Immagine
 ... beauty... di Loredana Morandi
 
"
Articolo 11 - Libertà di espressione e d'informazione - 1) Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera.

Carta Diritti Fondamentali Unione Europea
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 21/05/2010 @ 15:22:45, in Estero, linkato 1278 volte)
Questa notizia vale tutta la giornata ! E c'è lavoro anche per i vignettisti.... ; - ) LM


"Strumento per la lotta alla mafia"

Gli Stati Uniti: le intercettazioni
sono essenziali per le indagini in Italia


"Non vorremmo mai che succedesse qualcosa che impedisse ai magistrati italiani di fare l'ottimo lavoro svolto finora: le intercettazioni sono uno strumento essenziale per le indagini" nella lotta alla mafia.

Lo ha detto in una conferenza stampa all'ambasciata degli Stati Uniti a Roma il sottosegretario al Dipartimento di Giustizia degli Usa con delega alla criminalità organizzata internazionale Lanny A. Brauer.

"La legislazione italiana finora e' stata molto efficace. Non vorremmo che accadesse qualcosa che impedisca" l'ottimo lavoro della magistratura italiana, ha spiegato Brauer, evidenziando "l'eccellente collaborazione" tra Italia e Stati Uniti nella lotta alla criminalita' organizzata.

Rainews 24

La Rassegna

Intercettazioni: Usa, sono essenziali

ANSA - ‎17 minuti fa‎
(ANSA) - ROMA, 21 MAG - Le intercettazioni sono 'strumento indispensabile per le indagini' nella lotta alla mafia. A sostenerlo, il dipartimento di ...

13:46 Intercettazioni/ Usa: sono essenziali,da Pm Italia ottimo lavoro

APCOM - ‎1 ora fa‎
Roma, 21 mag. (Apcom) - Gli Usa auspicano che le nuove norme in discussione in Italia sulle intercettazioni non compromettano "l'ottimo lavoro" che fino ad ...

INTERCETTAZIONI: SOTTOSEGRETARIO USA, STRUMENTO ESSENZIALE

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Roma, 21 mag. - Per l'Amministrazione Obama le intercettazioni telefoniche sono uno "strumento essenziale delle indagini" che non va indebolito. ...

Gli Stati Uniti: le intercettazioni sono essenziali per le ...

Rainews24 - ‎1 ora fa‎
Lo ha detto in una conferenza stampa all'ambasciata degli Stati Uniti a Roma il sottosegretario al Dipartimento di Giustizia degli Usa con delega alla ...

Intercettazioni, è ancora polemica Gli Usa: strumento indispensabile

La Stampa - ‎1 ora fa‎
Resta alta la polemica sulle intercettazioni nonostante la prima parziale marcia indietro della maggioranza sul ddl. Il relatore del provvedimento in ...

Intercettazioni, gli Usa le definiscono 'essenziali per le indagini'

DirettaNews.it (Blog) - ‎7 minuti fa‎
Anche gli Stati Uniti intervengono nella recente polemica scatenatasi riguardo al ddl intercettazioni, che solo due giorni fa ha ricevuto il via libera ...

Intercettazioni: Usa, sono essenziali

euronews - ‎8 minuti fa‎
(ANSA) – ROMA, 21 MAG – Le intercettazioni sono 'strumentoindispensabile per le indagini' nella lotta alla mafia. Asostenerlo, il dipartimento di Giustizia ...

Intercettazioni, Usa: "Strumento essenziale per le indagini"

Informazione libera net1news - ‎10 minuti fa‎
Il Ddl intercettazioni, in discussione in Parlamento proprio in questi giorni, ha suscitato molte reazioni, anche in campo internazionale. ...

Gli Usa: «Le intercettazioni sono necessarie»

Momento-sera - ‎18 minuti fa‎
Il sottosegretario alla Giustizia degli Stati Uniti: «Strumento essenziale per le indagini. Difendere l'ottimo lavoro dei giudici italiani». ...

