7 nov - ''Schierarsi con le vittime della strage ferroviaria e' una colpa grave'? Tanto grave da far scattare il licenziamento'? Riccardo Antonini dipendente del Gruppo Ferrovie e' stato licenziato. E' stato giudicato colpevole di ...

''Moretti conferma di essere spietato''

La Nazione - ‎1 ora fa‎
"Voglio esprimere la mia vicinanza ad Antonini, che non ha mai vacillato nel suo atteggiamento, chiaro e determinato fin dall'inizio. Qual è la sua colpa? Forse quella di aver voluto dare il suo contributo alla ricerca della verità'' Viareggio, ...

STRAGE VIAREGGIO: FS LICENZIA FERROVIERE CONSULENTE CGIL

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎2 ore fa‎
(AGI) - Firenze, 7 nov. - Le Ferrovie dello Stato hanno licenziato Riccardo Antonini, ferroviere e consulente di parte civile della Cgil nel processo per la strage di Viareggio, che causo' 32 morti il 29 giugno 2009. Lo rende noto lo stesso Antonini, ...

Strage Viareggio, licenziato ferroviere

Corriere della Sera - ‎3 ore fa‎
(ANSA) - FIRENZE - Riccardo Antonini, il ferroviere che svolge un ruolo di consulente di parte civile nell'incidente probatorio per l'inchiesta lucchese sulla strage alla stazione di Viareggio (giugno 2009, 32 morti) e' stato licenziato dalle Ferrovie. ...

Strage, licenziato il ferroviere impegnato come consulente di parte

La Nazione - ‎4 ore fa‎
Viareggio, 7 novembre 2011 - Ferrovie dello Stato ha licenziato Riccardo Antonini il ferroviere e consulente di parte civile nell'incidente probatorio per l'inchiesta lucchese sulla strage alla stazione di Viareggio (giugno 2009, 32 morti) è stato ...

STRAGE VIAREGGIO: LICENZIATO DA FERROVIE CONSULENTE PARTE CIVILE

Agenzia di Stampa Asca - ‎5 ore fa‎
(ASCA) - Firenze, 7 nov - E' stato licenziato dalle Ferrovie dello Stato Riccardo Antonini, ferroviere e consulente di parte civile della Cgil nel procedimento per la strage di Viareggio. ''Sono al lavoro - spiega Antonini - e mi e' arrivata la ...

Viareggio, licenziato dalle Ferrovie era il consulente Cgil per la ...

La Repubblica Firenze.it - ‎24 minuti fa‎
Era da anni impegnato nelle battaglie per la sicurezza dei treni. Ferrovie: "Si è compromesso il rapporto di fiducia" Riccardo Antonini, il ferroviere che svolge un ruolo di consulente di parte civile nell'incidente probatorio per l'inchiesta lucchese ...

STRAGE VIAREGGIO: RINALDI (IDV), LICENZIAMENTO INQUIETANTE

AgenParl - Agenzia Parlamentare - ‎32 minuti fa‎
(AGENPARL) - Roma, 07 nov - "Ferrovie licenzia il ferroviere e consulente di parte civile della Cgil nel processo per l'incidente di Viareggio del 2009: e quale sarebbe la giusta causa invocata dalle Fs?". A dirlo è il capodelegazione Idv al Parlamento ...

Strage di Viareggio, le Fs licenziano il consulente Cgil

Il Salvagente - ‎1 ora fa‎
Licenziato perché consulente di parte in una causa contro l'azienda. E perché in questo modo, è “definitivamente compromesso il rapporto fiduciario”. Non accade a un impiegato qualunque, ma a Riccardo Antonini, 59 anni, il ferroviere che svolge un ...

Strage di Viareggio, licenziato Antonini

Noitv.com - ‎1 ora fa‎
VIAREGGIO - Riccardo Antonini, il ferroviere che svolge un ruolo di consulente di parte civile per contro della Cgil nell'incidente probatorio per l'inchiesta sulla strage alla stazione e' stato licenziato dalle Ferrovie. Il provvedimento gli e' stato ...

