Immagine
 Africa ... di Piero Taddei... di Lunadicarta
 
"
Articolo 11 - Libertà di espressione e d'informazione - 1) Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera.

Carta Diritti Fondamentali Unione Europea
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 15/04/2010 @ 17:50:38, in Varie, linkato 1487 volte)

Addio Raimondo !!!


I social network ricordano Vianello Messaggi su Facebook e Twitter

TGCOM
''Addio Raimondo, che barba, che noia senza di te...'': riprendendo un famoso sketch di qualche anno fa, uno spaccato di vita coniugale con Sandra Mondaini, è questo uno dei tanti messaggi che un fan di Raimondo Vianello ha lasciato sulla pagina di ...

Laziogate, chiesti due anni per l'ex presidente Storace

La Repubblica
Chiesta la condanna per l'ex presidente della Regione Francesco Storace e altre 8 persone coinvolte a vario titolo nel cosiddetto "Laziogate". La vicenda giudiziaria è quella relativa al presunto accesso, avvenuto nel marzo del 2005, tramite i computer ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 14/04/2010 @ 18:18:22, in Varie, linkato 1400 volte)

 http://www.giustiziaquotidiana.it/public/emergency-logo.jpg

IO STO CON EMERGENCY

SABATO 17 - ore 14,30
Appuntamento in piazza Navona ROMA

Sabato 10 aprile militari afgani e della coalizione internazionale hanno attaccato il Centro chirurgico di Emergency a Lashkar-gah e portato via membri dello staff nazionale e internazionale. Tra questi ci sono tre cittadini italiani: Matteo Dell'Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani.

Emergency è indipendente e neutrale. Dal 1999 a oggi EMERGENCY ha curato gratuitamente oltre 2.500.000 cittadini afgani e costruito tre ospedali, un centro di maternità e una rete di 28 posti di primo soccorso.

IO STO CON EMERGENCY

Sabato a Piazza Navona ci sarà anche la Tavola della pace

L'Italia riapra subito
l'ospedale di Emergency

Flavio Lotti: "L'attacco a Emergency è un attacco a tutti i costruttori di pace"


(1) Riaprire l'ospedale di Emergency in Afghanistan,
(2) liberare i tre italiani e i sei afgani arrestati il 10 aprile,
(3) assicurare pieno sostegno a tutti gli operatori umanitari italiani che operano in Afghanistan.

Sono questi i primi tre obiettivi che deve assumere il governo italiano per ridare un minino di credibilità alla nostra presenza in Afghanistan. Nel nome del rispetto del diritto internazionale dei diritti umani, della legalità e dei doveri che corrispondono ad ogni buon governo.

La Tavola della pace, impegnata nella preparazione del Forum della Pace e della Marcia per la pace Perugia-Assisi del prossimo 16 maggio, chiede a tutti i responsabili della politica italiana di fare ogni sforzo per chiudere rapidamente questa gravissima vicenda.

Berlusconi deve intervenire di persona. Non bastano una lettera del ministro, un ambasciatore e un magistrato. E' necessaria un'azione rapida ed energica. Si è già perso troppo tempo. Invece di prendere le distanze, di seminare dubbi e di gettare fango su chi si assume personalmente la responsabilità di soccorrere le vittime della guerra, il governo italiano deve agire con determinazione sollecitando anche l'immediato intervento dell'Unione Europea e dell'Onu. Ogni governo ha il dovere costituzionale di difendere i suoi cittadini e in particolare quelli che sono impegnati in operazioni di pace, di solidarietà e di cooperazione.

Chiudere il Centro chirurgico di Lashkar-gah vuol dire abbandonare la popolazione civile nella morsa della guerra e mettere in pericolo tutti gli operatori umanitari. In questo senso, l'attacco all'ospedale di Emergency è un attacco a tutti i costruttori di pace.

Per questo, sabato prossimo, dobbiamo essere in tanti. A Roma, in Piazza Navona, alle ore 14.30. Con tutti i colori dell'arcobaleno.