Gli Usa dicono no a limiti intercettazioni nel lavoro dei Pm

Virgilio - ‎41 minuti fa‎
Insolita presa di posizione degli Stati Uniti a favore delle intercettazioni considerate essenziali per non compromettere 'l'ottimo lavoro' fino ad oggi ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
le vittime sono il figlio di un anno e la figlia di 5

Spagna: la donna che ha ucciso i suoi due figli
è la compagna di un noto pedofilo

La reo confessa del duplice omicidio è legata a Martin Anthony Smith arrestato per pedofilia

MILANO - La donna inglese arrestata martedì a Lloret del Mar, la località turistica catalana, per avere ucciso, soffocandoli, i suoi due figli di uno e cinque anni è la compagna di un presunto pedofilo ricercato dalla polizia britannica e arrestato la settimana scorsa a Barcellona. Lo riferisce oggi la stampa spagnola.

LA VICENDA - L'uomo, Martin Anthony Smith, è fra l'altro accusato di avere abusato negli anni scorsi di una bimba di cinque anni, figlia di una sua compagna, e di tentata violenza contro un'altra minore. Il bimbo di un anno ucciso martedì era il figlio che la donna aveva avuto da Smith, la bambina era invece la figliastra dell'uomo. Secondo la stampa spagnola la madre dei due piccoli, trovati morti nella stanza di albergo che occupavano con la madre a Lloret, avrebbe scritto una piena confessione, nella quale indicherebbe le ragioni del drammatico gesto. L'inchiesta è per ora coperta dal segreto istruttorio. Non è stata resa nota l'identità della donna e dei due bambini. Una autopsia sulle due piccole vittime è prevista per oggi o giovedì.

Redazione online
Corriere Sera 19 maggio 2010

La Rassegna da El Pais



Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 19/05/2010 @ 09:32:32, in Estero, linkato 1690 volte)
Oggi sembra una giornata in cui la Giustizia si batta con più coraggio per risolvere i misteri e i reati più gravi in Italia e in Europa. Nella notte, invece, il nostro parlamento ha lavorato per distruggere gli strumenti di indagine. L.M.

CLAPS: RESTIVO ARRESTATO PER OMICIDIO BARNETT


(AGI) - Roma, 19 mag. - L'arresto e' avvenuto intorno alle 6,30 di stamane a Bournemouth, in un appartamento di Chatsworth Road, nella zona di Charminster. Ad eseguirlo una dozzina di uomini del Major Crime Investigation Team del Dorset, coordinati dal sovrintendente Mark Cooper: l'identita' del fermato, non divulgata dalle autorita', e' stata successivamente confermata dal quotidiano locale, il Daily Echo.

Rilievi nell'abitazione sono in corso da parte della scientifica. Restivo abita a poche decine di metri dalla casa di Heather Barnett, una sarta di 48anni, assassinata il 12 novembre del 2002 e ritrovata cadavere nel bagno, orrendamente mutilata: tra le dita, una ciocca di capelli di un'altra persona, uno degli elementi che ha suggerito a chi indaga un possibile collegamento con il caso della scomparsa di Elisa Claps, la 16enne i cui resti sono stati rinvenuti di recente nel sottotetto della Chiesa della Santissima Trinita' a Potenza.

Diverse donne, infatti, sia a Potenza sia a Bornemouth, citta' dove Restivo si e' trasferito dall'Italia, hanno raccontato che qualcuno aveva "rubato" loro, appunto, delle ciocche di capelli. Il giovane e' attualmente negli uffici della polizia di Poole per l'interrogatorio, terminato il quale potrebbero essere formalizzate delle accuse formali a suo carico.

La Rassegna

Danilo Restivo arrestato in Gb per …

La Repubblica - ‎28 minuti fa‎
L'uomo, 38 anni, è stato fermato dalla polizia inglese per la morte della sarta, sua vicina di casa, uccisa nel 2002. L'italiano è anche il principale sospettato nelle indagini sulla ragazza uccisa a Potenza LONDRA - La polizia britannica ha arrestato ...

Caso Claps, Restivo fermato dalla polizia in Gran Bretagna

Reuters Italia - ‎1 ora fa‎
NAPOLI (Reuters) - Danilo Restivo, l'uomo sospettato dell'omicidio di Elisa Claps, è stato fermato oggi dalla polizia britannica in Gran Bretagna, come conferma una fonte della Procura di Salerno. "Restivo è stato fermato dalla polizia inglese che si ...

Claps: Restivo fermato in Gb

ANSA - ‎1 ora fa‎
(ANSA) - ROMA, 19 MAG - Fermato in Gran Bretagna Danilo Restivo, unico indagato per la morte di Elisa Claps. Il provvedimento riguarda l'omicidio di Heather Barnett. La notizia del fermo per l'omicidio della donna, vicina di casa di Restivo a ...