SUI PERITI

STRAGE VIAREGGIO: PM CHIEDE RICUSAZIONE PERITO, MA GIP LA NEGA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎04/nov/2011‎
(AGI) - Lucca, 4 nov. - E' terminato al terzo giorno l'incidente probatorio per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009, dove persero la vita 32 persone. Quella di oggi e' stata la giornata più' movimentata delle tre e ha visto il pubblico ministero ...

STRAGE VIAREGGIO: COMITATO VITTIME, DECISIONE GIP OFFENDE 32 MORTI

Agenzia di Stampa Asca - ‎04/nov/2011‎
(ASCA) - Lucca, 4 nov - ''Hanno offeso noi ei nostri morti, al pari delle parole pronunciate da Moretti''. Cosi' Daniela Rombi, madre di Emanuela e presidente del comitato dei familiari delle vittime della Strage di Viareggio 'Il mondo che vorrei', ...

Strage Viareggio: pm, via perito che lavora per Rfi; Gip, no

ANSA.it - ‎04/nov/2011‎
(ANSA) - LUCCA, 4 NOV - Il gip ha respinto la richiesta della procura di Lucca di ricusare i periti nominati dal gip per stilare la relazione sulle cause della strage di Viareggio del 29 giugno 2009: 32 morti. Secondo i pm uno di loro, ...

STRAGE VIAREGGIO: AVVOCATO MORETTI, NON IMMAGINABILE ACCUSA PER AD FS

Agenzia di Stampa Asca - ‎04/nov/2011‎
(ASCA) - Lucca, 4 nov - ''Non riesco a immaginare su quali basi la Procura di Lucca, dopo questa serie di smentite che ha ricevuto, possa costruire una accusa a carico dell'Ad di Ferrovie dello Stato e degli altri indagati''. Cosi' Armando D'Aponte, ...

STRAGE VIAREGGIO: PM CHIEDE RICUSAZIONE PERITO GIP, GIUDICE RESPINGE

Agenzia di Stampa Asca - ‎04/nov/2011‎
(ASCA) - Lucca, 4 nov - Il Gip di Lucca Simone Silvestri ha respinto la richiesta del Pm Giuseppe Amodeo di ricusazione del perito Riccardo Licciardello, nominato dallo stesso giudice nell'ambito dell'incidente probatorio per la strage di Viareggio ...

Strage Viareggio/ Perito Gip ha rapporto lavoro con Trenitalia

TM News - ‎04/nov/2011‎
Firenze, 4 nov. (TMNews) - Colpo di scena giudiziario per la strage di Viareggio: il perito del Giudice per le indagini preliminari, Riccardo Licciardello, ha detto di "ricevere pagamenti da Rete ferroviaria italiana". Al polo fieristico di Lucca è in ...

Strage Viareggio: al via davanti gip lo scontro fra perizie

ANSA.it - ‎02/nov/2011‎
(ANSA) - LUCCA, 2 NOV - Si e' aperto al Polo fieristico di Lucca l'incidente probatorio per l'inchiesta sulla strage di Viareggio del 29 giugno 2009. Le udienze potrebbero continuare fino a venerdi', con un confronto-scontro fra periti del gip, ...

Strage Viareggio, confronto tra periti a Lucca: soddisfatte Fs

TM News - ‎02/nov/2011‎
Al Polo fieristico di Lucca prima giornata di confronto tra le perizie delle parti coinvolte nella strage di Viareggio del 29 giugno 2009, che provocò la morte di 32 persone. Dall'esposizione dei periti nominati dal Giudice per le indagini preliminari ...

STRAGE VIAREGGIO: PRIMO GIORNO DI DIBATTIMENTO SULLE PERIZIE

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎02/nov/2011‎
(AGI) - Lucca, 2 nov. - Primo giorno di udienza per l'incidente probatorio per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009. L'aula, allestita al Polo fieristico lucchese ha accolto la maxi-udienza: erano presenti i rappresentanti delle 349 parti ...

