Immagine
 shutoku - hi izuru tokoro no tenshi... di Lunadicarta
 
"
Quando il più famoso Ricattatore del tuo Paese dichiara che la Pedofilia non esiste, sappi che ha parlato per conto della Lobby.

Loredana Morandi
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 30/01/2012 @ 17:59:12, in Magistratura, linkato 1941 volte)

Maddalena: "Riforme sì
ma non si tocchino i pool"

Il procuratore generale: il nuovo clima tra politica e giustizia fa ben sperare. E ammonisce: attenti alle infiltrazioni della 'ndrangheta


Il clima più sereno fa ben sperare nelle riforme della giustizia. Si possono chiudere i piccoli tribunali ma non bisogna toccare i pool, che non sono centri di potere ma uffici che svolgono un servizio prezioso. Ed è importante vigilare sul pericolo rappresentato dalla diffusione della 'ndrangheta. Lo ha detto il procuratore generale Marcello Maddalena intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario.

"L'insolita e singolare situazione politica del Paese e il clima fortunatamente più sereno che si comincia a respirare nei rapporti tra sistema politico e sistema giudiziario - ha detto Maddalena - mi inducono a sperare che finalmente si possano realizzare almeno alcune delle riforme per dare l'efficienza e la credibilità necessarie perché il sistema giustizia si trasformi da fattore di eventuale danno a fattore di rilancio".

Sulla chiusura dei piccoli tribunali il procuratore si è detto "favorevole, anche in Piemonte e Valle d'Aosta, dove non è pensabile avere 18 diverse sedi giudiziarie e altrettante procure. Tuttavia, finché la chiusura non avviene è sbagliato lasciare sguarniti tali uffici giudiziari, che a volte arrivano a contare soltanto un sostituto procuratore".

Il magistrato ha poi affrontato il tema dei gruppi specializzati come quello coordinato da Raffaele Guariniello, alludendo alla norma che obbliga i loro componenti a cambiare funzione dopo un certo numero di anni: "Quello che viene definito un centro di potere, nella realtà
è un centro di servizi. Il procuratore capo Caselli è riuscito a salvare da questa furia distruttrice proprio il dottor Guariniello e a mantenerlo nella stessa funzione". Anche se possono esserci anomalie nel sistema e non si può negare "vi siano stati dei casi di malcostume", ha aggiunto Maddalena, "la reazione è stata spropositata e alla fine, per il servizio, grandemente lesiva". Infatti per il procuratore generale la specializzazione resta un valore aggiunto, mentre invece "il motto dello Stato in questo caso è stato e continua a essere colpirne cento per educarne uno!".

"Mi sembra necessario - ha concluso Maddalena soffermandosi sulle operazioni Minotauro e Albachiara condotte l'anno scorso contro la criminalità oprganizzata calabrese in Piemonte - un forte richiamo ai doveri di attenzione e di vigilanza da parte di tutte le istituzioni e i cittadini onesti di fronte al pericolo della diffusione di un fenomeno così pericoloso per la civile convivenza". (28 gennaio 2012)

http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/01/28/news/maddalena_riforme_s_ma_non_si_tocchino_i_pool-28909792/


La Rassegna

Anno giudiziario: pg torino, ok a chiusura piccoli tribunali

ANSA.it - ‎28/gen/2012‎
Lo ha detto alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario, a Torino. ''Tuttavia - ha precisato Maddalena - finche' la chiusura non avviene e' sbagliato lasciare sguarniti tali uffici giudiziari, che a volte arrivano a contare soltanto un ...

Giustizia: procuratore generale Torino, pool sono centro di ...

LiberoQuotidiano.it - ‎28/gen/2012‎
Torino, 28 gen. (Adnkronos) - "Quello che viene definito un centro di potere nella realta' e' un centro di servizi". Lo ha precisato Marcello Maddalena, procuratore generale di Torino, durante il suo intervento all'inaugurazioneanno giudiziario a ... dell'

Giustizia: procuratore Maddalena, auspico clima piu'' sereno ...

La Repubblica Torino.it - ‎28/gen/2012‎
Torino, 28 gen. - (Adnkronos) - "L'insolita e singolare situazione politica che il Paese tra attraversando in questo ultimo anno di legislatura e il clima fortunatamente piu'' sereno che si comincia a respirare nei rapporti tra ordine giudiziario e ...