Catena di misteri dalla Basilicata all'Inghilterra

Adnkronos/IGN - ‎4 minuti fa‎
Roma, 19 mag. - (Adnkronos) - La polizia britannica ha arrestato questa mattina Danilo Restivo per l'omicidio di Heather Barnett, la donna di 48 anni trovata nel 2008 uccisa e mutilata nella sua casa di Bournemouth, proprio di fronte a quella dove oggi ...

Caso Claps: arresto Restivo, prelevato dna per inchiesta Salerno

Libero-News.it - ‎47 minuti fa‎
Potenza, 18 mag. - (Adnkronos) - La polizia inglese del Dorset effettuera' il prelievo del dna di Danilo Restivo, arrestato all'alba per l'omicidio Barnett, per inviarlo in Italia. Nelle scorse settimane la Procura generale di Salerno ha inviato la ...

Caso Claps: Omicidio Barnett, l'arresto di Restivo all'alba

Libero-News.it - ‎47 minuti fa‎
Potenza, 19 mag. - (Adnkronos) - E' stato arrestato all'alba Danilo Restivo, 38 anni, dalla polizia del Dorset che si e' presentata alla sua abitazione di Bournemouth. Gli agenti - come riporta il 'Daily Echo' - si sono presentati alle 6.30 e dopo ...

Claps, Restivo arrestato per omicidio Barnett

PUPIA - ‎1 ora fa‎
SALERNO. Danilo Restivo è stato arrestato per l'omicidio Heather Burnett. La polizia inglese ha adesso 72 ore per confermare la misura o per rilasciare l'indagato. Su mandato della Procura di Salerno, le autorità britanniche dovranno eseguire anche il ...

Danilo Restivo arrestato dalla polizia britannica

Libero-News.it - ‎1 ora fa‎
stato arrestato questa mattina dalla polizia britannica Danilo Restivo. L'uomo è accusato da Scotland Yard dell'omicidio di Heather Barnett, la donna di 48 anni trovata nel 2008 uccisa e mutilata nella sua casa di Bournemouth, di fronte a quella ancora ...

CLAPS: RESTIVO ARRESTATO PER OMICIDIO BARNETT

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎16 minuti fa‎
(AGI) - Roma, 19 mag. - L'arresto e' avvenuto intorno alle 6,30 di stamane a Bournemouth, in un appartamento di Chatsworth Road, nella zona di Charminster. Ad eseguirlo una dozzina di uomini del Major Crime Investigation Team del Dorset, coordinati dal ...

Caso Claps, polizia inglese ferma Restivo per l'omicidio della ...

Il Messaggero - ‎11 minuti fa‎
ROMA (19 maggio) - Danilo Restivo, l'uomo indagato in Italia per l'omicidio della studentessa potentina Elisa Claps, è stato fermato dalla polizia inglese per l'omicidio della sarta inglese Heather Burnett. Lo ha reso noto il Tg5 La polizia inglese, ...

Caso Claps, Danilo Restivo arrestato in Gran Bretagna

Barimia - ‎43 minuti fa‎
In relazione all'omicidio di Heather Barnett, all'alba è stato arrestato dalla polizia di Bournemouth (Gran Bretagna) Danilo Restivo (in foto), unico indagato nel caso di Elisa Claps, scomparsa a Potenza nel 1993 e i cui resti sono stati trovati solo ...

Claps: Danilo Restivo arrestato dalla polizia britannica

Informazione libera net1news - ‎1 ora fa‎
Danilo Restivo è stato arrestato dalla polizia britannica per l'omicidio di Heather Barnett, la donna di 48 anni uccisa e mutilata nel 2008, nella sua casa di Bournemouth. La donna abitava proprio di fronte all'indagato, sospettato in Italia anche per ...

Caso Claps: Arrestato Danilo Restivo

Kayenna schegge metropolitane - ‎54 minuti fa‎
La polizia inglese ha arrestato questa mattina Danilo Restivo per l'omicidio della sarta inglese Heather Burnett; su mandato della Procura di Salerno, sta eseguendo il prelievo del dna dall'uomo.. Restivo, in Italia é l'unico indagato per l'omicidio ...