STRAGE VIAREGGIO: BATTAGLIA TECNICA SU PERIZIE, 1* ROUND A FERROVIE

Agenzia di Stampa Asca - ‎02/nov/2011‎
(ASCA) - Lucca, 2 nov - E' battaglia tra le parti sulle perizie presentate nell'ambito dell'incidente probatorio disposto per l'inchiesta sulla strage ferroviaria di Viareggio (Lu), che il 29 giugno 2009 causo' la morte di 32 persone. ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/11/2011 @ 17:54:18, in Magistratura, linkato 1425 volte)

Del bimbo, torturato e ucciso, non fu più ritrovato il corpo disciolto nell'acido. L.M.

Omicidio Di Matteo,chiesti 5 ergastoli

Tra imputati i boss Matteo Messina Denaro e Giuseppe Graviano

07 novembre, 14:56

(ANSA) - PALERMO, 7 NOV - Il pm di Palermo, Fernando Asaro, ha chiesto la condanna all'ergastolo di cinque capi mafia, tra i quali il latitante Matteo Messina Denaro, e il boss Giuseppe Graviano, per il sequestro e l'omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo. Il figlio del pentito Santino fu sequestrato nel 1993 e ucciso dopo 779 giorni di prigionia per convincere il padre a tornare nei ranghi di cosa nostra.

La Rassegna

Mafia/ Processo Di Matteo, pm chiede ergastolo per gli imputati

TM News - ‎2 ore fa‎
Palermo, 7 nov. (TMNews) - Ha chiesto l'ergastolo per tutti gli imputati, tranne che per Spatuzza, il pm Fernando Asaro che stamattina ha tenuto la requisitoria del processo per il sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo, figlio del pentito Santino, ...

Omicidio Di Matteo,chiesti 5 ergastoli

ANSA.it - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - PALERMO, 7 NOV - Il pm di Palermo, Fernando Asaro, ha chiesto la condanna all'ergastolo di cinque capi mafia, tra i quali il latitante Matteo Messina Denaro, e il boss Giuseppe Graviano, per il sequestro e l'omicidio del piccolo Giuseppe Di ...

Processo Di Matteo, il pm Asaro chiede l'ergastolo per Graviano e ...

Adnkronos/IGN - ‎3 ore fa‎
Palermo - (Adnkronos) - Il pm Fernando Asaro ha chiesto alla Corte d'Assise di Palermo cinque ergastoli e dieci anni per il pentito Spatuzza. La requisitoria: "Il piccolo Giuseppe Di Matteo viene torturato dai suoi aguzzini" Palermo, 7 nov. ...

La morte del piccolo Di Matteo, il pm chiede cinque ergastoli

Corriere della Sera - ‎3 ore fa‎
fu rapito il 23 novembre del 1993. Venne strangolato e poi sciolto nell'acido dopo 779 giorni di prigionia PALERMO - Il pm di Palermo, Fernando Asaro, ha chiesto la condanna all'ergastolo di cinque capimafia, tra i quali il latitante Matteo Messina ...

MAFIA: OMICIDIO PICCOLO DI MATTEO, PM CHIEDE 5 ERGASTOLI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎4 ore fa‎
(AGI) - Palermo, 7 nov. - Giuseppe Graviano e Matteo Messina Denaro erano perfettamente consapevoli, al momwento del sequestro del piccolo Di Matteo, che l'ostaggio sarebbe stato comunque ucciso. La stessa consapevolezza e' da ascrivere anche agli ...

Il pm in aula accusa i boss "Il piccolo Di Matteo fu torturato"

La Repubblica - ‎4 ore fa‎
Requisitoria dell'accusa al processo per il rapimento e l'uccisione del figlio del pentito Santino Di Matteo che venne sequestrato il 23 novembre del '93 e poi strangolato e sciolto nell'acido. Dell'omicidio sono accusati Leoluca Bagarella e Giovanni ...