Ps. L'Italia è il paese che ha la responsabilità di coordinare la ricostruzione della Giustizia in Afghanistan e per questo obiettivo ha già speso diverse decine di milioni di euro.

Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace

Perugia, 14 aprile 2010

Nota di Loredana Morandi:

La più grande tristezza è che, nell'evidenza di una appropriazione indebita ai danni della associazione italiana, il governo afghano, più che beneficato dal nostro paese, non sta avendo alcun timore nel fare "martiri" tra medici e civili impegnati a sostegno della popolazione. Per assurdo: in un paese come l'Afghanistan, dove è impossibile camminare in campagna per le mine antiuomo e dove i bazooka si comprano al mercato rionale, "questi scemi" organizzavano un attentato con 4 bombe a mano 4. Questi governativi fanno pensare che i Talebani avessero "classe" da vendere...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/03/2010 @ 17:44:01, in Varie, linkato 1723 volte)
In questa stanca Italia delle baronie televisive ecco il secondo caso odierno, che fa sospirare i fasti della Rivoluzione Francese...

Una guerra di carte bollate che dura da 17 anni e che ha già visto un arbitrato nel 2007.
Gli eredi del marchese Gerini rivogliono indietro quanto donato ai Salesiani...

Sequestrati ai Salesiani beni per 130 milioni

Gianluigi Nuzzi

Don Bosco finisce pignorato con sigilli a seminari, palazzi, alberghi, uffici e opere di bene. Il tribunale sta infatti eseguendo in queste ore un decreto ingiuntivo tra Milano, Roma e Torino che aggredisce i beni storici dei salesiani in Italia tra proprietà immobiliari  e depositi fino ai conti correnti dove affluiscono anche gli accrediti della beneficenza destinata agli interventi e alle iniziative di solidarietà in mezzo mondo. La notizia ha dell’incredibile, soprattutto se si considera la cifra astronomica di questa esecuzione forzata contro l’Opera che da Roma coordina attività in 128 nazioni: gli ufficiali giudiziari hanno incarico di porre i sigilli a beni fino a 130 milioni di euro. Un’enormità. Non era mai accaduto nella storia recente della Santa Sede, nemmeno ai tempi dell’Ambrosiano di Roberto Calvi, nonostante i timori che i liquidatori dell’istituto del banchiere ucciso a Londra potessero rivalersi sullo Ior, la banca del papa, di Paul Casimir Marcinkus.

L'articolo prosegue qui:

http://www.libero-news.it/blog.jsp?id=1015
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/03/2010 @ 17:33:40, in Varie, linkato 1880 volte)
Archivio Vasari, sequestro preventivo dei
Carabinieri del comando Tutela Patrimonio culturale

ultimo aggiornamento: 26 marzo, ore 15:18
Roma - (Adnkronos) - Il provvedimento emesso a carico di ignoti, per ''gravi indizi di reita' per tentata truffa aggravata ai danni dello Stato''. Nota del Mibac: "Il fatto conferma la fondatezza delle perplessità, in più occasioni espresse, sull'acquisto della collezione Vasari, dal ministro Bondi, che nell'immediatezza della vicenda aveva disposto la trasmissione degli atti al Comando medesimo"

Roma, 26 mar. (Adnkronos) - Sequestro preventivo dell'Archivio Vasari. Ad effettuarlo i carabinieri del comando Tutela Patrimonio culturale su delega della procura della Repubblica di Roma, il 20 marzo scorso ad Arezzo. L'archivio, dichiarato nel 1990 di notevole interesse storico dalla soprintendenza archivistica della Toscana e vincolato al luogo di custodia, si compone di registri, documenti autografi e corrispondenza intrattenuta da Giorgio Vasari (Arezzo 1511 - Firenze 1574) con noti artisti rinascimentali, tra cui Michelangelo Buonarroti. Il provvedimento e' stato emesso a carico di ignoti, per ''gravi indizi di reita' per tentata truffa aggravata ai danni dello Stato''.