Caso Claps: Restivo arrestato in Inghilterra per il delitto Burnett

Sabato Sera Online - ‎1 ora fa‎
Londra. Altri grossi guai giudiziari per Danilo Restivo, l'uomo indagato in Italia per l'omicidio della studentessa Elisa Claps. Infatti nella mattinata è stato arrestato dalla polizia inglese per l'omicidio della sarta inglese Heather Burnett, ...

Claps: Restivo arrestato in Gran Bretagna

Giornale Radio Rai - ‎1 ora fa‎
Fermato dalla polizia inglese l' unico indagato per la morte di Elisa. Il provvedimento riguarda l'omicidio della sarta Heather Barnett. La notizia del fermo di Danilo Restivo per l'omicidio della donna, sua vicina di casa a Charminster, anticipata dal ...

Claps, Restivo arrestato in Inghilterra per delitto Burnett

Diario del Web - ‎2 ore fa‎
Roma, 19 mag - Danilo Restivo, l'uomo indagato in Italia per l'omicidio della studentessa Elisa Claps, è stato arrestato questa mattina dalla polizia inglese per l'omicidio della sarta inglese Heather Burnett. Lo riferisce la Bbc. Restivo è stato ...

CASO CLAPS, DANILO RESTIVO ARRESTATO ALL'ALBA IN GB PER L'OMICIDIO ...

Bolognanotizie.com - ‎17 minuti fa‎
LONDRA, 19 MAGGIO – Danilo Restivo, principale sospettato nelle indagini sulla morte di Elisa Claps, è stato fermato all'alba di oggi dalla polizia di Bournemouth, nel sud dell'Inghilterra, in relazione all'omicidio di Heather Barnett. ...

CASO CLAPS: ARRESTATO IN INGHILTERRA DANILO RESTIVO (LA SINTESI)

IRIS Press - Agenzia stampa nazionale - ‎55 minuti fa‎
(IRIS) - ROMA, 19 MAG - E' stato fermato all'alba di oggi dalla polizia di Bournemouth, nel sud dell'Inghilterra, Danilo Restivo principale sospettato nelle indagini sulla morte di Elisa Claps. Il capo d'accusa sarebbe l'omicidio di Heather Barnett, ...

Caso Claps: A 'Chi l'ha visto?' foto Restivo con coltello alla gola

Libero-News.it - ‎17/mag/2010‎
Potenza, 17 mag. - (Adnkronos) - La trasmissione televisiva 'Chi l'ha visto?' mostrera' stasera una fotografia di Danilo Restivo, unico indagato per l'omicidio di Elisa Claps, mentre tiene un coltello puntato alla propria gola. ...

Caso Elisa Claps, arrestato il principale sospettato

Blog Notizie - ‎27 minuti fa‎
E' stato arrestato questa mattina all'alba al sud dell'Inghilterra Danilo Restivo, oggi 38 anni, il principale sospettato dell'omicidio di Elisa Claps. L'arresto di Danilo Restivo effettuato questa mattina si riferisce all'accusa di omicidio della ...

Danilo Restivo arrestato per omicidio in Gran Bretagna

NanoPress (Blog) - ‎1 ora fa‎
Danilo Restivo è stato arrestato dalla polizia britannica: questa mattina, infatti, l'unico sospettato della morte di Elisa Claps è finito in manette per un altro omicidio, quello di Heather Barnett, la sua vicina di casa di 48 anni, trovata morta nel ...

11:00 I FATTI DEL GIORNO ORE 11.00

ANSA Valle d'Aosta - ‎1 ora fa‎
ANCORA SANGUE IN THAILANDIA, UCCISO FOTOGRAFO ITALIANO Un fotografo italiano, Fabio Polenghi, è rimasto ucciso oggi in Thailandia nel corso di nuovi scontri fra l'esercito e le camicie rosse. Un giornalista canadese è rimasto ferito da una granata. ...

Londra: arrestato Restivo, indagato anche per caso Claps

Corrispondenti.net - ‎1 ora fa‎
La polizia londinese ha arrestato Danilo Restivo, l'italiano al centro delle indagini per diversi casi di omicidio e scomparsa di donne tra cui quello a Potenza di Elisa Claps. L'arresto è stato eseguito in relazione all'omicidio di Heather Barnett ...

Arrestato Danilo Restivo

ItalyNews.it - ‎2 ore fa‎
La polizia britannica ha arrestato questa mattina Danilo Restivo, indagato in Italia per l'omicidio di Elisa Claps, accusato di aver ucciso Heather Barnett, la donna di 48 anni trovata morta nel 2008 e orrendamente mutilata nella sua casa di ...