Mafia: omicidio Di Matteo, al via requisitoria pm

Adnkronos/IGN - ‎7 ore fa‎
Palermo, 7 nov. - (Adnkronos) - E' iniziata davanti alla Corte d'Assise di Palermo la requisitoria del processo per il sequestro e l'omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito Santino Di Matteo ucciso e sciolto nell'acido nel ...

Omicidio Di MAtteo - Il pm chiede ergastolo per tutti gli accusati

Edizioni Oggi - ‎3 minuti fa‎
Il pm del tribunale di Palermo, Antonio Fasaro, ha terminato la requisitoria al processo per l'omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, chiedendo la pena dell'ergastolo per tutti gli accusati, compreso il superlatitante Matteo Messina Denaro, ...

Omicidio Di Matteo: chiesti cinque ergastoli

Lettera43 - ‎3 ore fa‎
Il pubblico ministero di Palermo, Fernando Asaro, ha chiesto la condanna all'ergastolo di cinque capi mafia per l'omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito Santino, sequestrato nel 1993 e ucciso dopo 779 giorni di prigionia per ...

Pm: «Il piccolo Di Matteo torturato e ucciso per intimorire i pentiti»

Corriere del Mezzogiorno - ‎4 ore fa‎
PALERMO - Un messaggio ai pentiti, un avvertimento a chi aveva deciso di lasciare Cosa nostra. Questo, secondo il pm Fernando Asaro, che sta tenendo la requisitoria del processo per il sequestro e l'uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo, ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/11/2011 @ 17:30:45, in Osservatorio Famiglia, linkato 1266 volte)
Al via il processo d'Appello
per il Giallo di Garlasco


Inizia domani, martedì 8 novembre 2011, il processo di appello sul "giallo di Garlasco". Alberto Stasi, l'unico sospettato per l'omicidio, è già stato assolto in primo grado dall'accusa di aver ucciso la fidanzata Chiara Poggi, ritrovata riversa nel sangue nella villetta di famiglia, nonostante i pm Muscio e Michelucci avessero chiesto per lui 30 anni.

Si tratterà di un processo a porte chiuse, vietato a tv e fotografi. Un provvedimento questo, che accomuna il processo per l'omicidio Poggi ad altri casi famosi in Italia, per i quali abbiamo assistito ad una eccessiva spettacolarizzazione del "crimine".

E' auspicabile che il processo di appello faccia chiarezza, perché il "giallo" rischia di rimanere insoluto  come quello di Elisa Claps, concomitante per data, nonostante le evidenze di un violento litigio in corso tra i due fidanzati, sul tema delle  inquietanti frequentazioni telematiche e il collezionismo pedofilo e pornografico dello Stasi e il "segreto" di abitudini criminogene da preservare.

Loredana  Morandi


La Rassegna

GARLASCO: DOMANI AL VIA L'APPELLO, STASI IN AULA A MILANO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎3 minuti fa‎
(AGI) - Milano, 7 nov. - Domani sara' in aula, Alberto Stasi, per difendersi dall'accusa di aver ucciso la fidanzata Chiara Poggi il 13 agosto del 2007. A due anni dall'assoluzione pronunciata dal gup di Vigevano Stefano Vitelli, al termine di un ...

Garlasco, i protagonisti e le tappe

Corriere della Sera - ‎25 minuti fa‎
LA VITTIMA - Chiara Poggi, 26 anni, occhi celesti. Viene descritte come una ragazza riservata e studiosa. Si è laureata con lode in Economia e commercio all'Università di Pavia. Prima di morire ha lavorato come stagista in un'azienda informatica di ...

La mamma di Chiara: «Aspetto che qualcuno mi dica chi ha ucciso ...

Corriere della Sera - ‎2 ore fa‎
MILANO - «Io sono la mamma. Aspetto ancora che qualcuno mi dica chi ha ucciso mia figlia, una ragazza buona e solare che sapeva farsi voler bene. La speranza ce l'ho sempre, non mi è mai mancata, nemmeno un giorno». Lo afferma, alla vigilia del ...