Maddalena: "Riforme sì ma non si tocchino i pool"

La Repubblica - ‎28/gen/2012‎
Lo ha detto il procuratore generale Marcello Maddalena intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. "L'insolita e singolare situazione politica del Paese e il clima fortunatamente più sereno che si comincia a respirare nei ...
 
PROTESTA AVVOCATI

Giustizia, avvocati disertano l'inaugurazione dell'anno ...

Adnkronos/IGN - ‎28/gen/2012‎
Torino, 28 gen. (Adnkronos) - "Solidarieta'" e' stata espressa dal presidente della Corte d'Appello di Torino, Mario Barbuto, agli avvocati che oggi hanno disertato l'inaugurazione dell'anno giudiziario in corso al Palazzo di Giustizia di Torino, ...

A Torino avvocati disertano cerimonia anno giudiziario

ANSA.it - ‎28/gen/2012‎
... le liberalizzazioni decise dal governo Monti, gli avvocati della Camera penale del Piemonte e della Valle d'Aosta sono usciti dall'aula del Palazzo di Giustizia di Torino non appena e' cominciata la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario.

Barbuto all'anno giudiziario "Eternit e Thyssen, processi unici"

La Repubblica - ‎28/gen/2012‎
Lo ha detto il presidente della Corte d'appello di Torino, Mario Barbuto, nella sua relazione all'inaugurazioneanno giudiziario. Barbuto ha fatto presente che nel processo Thyssen per la prima volta "è stato ravvisato l'omicidio volontario con ... dell'

Anno giudiziario, a Torino avvocati disertano inaugurazione

Torino Oggi Notizie (Comunicati Stampa) (Blog) - ‎28/gen/2012‎
Torino - Il presidente della Corte d'Appello di Torino, Mario Barbuto, ha espresso solidarietà agli avvocati che questa mattina hanno disertato l'inaugurazione dell'anno giudiziario in corso al Palazzo di Giustizia di Torino. Quest'ultimi, in polemica ...

Giustizia: presidente Corte Appello Torino, azione Monti su civile ...

La Repubblica Torino.it - ‎28/gen/2012‎
Lo ha detto il presidente della Corte d'Appello di Torino, Mario Barbuto, nel suo intervento all'inaugurazioneanno giudiziario al Palazzo di Giustizia di Torino. Barbuto si e' chiesto se Monti si sia scordato della giustizia penale, ... dell'

Giustizia: presidente Corte d'appello Torino, bene Tribunali per ...

Adnkronos/IGN - ‎28/gen/2012‎
Lo ha detto Mario Barbuto, presidente della Corte d'Appello di Torino, durante il suo intervento all'inaugurazioneanno giudiziario a Torino. Sono "strutture molto efficienti" ha spiegato commentando le prime azioni del Governo Monti sulla ... dell'

Corte Torino: giusti Tribunali imprese

Affari Sul Web - ‎28/gen/2012‎
Questa la tesi espressa dal presidente della Corte d'Appello di Torino, Mario Barbuto, per commentare positivamente l'istituzione dei Tribunali delle im… “Se non sapremo creare giudici per il mercato, avremo prima o poi un mercato senza giudici”.

TORINO: GIUSTI I TRIBUNALI IMPRESE

Televideo.rai.it - ‎28/gen/2012‎
Questa la tesi espressa dal presidente della Corte d'Appello di Torino, Mario Barbuto, per commentare positivamente l'istituzione dei Tribunali delle imprese da parte del governo Monti. "E' un'ottima riforma", ha aggiunto Barbuto che poi si è riferito ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 30/01/2012 @ 18:05:45, in Magistratura, linkato 2127 volte)

Inaugurazione anno giudiziario:

in Abruzzo aumentano i reati di mafia



Si è celebrato questa mattina all'Auditorium della guardia di finanza dell'Aquila l'inaugurazione dell'anno giudiziario. Un occasione come vuole la tradizione per fare anche il punto sull'anno oramai alle spalle.