"La notizia del sequestro dell'Archivio Vasari effettuato dai Carabinieri del Comando Tutela del Patrimonio Culturale, in esecuzione di decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Roma, conferma la fondatezza delle perplessita', in piu' occasioni espresse, sull'acquisto della collezione Vasari dal ministro per i Beni e le Attivita', Sandro Bondi, che nell'immediatezza della vicenda aveva disposto la trasmissione degli atti al Comando medesimo". lo afferma una nota del ministero per i Beni culturali.

Archivio Vasari: una contesa lunga un secolo/Scheda

Arezzo, 26 mar. - (Adnkronos) - L'Archivio di Giorgio Vasari (1511-1574) e' custodito in una cassaforte all'interno del Museo Casa Vasari di Arezzo. L'Archivio contiene 31 filze di do­cumenti, con autografi di Vasari, lettere (tra le quali 17 di Michelangelo e Cosimo I de' Medici) e corrispondenze, soprattutto con i papi (Paolo III, Giulio III, Paolo IV, Pio IV, Pio V). Giorgio Vasari (Arezzo, 30 luglio 1511 - Firenze, 27 giugno 1574).

Pittore e architetto, fortemente influenzato da Michelangelo e da Andrea del Sarto, artefice degli Uffizi, la fama maggiore del Vasari e' legata al trattato delle ''Vite de' piu' eccellenti pittori, scultori e architettori italiani, da Cimabue insino a' tempi nostri'', pubblicato nel 1550 e riedito con aggiunte nel 1568. L'opera, preceduta da un'introduzione di natura tecnica e storico-critica sulle tre arti maggiori (architettura, scultura e pittura) e' una vera e propria pietra miliare della storiografia artistica, punto di partenza tutt'oggi imprescindibile per lo studio della vita e delle opere dei piu' di 160 artisti descritti.

Le carte dell'Archivio Vasari furono 'scoperte' nel 1908 dall'allora direttore del Museo nazionale del Bargello di Firenze, che ottenne il permesso di visionarle dal conte Luciano Rasponi Spinelli, che le aveva ereditate. Il conte Rasponi Spinelli autorizzo' la pubblicazione dei documenti ad un editore tedesco per 35 mila marchi d'oro. (segue)

Cultura | 26/03/2010 | ore 16.08 »
Archivio Vasari: una contesa lunga un secolo/Scheda (2)

(Adnkronos) - Gia' nel primo decennio del Novecento l'Archivio Vasari fu al centro di una contesa: la Pia Fraternita dei Laici di Arezzo, erede universale dei beni immobili del Vasari, rivendico' la proprieta' delle preziose carte ma il conte Rasponi Spinelli si oppose. La direzione del Museo del Bargello vincolo' cosi' gli autografi rinascimentali ''per l'importante interesse storico''. Nel 1921, dopo un'accesa polemica, il conte Rasponi Spinelli consegno' l'Archivio Vasari in ''deposito perpetuo'' al Comune di Arezzo. Alla morte del conte, la proprieta' passo' alla sorella Flora Romano Rasponi Spinelli, di cui era nipote Giovanni Festari che eredito' l'Archivio quando mori' la zia. Il conte Giovanni Festari e' morto nello scorso settembre, lasciando eredi i quattro figli che in questi mesi stanno trattando la vendita con una societa' russa.

L'Archivio Vasari risulta vincolato dal ministero dei Beni culturali dopo una relazione tecnica della Soprintendenza Archivistica della Toscana eseguita nel 1994. In anni recenti l'Archivio e' stato al centro di una causa civile intentata da Giovanni Festari che ne chiedeva la restituzione insieme all'annullamento del "deposito perpetuo" al Comune di Arezzo disposto nel 1921 dal suo lontano parente. La Corte d'Appello di Firenze revoco' il ''deposito perpetuo'' restituendo le carte a Festari, con il vincolo pertinenziale, tanto da non poterle trasferire fuori dalla citta' di Arezzo.

Nel 2008 l'Archivio Vasari fu pignorato su istanza di un istituto di credito e il giudice dell'esecuzione immobiliare ne ordino' la vendita alla casa d'aste Bloomsbury di Roma, che pero' non si tenne perche' Festari riusci' a saldare il debito. Lo scorso 21 settembre gli eredi Festari hanno firmato un preliminare di vendita con la holding russa Ross Engineering, con sede a Mosca, che ha offerto 150 milioni di euro; quasi 148 milioni in piu' rispetto alla stima dei periti, che era di 2,6 milioni.
 