Caso Claps, 2 mesi fa il ritrovamento dei resti: molti gli ...

Adnkronos/IGN - ‎17/mag/2010‎
Potenza - (Adnkronos) - Ancora non sono chiare le modalità dell'omicidio. Unico indagato per il delitto è Danilo Restivo che in questo periodo è stato associato anche ad altri omicidi Potenza, 17 mag. - (Adnkronos) - Due mesi fa, il 17 marzo, ...

Delitto Claps: Danilo Restivo fermato in Inghilterra per l'omicido ...

Blog Notizie - ‎29 minuti fa‎
E' di pochi minuti fa la notizia del fermo per Danilo Restivo, unico indagato per la morte di Elisa Claps, la ragazza trovata dopo 17 anni nella chiesa del paese , di cui ancora non si conosce l'assassino, ma pare che il fermo sia per l'altra vittima ...

CLAPS: A "CHI L'HA VISTO?" FOTO ESCLUSIVA DI RESTIVO

Leggo Online - ‎17/mag/2010‎
Una foto che ritrae Danilo Restivo - l'unico indagato per l'omicidio di Elisa Claps, il 12 settembre 1993 - mentre si punta un coltello alla gola, è stata mostrata in serata durante la trasmissione di Raitre 'Chi l'ha visto? ...

La famiglia Claps: «Il questore non parli di innocenti depistaggi»

La Gazzetta del Mezzogiorno - ‎18/mag/2010‎
È come sfregare la pelle scottata dal sole. Ogni parola, in un contesto incandescente, rischia di ingigantirsi. Probabilmente il questore di Potenza, Ro- molo Panico, non pensava che le sue dichiarazioni, a margine della festa della polizia di sabato ...

Fotografia shock: forse compare il pugnale che uccise Elisa Claps

Italiainformazioni - ‎22 ore fa‎
(Riccardo di Grigoli) “Non ce l'ho con Danilo, ma con il magistrato che non ha fatto il suo dovere, perché la prima cosa che doveva fare era perquisire la casa di Restivo. Si dovevano acquisire anche i vestiti ed i tabulati telefonici. ...

Elisa Claps, perizia secretata per altri 20 giorni. Restivo ha ...

Crimeblog.it (Blog) - ‎17/mag/2010‎
Arriva dall'Inghilterra la notizia della riapertura del processo per l'omicidio di Oki Shin, la studentessa sudcoreana uccisa nel 2002 a Bournemounth, a pochi passi dall'abitazione di Danilo Restivo, unico indagato per l'omicidio di Elisa Claps. ..


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/05/2010 @ 08:35:52, in Estero, linkato 1202 volte)
Gran Bretagna:
vittoria dei Tory di Cameron
ma senza maggioranza


Riporto i dati delle agenzie. Ad ora ne i conservatori con 305 seggi, ne i laburisti con 255 sarebbero in condizione di poter "governare". Al partito di maggioranza occorrono infatti 326 deputati per formare un governo in Gran Bretagna.

Io ho dato una occhiata a cosa è stato pubblicato in rete sulla campagna elettorale per le politiche inglesi e devo dire che i tre leader hanno ricevuto, tutti, l'equivalente del "letame" ricevuto da Berlusconi nella giornata di ieri. Una campagna elettorale con più infamia che lodi.

Se ho tempo vi mostro alcune delle vignette e delle "animazioni" più "feroci" trovate in rete.

L.M.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/04/2010 @ 21:19:33, in Estero, linkato 1301 volte)
E' un vero peccato che l'Italia si faccia trovare impreparata. Il nostro paese ha nel cassetto forse la migliore proposta di legge prodotta in un parlamento nazionale ed ha perso il treno legislativo per guidare l'Europa nelle sue scelte. Anche considerato che probabilmente quello è il testo più condiviso in un parlamento bipartisan degli ultimi 15/20 anni. Sì, un vero peccato. L.M.

EUROPA, GIRO DI VITE

CONTRO I CRIMINI SESSUALI

LE PROPOSTE DELLA COMMISSIONE. ORA TOCCA AL PARLAMENTO


(DIRE - Notiziario Minori) Roma, 26 apr. - Una lotta piu' dura contro i crimini sessuali sui minori e la tratta di esseri umani.