E nella relazione del presidente vicario della Corte d'Appello, Augusto Pace, non pochi sono i motivi di allarme, ma anche di fiducia: Nel 2011, tanto per cominciare in Abruzzo sono aumentati i reati di associazione di tipo mafioso, soprattutto per l'attività di ricostruzione nel cratere del terremoto, definito il cantiere più grande d'Europa. Se però aumentano le iscrizioni al registro degli indagati e i procedimenti penali, questo significa anche che l'attività di contrasto è efficace.

Estrema fiducia ha espresso il presidente vicario Pace anche per le azioni preventive: otre tremila sono infatti le aziende appaltanti nel cratere sismico oggetto di attento screening, in stretta collaborazione con la prefettura e le forze dell'ordine. Allargando lo sguardo oltre al cratere ecco altri dati significativi: aumentano i reati contro la pubblica amministrazione, in particolare a Pescara ed Avezzano. Desta preoccupazione l'incremento che hanno subito i processi per reati di violenza sessuale e stalking.

Questo significa però che le donne vittime di violenza sempre più numerose trovano il coraggio di denunciare. In Marsica e sulla costa si registra poi un incremento per procedimenti per spaccio di droga. Il presidente e Pace ha anche ricordato la difficile situazione nelle carceri abruzzesi a causa del soprannumero della popolazione carceraria, raddoppiata dal 2007, ma con a disposizione i medesimi spazi di detenzione.

E nell'occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario non si poteva non affrontare la questione delle liberalizzazioni che coinvolgono in particolare gli avvocati.

E il presidente dell'ordine Antonello Carbonara, ha abbandonato l'aula in segno di protesta contro le ultime norme governative. ''In Italia gli avvocati sono 230mila, il mercato è saturo – spiega Carbonara, liberalizzare significa creare una jungla,e mortificare la professione. Non possiamo mettere un banchetto per strada nel quale fare pubblicità, offrendo due cause al posto di una oppure promuoverci con insegne luminose installate fuori dai nostri studi''

Abruzzo 24 ore Tv  http://www.abruzzo24ore.tv/news/Inaugurazione-anno-giudiziario-In-Abruzzo-aumentano-i-reati-per-mafia/68521.htm
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 30/01/2012 @ 18:14:24, in Magistratura, linkato 2211 volte)
Inaugurazione anno giudiziario
"Prescrizione è agente patogeno"

Giovanni Canzio, presidente della Corte d'Appello di Milano: «incentiva strategie dilatorie della difesa»


Milano, 28 gennaio 2012 - Al palazzo di giustizia di Milano è il momento della cerimonia d'inaugurazione dell'anno giudiziario. Presenti, tra gli altri, il sindaco Giuliano Pisapia, il presidente della Provincia, Guido Podestà, il presidente della Regione, Roberto Formigoni e l'arcivescovo Angelo Scola. Numerosi i punti toccati dalla relazione del presidente della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio.

PRESCRIZIONE - Un primo argomento affrontato è quello relativo alla prescrizione. «Non è sostenibile - ha detto Canzio - l'attuale disciplina sostanziale della prescrizione del reato, nella parte in cui estende i suoi effetti sul processo penale» perché «si rivela in realtà come un agente patogeno » e «incentiva strategie dilatorie della difesa». Prosegue Canzio: «Lo Stato italiano si caratterizza nel panorama europeo per il maggior numero di condanne della corte di Strasburgo per irragionevole durata del processo penale da un lato, e per il più alto numero di declaratorie di estinzione del reato per prescrizione dall'altro (circa 200mila l'anno)».

IMMIGRATI - Per gli extracomunitari irregolari non serve la minaccia della sanzione pecuniaria "ma al suo posto è meglio ampliare le "ipotesi di espulsione’’. Spiega Giovanni Canzio, presidente della Corte d’appello di Milano in uno dei passaggi nella sua relazione per l’ inaugurazione dell’anno giudiziario. "La minaccia della sanzione pecuniaria - osserva Canzio - difficilmente costituirà un deterrente per i cittadini extracomunitari, solitamente privi di risorse economiche ma l’ampliamento delle ipotesi di espulsione (...) potrebbe garantire meglio l’effettiviità del precetto penale".

SOVRAESPOSIZIONE -  "La ‘speciale’ e obiettiva sovraesposizione, che negli anni più recenti ha caratterizzato gli uffici giudiziari milanesi, sul piano dei rapporti con i media e con la politica, per la particolare importanza e rilevanza sociale sia dei fatti sia delle persone coinvolti in indagini e processi, è destinata a stemperarsi - ha spiegato Canzio - E’ necessario che ‘’tutti’’ osservino ‘’le regole deontologiche’’.