Giallo Garlasco, tribunale Milano vietato a telecamere

ANSA.it - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - MILANO, 7 NOV - Il palazzo di giustizia di Milano ancora una volta vietato a telecamere e fotografi. Lo ha deciso la procura generale in vista del processo d'appello nel quale Alberto Stasi da domani ritorna sul banco degli imputati con ...

Stasi, martedì l'appello: tribunale vietato a fotografi e telecamere

Corriere della Sera - ‎2 ore fa‎
MILANO - Alberto Stasi, martedì mattina, ritorna sul banco degli imputati per il processo d'appello in relazione alla morte della sua fidanzata Chiara Poggi. L'accusa è quella di omicidio aggravato dalla crudeltà. E per l'occasione il Palazzo di ...

Giallo di Garlasco, via all'Appello

TGCOM - ‎7 ore fa‎
12:01 - Chi è davvero Alberto Stasi? Un freddo assassino, come continua a sostenere il procuratore generale Laura Barbarini, la pubblica accusa, oppure assolutamente innocente, come hanno stabilito i giudici in primo grado e come sostiene lui? ...

Garlasco, la mamma di Chiara: aspetto ancora che mi dicano chi l ...

Adnkronos/IGN - ‎8 ore fa‎
Roma - (Adnkronos) - Alla vigilia del processo d'Appello la donna parla in un'intervista al quotidiano 'La Stampa': "Alberto Stasi? Non ritengo che sia opportuno incontrarlo. E comunque non ce lo ha mai neanche chiesto Milano, 7 nov. ...

Comincia il processo d'appello a Stasi L'ex bocconiano punta all ...

il Giornale - ‎9 ore fa‎
A quasi due anni di distanza dalla sentenza con cui il gup di Vigevano Stefano Vitelli aveva mandato assolto con formula dubitativa Alberto Stasi, accusato di aver massacrato la sua fidanzata Chiara Poggi il 13 agosto del 2007, comincia domani a Milano ...

Omicidio Garlasco, martedì al via appello. Rita Poggi: giustizia

TM News - ‎9 ore fa‎
In primo grado Alberto Stasi è stato assolto per non aver commesso il fatto. Chiara è stata uccisa il 13 agosto del 2007 Milano, 7 nov. (TMNews) - Ritorna l'accusa. A poco meno di due anni dal giorno in cui il gup di Vigevano lo assolse per l'omicidio ...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/11/2011 @ 13:25:25, in Indagini, linkato 1154 volte)
http://a7.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/374857_308329792530513_100000604855347_1100895_1096213459_n.jpg

Questa volta non si è trattato di un nuovo defacement, ma della già nota performance per la sostituzione delle immagini online. Lo screenshot odierno è già archiviato nella cartella denominata "falsi abusi", ove persona per persona sto catalogando le performance, le minacce e le azioni chiaramente dolose.

Il mandato è torinese, senza ombra di dubbio, e come la volta precedente ci sono i testimoni.

L.M.


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/11/2011 @ 10:17:26, in Osservatorio Famiglia, linkato 1374 volte)
A diciotto anni dal delitto di Elisa Claps
Restivo alla sbarra in aula a Salerno


Potenza - (Adnkronos) - Dopo la condanna al carcere a vita in Gran Bretagna per l'omicidio Barnett, è imputato in Italia e sarà giudicato martedì con il rito abbreviato per quello della studentessa potentina, uccisa il 12 settembre del 1993.