E' l'obiettivo della Commissione europea che nelle proprio nelle scorse settimane ha proposto sanzioni piu' severe per i colpevoli, maggiore protezione per le vittime e prevenzione: ora la proposta passa al Parlamento europeo. Sono diversi i fronti sui quali la Commissione europea propone un giro di vite.

Prima di tutto gli abusi sessuali, lo sfruttamento , la pornografia infantile (soprattutto su internet) e poi una strategia complessiva che rafforzera' e coordinera' l'impegno degli Stati membri contro la tratta. Le misure previste nelle normative messe a punto dall'esecutivo europeo prevedono, prima di tutto, l'inasprimento delle pene per i reati di natura sessuale che coinvolgono minorenni.

Inoltre, nella gamma dei reati punibili entreranno il grooming ( cioe' l'adescamento elettronico che, partendo dal contatto online con i ragazzi, riesce pian piano a conquistarne le confidenze e la fiducia necessaria che puo' portare a un incontro reale), la semplice visione di filmati pedopornografici e la realizzazione di foto con bambini in pose ammiccanti. Come gia' e' previsto in diversi paesi europei, il turismo sessuale verso mete esotiche dovra' essere comunque punibile.

Per quanto riguarda le vittime, la Commissione europea propone che vengano loro risparmiati gli ulteriori traumi derivanti dalle deposizioni in sede giudiziaria e che godano sempre dell'assistenza gratuita di un avvocato.

Le misure restrittive nei contatti con minori inflitte ai condannati avranno, poi, validita' sull'intero territorio europeo e non solo all'interno dei confini nazionali. Infine, gli Stati membri dovranno garantire, con mezzi propri, il tempestivo blocco dei siti contenenti materiale pedopornografico.

Spesso si tratta di siti ubicati al di fuori del territorio continentale, quindi molto difficili da eliminare. Per quanto riguarda la tratta, le norme proposte dalla Commissione europea obbligheranno gli Stati membri ad intervenire su tre fronti: l'azione penale contro i responsabili della tratta, la protezione delle vittime e la prevenzione dei reati. L'Europa si dotera' anche di un "coordinatore antitratta" che dovra' rendere piu' incisiva la politica e relazionarsi con i paesi coinvolti. La proposta vuole allineare le legislazioni europee e rendere possibile che gli autori del reato siano perseguiti anche se hanno commesso il fatto all'estero. Le vittime riceveranno alloggio e cure mediche in modo da potersi ristabilire e da non avere paura di testimoniare contro gli autori dei reati.

Riceveranno, inoltre, consulenza giuridica nel corso dell'intero procedimento, anche ai fini di una domanda di indennizzo. Per fare di piu' sul fronte della prevenzione della tratta, la proposta prevede azioni volte a sensibilizzare le vittime potenziali circa i rischi che corrono e i funzionari pubblici su come individuare le vittime e occuparsene adeguatamente; chiede inoltre l'applicazione di sanzioni contro chi ricorre al lavoro o alle prestazioni di una persona sapendo che questa e' vittima della tratta e istituisce organismi negli Stati membri per monitorare l'attuazione di queste azioni. La proposta della Commissione sara' esaminata dal Parlamento europeo e dal Consiglio dei Ministri dell'UE e, una volta approvata, dovra' essere recepita nelle normative nazionali. La Commissione potra' verificare che gli Stati membri recepiscano correttamente la normativa dell'UE nei loro ordinamenti e portare dinanzi alla Corte di giustizia i paesi che non lo fanno.

(Wel/ Dire)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 

 

 art_200

Artists Against War Italia

 

Attaccata la Conferenza Internazionale Nonviolenta a Bi'lin (Palestina)

 

- Da Edvino Ugolini poeta di Trieste, presente sul posto, riceviamo :


In una concitata telefonata da Bi'lin dove si trova per partecipare all'annuale Conferenza internazionale dei Movimenti Nonviolenti di Resistenza in Palestina, il rappresentante triestino della Rete Artists Against War Italia Edvino Ugolini ci ha comunicato poco fa che durante la manifestazione finale sul posto, presso il Muro della discordia i mille partecipanti sono stati sottoposti a una carica delle forze occupanti Israeliane, con sparo di gas laceimogeni ed impiego di bombe assordanti.

Diversi sono stati i feriti di cui uno piuttosto grave.

La Conferenza di Bi'lin da anni riunisce le forze che in numerosi villaggi della Cisgiordania occupata, si oppongono pacificamente all'asfissiante occupazione militare Israeliana.