Il Giorno  http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2012/01/28/660464-inaugurazione_anno_giudiziario.shtml

La Rassegna

Anno giudiziario Milano: Canzio, prescrizione e' agente patogeno

Agenzia di Stampa Asca - ‎28/gen/2012‎
L'osservazione arriva dal Procuratore della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, che nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario si sofferma sulla questione della prescrizione del reato, un aspetto della procedura ...

Anno giudiziario, proteste a Milano e Napoli

Il Secolo XIX - ‎28/gen/2012‎
... realtà come un agente patogeno» e «incentiva strategie dilatorie della difesa»: questo, in estrema sintesi, il contenuto della relazione letta da Giovanni Canzio, presidente della Corte d'Appello di Milano, all'inaugurazione dell'anno giudiziario.

Inaugurazione anno giudiziario «Prescrizione è un agente patogeno»

Il Giorno - ‎28/gen/2012‎
Milano, 28 gennaio 2012 - Al palazzo di giustizia di Milano è il momento della cerimonia d'inaugurazione dell'anno giudiziario. Presenti, tra gli altri, il sindaco Giuliano Pisapia, il presidente della Provincia, Guido Podestà, il presidente della ...

Presidente Corte Appello inaugura anno giudiziario a Milano

ANSA.it - ‎28/gen/2012‎
E' un passaggio della relazione del presidente della Corte d'appello di Milano Giovanni Canzio, letta all'inaugurazione dell'anno giudiziario milanese. Un intervento apprezzato anche dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ...

Anno giudiziario, il presidente Canzio "La prescrizione è un ...

La Repubblica - ‎28/gen/2012‎
Così all'inaugurazione dell'anno giudiziario milanese sono ritornati alla ribalta i temi più delicati e di stretta attualità del sistema giustizia. Temi dietro ai quali è stato possibile percepire lo strascico di vecchie e mai sopite ruggini fra ...

Inaugurazione anno giudiziario con qualche protesta

Corriere del Giorno di Puglia e Lucania - ‎28/gen/2012‎
E' questa una delle considerazioni fatte dal primo presidente della Corte di Appello di Roma, Giorgio Santacroce, nel corso della cerimonia per l'inaugurazione dell'anno giudiziario del distretto della Capitale. “Un cambio radicale di agenda – continua ...

Corte d'Appello, Canzio all'attacco«La prescrizione? Un agente ...

Corriere della Sera - ‎28/gen/2012‎
È quel che ha sostenuto nella sua relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario il presidente della Corte d'Appello di Milano Giovanni Canzio. Facile vedere in queste parole un riferimento al processo Mills, prossimo alla prescrizione, ...

ANNO GIUDIZIARIO: FORMIGONI, RISPETTO RECIPROCO POLITICA-GIUSTIZIA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎28/gen/2012‎
Cosi' il Governatore lombardo Roberto Formigoni definisce la relazione del presidente della corte d'appello di Milano, Giovanni Canzio, alla cerimonia d'inaugurazione dell'anno giudiziario. "Oggi e' una giornata importante e luminosa - continua ...

Milano Corte Appello. Inaugurazi​one Anno Giudiziari​o 2012.

MNews.IT - ‎28/gen/2012‎
Oggi 28 gennaio alle ore 9,30, nell'Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Milano si e' inaugurato l'Anno Giudiziario 2012 del Distretto della Corte d'Appello di Milano. Tribunale di Milano, cerimonia di Inaugurazione dell'anno giudiziario.

Anno giudiziario, la protesta degli avvocati. Cioccolato al ministro

Libero News - ‎28/gen/2012‎
E' uno dei passaggi della relazione del procuratore della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. Secondo il magistrato, "l'attuale disciplina sostanziale della prescrizione del reato non e' ...

Prescrizione, il presidente della Corte d'appello di Milano: È una ...

Attualità Tuttogratis - ‎6 ore fa‎
Ora la questione potrebbe tornare al centro del dibattito dopo le affermazioni del Presidente della Corte d'appello di Milano Giovanni Canzio, che all'inaugurazione dell'anno giudiziario ha attaccato duramente sulla prescrizione, uno degli aspetti più ...