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/03/2010 @ 12:25:27, in Varie, linkato 1748 volte)

http://www.giustiziaquotidiana.com/public/Trilussa_marmo.jpg

La politica



Ner modo de pensà c’è un gran divario:
mi’ padre è democratico cristiano,
e, siccome è impiegato ar Vaticano,
tutte le sere recita er rosario;

de tre fratelli, Giggi ch’è er più anziano
è socialista rivoluzzionario;
io invece so’ monarchico, ar contrario
de Ludovico ch’è repubblicano.

Prima de cena liticamo spesso
pe’ via de ’sti princìpi benedetti:
chi vo’ qua, chi vo’ là... Pare un congresso!

Famo l’ira de Dio! Ma appena mamma
ce dice che so’ cotti li spaghetti
semo tutti d’accordo ner programma.

Trilussa

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/03/2010 @ 08:12:30, in Varie, linkato 1244 volte)
A questo punto mi ritengo un voto perso "per disonestà", perché nella mia regione io non posso assolutamente votare il nuovo "patto scellerato" della sinistra.

Rosy, ma te e Bersani che state a fa' ?

La verità, tutta la verità, niente altro che la Verità. A Roma "liste o non liste" non si può votare, perché a sinistra  l'unica cosa che si vede bene è il patto scellerato tra la Bonino e l'ultradestra dell'eversione terrorista. Per carità, lo zampino è quello dell'avvocato "Francesco" che, pensando solo a se stesso, ha allungato i propri tentacoli anche a sinistra. E quei due sono storicamente amici suoi.
Verità: a Roma una intera generazione di Radicali, non solo Capezzone che mi faceva accapponare la pelle quando definiva le donne come "compagne", è nata e cresciuta in seno alla "destra sociale". Ma altro che squadracce...



Così, cara Rosy, che significato ha questo canditato, dato in pasto ai romani nonostante le prostitute transessuali di Sircana e Marrazzo, nonché colpevolmente contro tutte le Donne dopo lo stupratore seriale di Roma? E ci sarebbero anche le prostitute baresi. Così, chi muove i fili di chi in questa consolidata "puttanocrazia"? E lo slogan? Liberazione da chi? Non dagli sfruttatori storici della prostituzione, non da chi ha inventato il mito della bionda dell'est europeo riempendo di schiave i marciapiedi nostrani, non una liberazione da chi tutto questo lo fa per denaro.



Il problema è tutto sinistro. Soprattutto sinistro. Sarò anche elettrice ma non passiva come pensa certa gente e  mi preoccupo, quando guardo un filo pedofilo come Aldo Busi, ammesso H24 nell'isola della Tv di Stato, che come unico contributo socio politico nazionale ai naufraghi "ha bruciato il giocattolo intagliato in legno a forma di cane" al solo fine di lanciare un messaggio forte ai pedofili italiani: "Sui Pedoanimali".
Busi è talmente autoreferenziale da non aver bisogno di leggere la Morandi, che pur odiata ha visto capitolare le più avvelenate sostenitrici di quelli, che oggi sono tutti denunciati per lo stalking di mesi e la depersonalizzazione su Facebook, grazie al Pedobear di Maxi Fasso.

Conoscenza


E quindi dopo i tacchi a spillo cosa pensare della "rima sbagliata" di Vendola, famosissimo per le sue dichiarazioni filo pedofile identiche a quelle di Busi? Il bimbo, caro Nichi, lascialo a Noi donne e madri. Tu non hai neppure lo staff per interessarti di questioni che riguardano l'infanzia, e soprattutto non hai diritto di appropriarti di un ennesimo "messaggio subliminale" ai danni dei minori.