La delegazione italiana alla Conferenza, di cui fa parte il poeta Ugolini, è stata condotta sul posto dall'Associazione per la pace.

Per chi volesse contattare il poeta triestino di persona, che rappresenterà Artists Against War Italia alla riunione della Tavola della pace a Trieste in vista della Marcia Perugia Assisi del 16 maggio,

il numero cellulare di Edvino Ugolini è +39 349 xxx xxxx.

 

per Artists Against War Italia

Loredana Morandi 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 19/04/2010 @ 09:58:43, in Estero, linkato 1283 volte)
Liberi i 3 operatori italiani di Emergency


 http://www.giustiziaquotidiana.it/public/emergency.jpg



Una notizia che rasserena, certo, ma lascia l'amaro in bocca per aver assistito all'inciviltà della tentata incriminazione di 3 operatori umanitari e dei cooperanti afghani per la sola "ragione possibile": "il furto".

Gino Strada ha lavorato molti anni in Afghanistan, ma in Italia è stato guardato sempre con una punta di sospetto, forse anche dettata da invidia, dagli operatori di altre organizzazioni umanitarie dello stesso settore. E se c'è stato un rimprovero rivolto a lui da tutti è stato che le strutture create da Emergency avessero locazione e funzionalità in tutto simili a "cliniche private".

L'ospedale espropriato è così, nonostante abbia accolto anche poveri e rifiutati, e se all'esterno sembra una clinica privata, dall'interno i vialetti e la vegetazione curata dal giardiniere, gli ambienti puliti ed organizzati che certo avete visto in foto non han lasciato in voi alcun dubbio.

Tristissima la via giudiziaria adottata dal governo Karzai. 4 bombe a mano nascoste ad arte per lanciare l'allarme terrorismo. Poi, forse proprio grazie al fatto che la giustizia italiana ha insegnato agli afghani, l'incriminazione storica di Goebbels contro i pacifisti è caduta e quei ragazzi sono tornati.

L.M.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 18/04/2010 @ 07:22:24, in Estero, linkato 1509 volte)
IL PROCESSO

Battisti, i motivi del no all'asilo
"Sull'estradizione ora decide Lula"

Il Supremo Tribunal Federal ha pubblicato il testo della sentenza con la quale mesi fa aveva dato il via libera al rientro in Italia dell'ex terrorista, condannato nel nostro Paese per aver commesso quattro omicidi

BRASILIA - Adesso l'ultima parola spetta al presidente brasiliano Lula. Sarà lui a decidere se Cesare Battisti potrà tornare in Italia o meno. Il Supremo Tribunal Federal di Brasilia ha infatti pubblicato il testo della sentenza con la quale, mesi fa, aveva dato il dichiarato illegale l'asilo politico, precisando che la decisione del destino dell'ex terrorista rosso è nelle mani del capo dello Stato. Motivazioni che lo stesso Lula, lunedì scorso a Washington incontrando il premier Silvio Berlusconi, aveva riferito di aspettare per poter decidere.  

La decisione non è facile. La vicenda Battisti è un caso di estradizione che riguarda anche la politica estera del Brasile e, in questo campo, le decisioni spettano, com'è ovvio nella separazione di poteri, all'esecutivo. Per il vicepresidente, José Alencar, Lula dovrebbe accettare la sentenza della Corte Suprema. La normativa all'interno della quale Lula ha la possibilità di muoversi è quella del Trattato di estradizione sottoscritto da Italia e Brasile. Il presidente non può confermare l'asilo politico concesso da un ministro del suo governo perché già dichiarato "illegale" dal Tribunale ma può utilizzare le eccezioni del Trattato dove queste stabiliscono le ragioni per le quali il Capo dello Stato ha facoltà di bloccare un processo di estradizione avallato dal massimo potere giudiziario. Un passaggio impervio.