Il Guardasigilli: giustizia efficiente ecco la nostra sfida

Corriere della Sera - ‎10 ore fa‎
Da Milano a Caltanissetta, Guardasigilli e magistrati sono d' accordo. Riformare per sopravvivere. Sulle sfide è più complicato. Da Catania, il ministro indica l' «efficienza» come obiettivo principale di una giustizia riformata: «Rendere il magistrato ...

Giustizia: presidente corte appello Milano, politica non mini ...

LiberoQuotidiano.it - ‎28/gen/2012‎
... La politica non comprometta con la critica l'indipendenza della magistratura. e' uno dei richiami contenuti nella relazione del presidente della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, alla cerimonia di inaugurazione dell'Anno giudiziario.

Giustizia: Formigoni, tornare a normalita' rapporti con politica

LiberoQuotidiano.it - ‎28/gen/2012‎
Milano, 28 gen. - (Adnkronos) - Bisogna tornare alla normalita' dei rapporti tra politica e giustizia. E' quanto auspica il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, oggi presente alla cerimonia di inaugurazione dell'Anno giudiziario a Milano.

Immigrati: De Corato, bene Canzio ma centri inadeguati a espulsioni

LiberoQuotidiano.it - ‎28/gen/2012‎
Lo ha affermato Riccardo De Corato, vice presidente del Consiglio Comunale di Milano ed ex vice sindaco, interviene sulla parte della relazione del Presidente della Corte d'Appello Giovanni Canzio, letta all'inaugurazione dell'anno giudiziario a Milano ...

Ministro Severino: carceri test di civilta' di un paese

Notizie - MSN Italia - ‎28/gen/2012‎
E' quel che e' scritto in sintesi nella relazione del presidente della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, che leggera' all'inaugurazione dell'anno giudiziario che comincera' tra poco. SANTACROCE: IL CLIMA E' CAMBIATO - "Sul fronte ...

Giustizia/ Severino: ora più efficienza. Scontro su prescrizione

TM News - ‎28/gen/2012‎
(TMNews) - Nel giorno della protesta degli avvocati contro le liberalizzazioni, che hanno disertato le cerimonie distrettuali di inaugurazione dell'anno giudiziario, o come a Napoli hanno abbandonato l'aula con la bocca coperta da un cerotto, ...

Severino, prescrizioni d'ingiustizia

Paperblog - ‎22 ore fa‎
Tra avvocati imbavagliati, ministri debuttanti e togati esasperati, l'inaugurazione dell'anno giudiziario è stata dedicata alla ricerca degli agenti patogeni della giustizia italiana. Nella vana attesa di ossimoriche “soluzioni condivise”, ...

I prof si arrendono ai giudici Senza Silvio nessuna riforma

LiberoQuotidiano.it - ‎7 ore fa‎
Stessa cosa hanno fatto il procuratore generale presso la corte d'appello di Firenze («in questa inaugurazione dell'anno giudiziario c'è un clima ben diverso da quello che ci ha rattristato negli ultimi anni»), il presidente dell'Associazione ...

Giustizia, il ministro Severino lancia sfida per efficienza

Campanianotizie - ‎28/gen/2012‎
Sono i due aspetti che e' tornato a sollecitare il ministro della Giustizia Paola Severino che per l'inaugurazione dell'anno giudiziario ha scelto Catania, come ''citta' simbolo'', per esprimere ''apprezzamento per tutte le citta' e le zone d'Italia ...

PRESCRIZIONE, CANZIO: "IN ITALIA 200MILA PROCESSI ESTINTI ALL'ANNO"

La Repubblica Milano.it - ‎28/gen/2012‎
Lo ha dichiarato il presidente della corte d'appello Giovanni Canzio nella relazione per la cerimonia d'inaugurazione dell'anno giudiziario. Secondo Canzio, "è necessario, quindi, da un lato irrobustire fortemente la griglia delle premialità negoziali ...

Canzio: prescrizione è agente patogeno

Affari Sul Web - ‎28/gen/2012‎
Lo ha dichiarato il Procuratore della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, alla cerimonia d'inaugurazione dell'anno giudiziario. Severino: "Prescrizione non è un tabù" 9.10 "La prescrizione non è un tabù. Piuttosto, si deve valutare se ...