Potenza, 6 nov. (Adnkronos) - Diciotto anni dopo la sua morte, approda martedì nelle aule della giustizia italiana il caso di Elisa Claps, con Danilo Restivo imputato dell'omicidio della studentessa potentina. La ragazza aveva 16 anni quando fu uccisa il 12 settembre del 1993, ma solo l'anno scorso i suoi resti sono stati ritrovati nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità a Potenza. Un 'processo scontato' secondo la famiglia che ha sempre creduto nella colpevolezza di Restivo, attualmente detenuto in Inghilterra per un altro omicidio, quello di Heather Barnett, una sarta di Bournemouth trovata morta nel 2002. Le prove sono speculari e portano ad individuare la stessa mano dietro i delitti, quella di Restivo, già condannato al carcere a vita in Gran Bretagna. A Salerno sarà giudicato con rito abbreviato. Contro di lui c'è anche la prova del Dna raccolta dai carabinieri dei Ris di Parma. Pero' molte domande non potranno essergli rivolte, come avrebbe voluto la famiglia, ora proiettata a far luce sugli altri risvolti poco chiari, dai depistaggi alle omissioni investigative. Quello italiano sarà un processo sull'omicidio e non sul contesto, su cio' che e' avvenuto dopo tanto da posticipare il ritrovamente del cadavere di cui qualcuno sapeva, stando alle indagini ed alle ultime rivelazioni.

E' una domenica soleggiata il giorno in cui Elisa scompare nel nulla a Potenza, in via Pretoria. Esce di casa insieme ad un'amica, Eliana De Cillis. Ha un appuntamento con Danilo Restivo. Si incontrano in chiesa. E' lo stesso Restivo a confermare l'incontro in un processo in cui viene condannato a due anni e 8 mesi di reclusione per false dichiarazioni al giudice. Restivo dichiara di averla incontrata e che lei era li' ad aspettarlo alla chiesa della Santissima Trinita', in via Pretoria. Sempre stando alla sua deposizione, i due ragazzi sono rimasti dieci minuti a parlare dietro l'altare, poi Elisa e' andata via e Restivo l'ha seguita con lo sguardo fino a quando e' uscita, quindi e' rimasto un po' a pregare. Tornando a casa, si e' ferito nel cantiere delle scale mobili. I giudici non gli credono del tutto: nella sua ricostruzione c'e' un buco di un'ora e mezza in cui la sua versione non e' riscontrata. Infatti Elisa verra' ritrovata nella chiesa da cui non era mai uscita. A distanza di tempo il corpo ''parla'' nell'autopsia. E rivela lo scenario per cui Restivo e' accusato di omicidio volontario pluriaggravato per i motivi abietti e la ferocia. Secondo l'accusa tutto avviene nel sottotetto, dove Restivo conduce la ragazza con la scusa di darle un piccolo dono. Dopo un tentativo di approccio sessuale, rifiutato dalla ragazza che non voleva ''mettersi insieme'' a Restivo, l'omicidio.

Elisa viene colpita 13 volte con un oggetto tagliente e muore dissanguata. ''La vittima - e' scritto nella relazione dell'autopsia di Francesco Introna - fu attinta da 12 lesioni da punta e taglio (nove inferte posteriormente e tre anteriormente), e da almeno una lesione da taglio''. L'arma e' ''una lama piccola, appuntita, della lunghezza di almeno 5,5 centimetri''. Secondo la relazione la ragazza e' stata uccisa li' dove e' stata trovata, nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinita' in quanto ''la salma subi' tutto l'iter trasformativo in corrispondenza del sito di rinvenimento''. Per non far avvertire i miasmi della decomposizione cadaverica, secondo l'accusa, fu praticato un varco fra le travi del sottotetto. E questo e' uno degli elementi che fa pensare a possibili complicita'. Il delitto avvenne a seguito di un rifiuto ad avances sessuali. Lo dimostrano i vestiti - mutandine abbassate e reggiseno tagliato - e alcune lesivita' ''all'interno della coscia destra e delle mammelle''. Sono state tagliate, inoltre, delle ciocche di capelli, ''alcune di netto nell'immediatezza della morte''. Otto, per la precisione. Sulle mani di Elisa ci sono anche due lesioni da ''arma bianca'', segno che tento' di difendersi e di disarmare l'assassino afferrando ''lo strumento di offesa''. Elisa Claps fu uccisa con un assalto alle spalle perche' la maggior parte dei colpi inferti con un coltellino sono stati inflitti ''posteriormente'', secondo l'autopsia. Sul maglione intrecciato che Elisa vestiva e' stata trovata una traccia di dna: si tratta di saliva frammista a sangue della ragazza. Per i Ris il profilo biologico e' di Restivo oltre ogni ragionevole dubbio.