Una possibilità, forse l'unica concessa dal Trattato, è quella della "persecuzione politica". Il Capo dello Stato può non estradare nel caso in cui sia manifesto il rischio di persecuzione per ragioni politiche. L'altra speranza per Cesare Battisti di evitare l'estradizione è la cosiddetta "soluzione umanitaria". Ipotesi che seccondo quanto dicono alcuni esponenti del governo, non piace affatto al presidente Lula. Sulle motivazioni della sentenza con le quali il Supremo Tribunale Federale ha annullato l'asilo politico concesso dall'ex ministro della Giustizia Tarso Genro, si legge però che i quattro omicidi dei quali Battisti è stato accusato in Italia sono stati fatti "senza alcuna motivazione politica", né rappresentano "una legittima reazione ad un regime oppressivo. Ed è proprio sulla base di tale punto, sottolineano analisti locali, che nel caso in cui il presidente Lula voglia confermare l'asilo politico a Battisti, dovrà presentare una motivazione diversa dalla persecuazione politica.

L'ex terrorista rosso Cesare Battisti era stato condannato dal tribunale di Rio de Janeiro a due anni di reclusione per uso di passaporto falso. Il giudice Rodolfo Kronenberg Harmann aveva condannato l'ex membro dei Proletari Armati per il Comunismo a due anni in regime di semilibertà. Battisti, arrestato sulla spiaggia di Copacabana a Rio de Janeiro il 18 marzo del 2007, è stato condannato in Italia a due ergastoli per aver commesso quattro omicidi durante gli "anni di piombo" e il governo chiede da tempo l'estradizione.  

Il 13 gennaio 2009, il Brasile gli aveva accordato lo status di rifugiato politico. Il ministro della giustizia Tarso Genro, contrario alla decisione del Conare (l'organismo brasiliano che esamina le richieste di asilo politico) votata due mesi prima, aveva motivato la decisione sul timore di persecuzione di Battisti per le sue idee politiche, nonché sui dubbi espressi sulla regolarità del procedimento giudiziario nei suoi confronti.

Contro la richiesta di estradizione presentata al Brasile dal governo italiano, l'ex terrorista aveva fatto uno sciopero della fame di undici giorni. "Quando ho sentito in due occasioni in tv Lula chiedermi di sospendere lo sciopero, ho capito che era un messaggio positivo", aveva detto dopo aver interrotto lo sciopero. "Credo che rimarrò in Brasile", aveva poi aggiunto. "Francamente credo che Berlusconi non abbia interesse in questa storia. Forse rimarranno tranquilli, ma non alcuni ministri fascisti. Per me sarà difficile attendere fino alla decisione finale da parte del presidente brasiliano. Ma avrò pazienza", aveva detto Battisti.

http://www.repubblica.it/esteri/2010/04/16/news/battisti-lula-3398272/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 16/04/2010 @ 12:49:38, in Estero, linkato 1301 volte)

 art_200

Artists Against War Italia

 

 

Gli Artisti contro le guerre, saranno presenti ai presidi organizzati a Roma e in tutta Italia a sostegno dell'associazione Emergency per la liberazione dei membri italiani e afghani sequestrati dal Governo Karzai.



Artists Against War Italia

per


Emergency

 http://www.giustiziaquotidiana.it/public/emergency.jpg

 

 

- english -

 

 

 art_200

Artists Against War Italy

 

The artists against war will participate on the demonstrations in Rome and in other Italian cities for the liberation of the Italian and Afghan members of Emergency kidnapped by the Karzai government.



Artists against War Italy

for


Emergency

 

 http://www.giustiziaquotidiana.it/public/emergency.jpg

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2010 @ 13:28:59, in Estero, linkato 1352 volte)
Rep. Ceca/ Ministro giustizia: abbassare età punibile a 10 anni
Accogòie richiesta petizione dopo omicidio commesso da tredicenne


Praga, 14 apr. (Ap-Nuova Europa) - Il ministro della Giustizia della Repubblica ceca Daniela Kovarova ha annunciato oggi che intende proporre l'abbassamento dell'età di punibilità per i casi di omicidio a 10 anni.

La presa di posizione viene dopo che è pervenuta una petizione firmata da 400mila cechi che hanno chiesto un cambio nella normativa in questo senso.

Kovarova ha parlato dopo aver incontrato Ludek Kvapil, sindaco di Kmetineves, una città a nord-ovest di Praga, dove un 13enne ha violentato e trucidato una ragazza della stessa età sei anni fa.

Proprio il sindaco è stato il primo firmatario della petizione, dopo che il giovane condannato è stato rilasciato quest'anno dal riformatorio.

Attualmente il limite minimo d'età per la punibilità è di 15 anni. I principali partiti politici si sono detti d'accordo sull'abbassamento.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










19/08/2019 @ 7.37.06
script eseguito in 234 ms