Immigrati: De Corato, bene Canzio ma centri inadeguati a ...

LiberoQuotidiano.it - ‎28/gen/2012‎
"Altrimenti -conclude- la proposta sostenuta oggi all'inaugurazione dell'anno giudiziario a Milano, cadra' nuovamente nel vuoto e gli irregolari se la caveranno con una semplice pena pecuniaria restando a delinquere in Italia ea Milano, come dimostra ...

Giustizia, Santacroce: «Il clima è cambiato»

Lettera43 - ‎28/gen/2012‎
Così il presidente della corte d'appello di Roma, Giorgio Santacroce, ha esordito nella sua relazione sull'amministrazione della giustizia in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario. «Sul fronte dell'amministrazione della giustizia, ...

E' AGENTE PATOGENO

Televideo.rai.it - ‎28/gen/2012‎
Lo ha dichiarato il Presidente della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, alla cerimonia d'inaugurazione dell'anno giudiziario. Per Canzio, occorre restituire dignità al processo, introducendo il principio di 'lealtà processuale'" dei singoli ...

Da Milano l'appello alla Severino “La prescrizione è un agente ...

Il Fatto Quotidiano - ‎28/gen/2012‎
Il procuratore della Corte d'Appello di Milano, Giovanni Canzio, durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario parla di "strategia dilatoria della difesa". E intanto gli avvocati protestano La prescrizione è un “agente patogeno”, ...

Prescrizione come priorità

La Repubblica - ‎28/gen/2012‎
E' stato uno dei passaggi più incisivi della relazione del Procuratore Generale, Antonio Pizzi, all'inaugurazione dell'Anno Giudiziario nell'aula magna della Corte d'Appello di Bari. Prima in sintonia col ministro Severino, che da Catania indicava le ...

Giustizia: Severino, tema prescrizione non è tabù

Giornale di Puglia - ‎28/gen/2012‎
Secondo Severino l'innovazione organizzativa, tecnologica, informatica e digitale "è il futuro della Giustizia; un futuro in linea con i migliori sistemi giudiziari europei". Un percorso "non semplice né agevole" per il quale ha promesso "un razionale ...

Giustizia: Procuratore Corte Appello Milano, prescrizione agente ...

LiberoQuotidiano.it - ‎28/gen/2012‎
(Adnkronos) - Secondo il magistrato, "l'attuale disciplina sostanziale della prescrizione del reato non e' sostenibile nella parte in cui estende i suoi effetti sul processo penale 'usque ad infinitum', proporzionandone il grado di ineffettivita' e ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 30/01/2012 @ 18:57:58, in Magistratura, linkato 1992 volte)
"Dentro di Noi" il discorso di Profitti

 

In rappresentanza dei magistrati italiani il 30 gennaio 2010 ho alzato con orgoglio la Costituzione italiana a testa alta e con la schiena dritta.

In rappresentanza dei magistrati italiani ho confessato, il 29 gennaio 2011, la nostra eversione a difesa di quella Costituzione.

È arrivato oggi il momento, finalmente, di poter e dover guardare dentro di noi.

Dentro di noi abbiamo già trovato e troveremmo ancora non solo i collusi con i potenti, i venduti al miglior offerente, ma anche chi semplicemente s'inchina alle chiamate del politico, anche se quel politico offende la nostra dignità o getta fango su chi, come noi, ha giurato fedeltà alla Costituzione.

Dentro di noi abbiamo già trovato coloro che intendono il proprio ruolo, la propria notorietà, la propria carriera, la propria nomina a Presidente o a Procuratore non come un servizio, un'assunzione di responsabilità ulteriore, ma un motivo di prestigio personale, di sfoggio d'importanza ed autorità, per ottenere piccoli o grandi vantaggi negli esercizi commerciali o nelle località turistiche, nell'utilizzo delle auto di servizio o del personale dell'amministrazione.