Questo e' un processo gia' fatto. Si e' svolto a Winchester, in Inghilterra, per il caso Barnett. Esaminando il delitto della sarta, sono state esaminate le ''incredibili somiglianze'' tra i due omicidi e la pubblica accusa ha stabilito che Restivo e' colpevole di entrambi, ma ovviamente condannato solo per quello su cui e' chiamata la giustizia inglese. Sono stati inoltre sentiti tutti i protagonisti della vicenda di Potenza, in persona o in videoconferenza. L'unico elemento nuovo potrebbe essere la presenza a sorpresa dell'imputato. Dal dibattimento, probabilmente, resteranno fuori le zone d'ombra. Restivo fu il primo sospettato della Polizia sin dall'inizio. I suoi vestiti, pero', non furono sequestrati. Inoltre la chiesa della Trinita' fu ispezionata ma il corpo non fu trovato. Di piu'. Un testimone disse di aver visto Elisa alle 13.45 del giorno della scomparsa, circostanza smentita dalle indagini (Elisa mori' tra le 11.30 e le 13.10). E poi c'e' quello che e' avvenuto negli anni, a cominciare dai presunti ritrovamenti del corpo dai sacerdoti, taciuti alle autorita'. La Chiesa smentisce tutto ma l'ombra rimane fitta e, intanto, la chiesa rimane sotto sequestro.

La Rassegna

CLAPS: DOMANI AL VIA PROCESSO A SALERNO, RESTIVO NON CI SARA'
AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 minuto fa‎
Per i familiari di Elisa Claps, Danilo Restivo, a diciotto anni dall'omicidio della studentessa di Potenza sotto processo come unico responsabile di quella morte, ha sempre trovato una via di fuga. "Non credo che domani ci sara', non credo proprio, ...

Omicidio Elisa Claps: processo a Restivo, rischia 30 anni

Tg1 - www.tg1.rai.it - ‎10 ore fa‎
Inizia domani, 8 novembre, il processo a Danilo Restivo, unico imputato per la morte di Elisa Claps. Restivo, che in Italia rischia una pena di 30 anni, è rinchiuso in un carcere inglese dopo la condanna all'ergastolo per la morte di Heather Barnett. ...

A diciotto anni dal delitto di Elisa Claps Restivo alla sbarra in ...

Adnkronos/IGN - ‎16 ore fa‎
(Adnkronos) - Diciotto anni dopo la sua morte, approda martedì nelle aule della giustizia italiana il caso di Elisa Claps, con Danilo Restivo imputato dell'omicidio della studentessa potentina. La ragazza aveva 16 anni quando fu uccisa il 12 settembre ...

Caso Claps: a 18 anni dal delitto Restivo alla sbarra a Salerno ...

Libero-News.it - ‎18 ore fa‎
Elisa Claps fu uccisa con un assalto alle spalle perche' la maggior parte dei colpi inferti con un coltellino sono stati inflitti ''posteriormente'', secondo l'autopsia. Sul maglione intrecciato che Elisa vestiva e' stata trovata una traccia di dna: si ...

Caso Claps: a 18 anni dal delitto Restivo alla sbarra a Salerno ...

La Repubblica Napoli.it - ‎18 ore fa‎
(Adnkronos) - Questo e' un processo gia' fatto. Si e' svolto a Winchester, in Inghilterra, per il caso Barnett. Esaminando il delitto della sarta, sono state esaminate le ''incredibili somiglianze'' tra i due omicidi e la pubblica accusa ha stabilito ...

Caso Claps: a 18 anni dal delitto Restivo alla sbarra a Salerno ...

Libero-News.it - ‎18 ore fa‎
(Adnkronos) - E' una domenica soleggiata il giorno in cui Elisa scompare nel nulla a Potenza, in via Pretoria. Esce di casa insieme ad un'amica, Eliana De Cillis. Ha un appuntamento con Danilo Restivo. Si incontrano in chiesa. ...