Dentro di noi troveremmo talvolta la nostra incapacità a confrontarci con l'altra faccia dell'indipendenza: la responsabilità. Quella responsabilità che imporrebbe l'utilizzo scrupoloso delle scarse risorse, di seguire l'esito dei processi, il numero di coloro che, prima arrestati, sono stati poi assolti ed hanno quindi ingiustamente sofferto privazioni della libertà personale. Non per censurare o sanzionare, ma per registrare anomalie, per migliorarsi e per sapere ammettere i nostri errori, eventualmente chiedendo scusa. Quella responsabilità che imporrebbe di valutare il nostro lavoro più sulle conciliazioni tra i contendenti che non sulle pubblicazioni delle nostre sentenze nelle riviste giuridiche, sentenze che fanno sfoggio di erudizione molto spesso fine a se stessa.

Dentro di noi abbiamo già trovato per anni violazioni delle convenzioni sui diritti umani e del diritto comunitario da parte dei giudici di merito, da parte della Cassazione. Un ritardo culturale per il quale nessuno ha chiesto scusa, neanche chi, ai vertici della giurisdizione, quelle violazioni delle pronunzie delle corti europee ha perpetrato.

Dentro di noi troveremmo ancora sentenze nelle quali leggere che «in claris non fit interpretatio», che «ubi lex voluit dixit ubi noluit tacuit», nelle quali s'individua senza incertezze la volontà del legislatore o la sicura ratio della norma. Parole e formule magiche che rendono il nostro dire un linguaggio per pochi, perché di chiaro ci sono solo i nostri pre-giudizi da essere umani e da cui, con quelle formule, dimostriamo solo di non saperci liberare; perché nessuna legge è chiara, nessun linguaggio astratto s'incastra automaticamente alla vita che dobbiamo giudicare. Dovremmo umilmente ammettere che quello che oggi ci pare essere l'applicazione più ragionevole, domani potrebbe non più esserla, che quando cerchiamo di adattare la legge ai fatti potremmo essere condizionati dal nostro vissuto, dalla nostra cultura, dai nostri ideali, di cui non dobbiamo aver paura, ma che dobbiamo avere il coraggio di esternare se vogliamo veramente essere indipendenti e responsabili.

Dentro di noi troveremmo coloro che privano della libertà personale con motivazioni apparenti, fatte solo di pagine e pagine di frasi dette da altri, che dimostrano abilità nel trasferimento dei caratteri da un file ad un altro, con le stesse sottolineature, lo stesso grassetto, lo stesso corsivo, dall'informativa di polizia giudiziaria all'ordinanza di custodia cautelare, alla sentenza.

Dentro di noi troveremmo chi ci fa vergognare di portare la sua stessa toga, coloro che urlano e strepitano, che utilizzano le sentenze per denigrare gratuitamente il lavoro dei colleghi, coloro per cui l'udienza è solo un loro palcoscenico, che non si mettono mai nei panni del cittadino imputato, che non si rendono conto di cosa vuol dire essere giudicato. Troveremmo coloro che vogliono non solo giudicare il singolo caso, ma impartire precetti di vita o dare lezioni di professionalità, che non si preoccupano di limitare i disagi di chi rende il servizio di testimone e che mai adotteranno l'unico atteggiamento consono a qualsiasi magistrato, quello per cui non siamo per definizione migliori di chi stiamo giudicando, qualunque cosa egli possa aver commesso, e che giudicare un'azione, una serie di condotte, non ci dà alcun diritto di giudicare la vita delle persone.

Dentro di noi troveremmo un autogoverno che non sempre è capace di liberarsi dai vincoli di amicizie e di appartenenza, a discapito del bene della magistratura, a svantaggio dei cittadini. Rialzerei ancora la Costituzione, oggi, a nome della magistratura italiana, a testa alta e con la schiena dritta, perché quello che di male abbiamo visto dentro di noi non è stata e non è, per fortuna, la magistratura italiana, fatta in prevalenza di passioni, ideali costituzionali, sacrificio, umiltà ed ammissione dei propri errori. Quella testa, però, ogni tanto vale la pena abbassarla, non di fronte al potente, ma per guardare dentro di noi, per non peccare di superbia, per sapere chiedere scusa, perché dobbiamo imparare a guardare anche ciò che di noi non ci piace. Quando la rialzeremo, quella testa sarà in grado di stare più in alto di prima.

L'Adige  http://www.ladige.it/articoli/2012/01/28/profiti-marcio-c-magistrati

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2
Ci sono  persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










17/09/2019 @ 6.49.25
script eseguito in 344 ms