GIORNI PRECEDENTI

Claps: 8 novembre inizia il processo

Il Secolo XIX - ‎03/nov/2011‎
(ANSA) - NAPOLI, 3 NOV - Si aprira' l'8 novembre, al Tribunale di Salerno, davanti al giudice Elisabetta Boccassini, il processo a carico di Danilo Restivo, unico imputato per la morte di Elisa Claps, la studentessa potentina scomparsa nel 1993 e ...

Claps: 8 novembre inizia processo, Restivo rischia 30 anni

ANSA.it - ‎03/nov/2011‎
(ANSA) - NAPOLI, 3 NOV - Iniziera' l'8 novembre, nel Tribunale di Salerno, il processo a Danilo Restivo, unico imputato per la morte di Elisa Claps. Secondo quanto confermato dalla Procura, Restivo - che in Italia rischia una pena di 30 anni - ha ...

Elisa Claps, al via il processo contro Danilo Restivo

Attualità Tuttogratis - ‎04/nov/2011‎
A 18 anni dalla morte di Elisa Claps, la sedicenne scomparsa a Potenza nel 1993, l'8 novembre, presso il Tribunale di Salerno, prenderà il via il processo che vede Danilo Restivo imputato con l'accusa di omicidio volontario pluriaggravato dai futili ...

Elisa Claps: 8 novembre inizia il processo contro Danilo Restivo

News al femminile - ‎04/nov/2011‎
Mancano ormai davvero pochissimi giorni. Il processo per la morte di Elisa Claps si aprirà infatti, al Tribunale di Salerno, davanti al giudice Elisabetta Boccassini, l' 8 novembre. Elisa Claps è la studentessa del capoluogo lucano scomparsa nel nulla ...

Restivo, al via il processo

MigliorBlog Notizie (Blog) - ‎04/nov/2011‎
La prima udienza del processo contro Danilo Restivo per l'omicidio della studentessa Elisa Claps, scomparsa nel centro storico di Potenza domenica 12 settembre 1993 e il cui corpo è stato ritrovato il 17 marzo 2010 nel sottotetto della chiesa della ...

Caso Claps, martedì la prima udienza: Restivo rischia 30 anni

Il Quotidiano Italiano - ‎03/nov/2011‎
(03 Novembre 2011) SALERNO – Sono passati 18 anni dalla morte della giovane potentina Elisa Claps, un lungo iter giudiziario che ha visto come unico colpevole Danilo Restivo, già condannato al carcere a vita in Inghilterra lo scorso 30 giugno per ...

La famiglia Claps: e non ci fermeremo a Restivo

La Gazzetta del Mezzogiorno - ‎03/nov/2011‎
POTENZA – La famiglia Claps non ha dubbi: la condanna di Danilo Restivo è «scontata», ma questo «non ci fermerà perchè la nostra battaglia per la giustizia non terminerà fino a quando non avremo trovato tutta la verità, cominciando dal ritrovamento del ...

CLAPS, PROCESSO AL VIA: RESTIVO RISCHIA 30 ANNI

Leggo Online - ‎03/nov/2011‎
SALERNO - Al suo processo Danilo Restivo non ci sarà. Detenuto in Inghilterra per l'omicidio di un'altra donna, il prossimo 8 novembre, nell'aula del Tribunale di Salerno dove si deciderà sulla sua condanna o meno per l'omicidio di Elisa Claps, lui, ...

Claps, l'8 novembre inizia il processo

Lettera43 - ‎03/nov/2011‎
È previsto per martedì 8 novembre, al Tribunale di Salerno, davanti al giudice Elisabetta Boccassini, l'inizio del processo a carico di Danilo Restivo, unico imputato per la morte di Elisa Claps, la studentessa potentina scomparsa nel 1993 e trovata ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










23/08/2019 @ 11.50.23
script eseguito in 406 ms