In ultimo, nella  Puglia del dopo escort e sanità si scopre che ciò che indigna a Roma diviene addirittura patetico perché, tra Rifondazione coi suoi tacchi a spillo delle squillo trans e i messaggi subliminali di Vendola ai pedofili, spunta uno che dichiara di non essere una escort ma di candidarsi lo stesso. E' un D'Addario e si candida con il PdL, che sia parente ?




Stando così le cose, se va tutto bene e nelle giornate di voto venissi presa da un improvviso e furibondo "dovere costituzionale di cittadinanza", io nel Lazio al massimo voto Casini.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 05/03/2010 @ 06:53:04, in Varie, linkato 2457 volte)
AUGURI DI BUON COMPLEANNO !!!

Ciao Loredana,
l'Inter ti fa i migliori auguri
per i tuoi 47 anni.


http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2010-03-05_morandi47.jpg

Se non vedi l'immagine clicca qui

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 28/02/2010 @ 14:16:51, in Varie, linkato 2311 volte)
Vintage: il Popolo Viola


E' sceso in piazza. Uh!? Non sono solita commentare i blog della rete, ma il brano tratto dal "diario di un emigrante italiano in america" alcune ragioni le ha ed io lo riprendo da Area Genova. Sarà la simpatia perché è interista, e allora me lo figuro un po' sfigato anche se quest'anno l'Inter corre per lo scudetto. Non comprendo però come possa vivere negli states lanciando  invettive solo sull'Italia. Forse devo leggerlo meglio..

L'emigrante è perfettamente condivisibile quando dice: "Con la loro solita ritualita' mediatica consolidata annunciano urbis et orbis "siamo il nuovo, anzi il nuovissimo", opppure l'intramontable "siamo la parte migliore della societa civile, quella onesta'". E poi che dire del cabarettistico ed esilarante " Siamo non politici, i partiti stanno fuori al movimento". Ultimemente hanno aggiunto che "sono il popolo della rete" tanto per darsi una bella verniciata di moderno che non impegna e fa chic."

Infatti, considerato che il 99% delle sciarpine è stato acquistato presso i negozi United Color of ...  dove il viola è andato tanto di moda, beh, questi patetici personaggi sembrano vuoti anche a me, ma trovo azzardato il connubio con i "Girotondi" perché se pur quel movimento era figlio delle medesime correnti politiche, eran ben di altra levatura i "magistrati" per i quali ci si prendea per mano, mentre qui si celebra solo l'epopea editoriale di Travaglio e il blogger de Magistris.

A me, che conosco bene gli ambienti, disgusta un pochino tutto il riciclaggio. A cominciare dai riciclati storici di  Rifondazione, un partito classista che ha fatto il proprio plateale exploit nella puttanocrazia con l'esposizione di quei manifesti con la falce e martello incisi sui tacchi a spillo della D'Addario.

La rete è diventata violetta? Di sicuro ha qualche requisito per essere definita violenta da come su Facebook è circolato il santino della statuetta del Duomo di Milano. Ma, considerato che i non politici e nuovi personaggi sono quelli provenienti dai "gabinetti" dei circoli politici di quartiere di mezza Italia o dai blog dei copiaincollatori di Travaglio, stiamo parlando dell'idiozia pura e della politica  fatta dai cammelli, neppure dai cammellieri.

Un popolo il cui QI è tabula rasa è un popolo di pecoroni, che va dietro al primo che passa. Questi sono riusciti a stravolgere finanche i "canoni" satirici della "Fattoria" di Orwell. Pure peggio di quelli della spesa proletaria con le telecamere dei Tg al seguito. Questa è la novità.

L'esempio estremo è capitato a me: si trattava di un nulla sapiente del Pdci, da me rintracciato tramite segreteria nazionale per vederlo poi correre da uno degli amichetti pedofili di Maxi Fasso a confidare tutti i suoi crucci pubblicando per disgrazia anche il mio telefono cellulare. Si trattava certamente di uno zero, zero come uomo, zero come persona, zero come politico. Zero. Uno zero pericolosissimo perché irresponsabile.

A Roma poi, dove la proposta dei volti nuovi per le Regionali è targata ne più ne meno come Rutelli sindaco "Non si può votare", ed ha uno storico personale di sprechi in faccia alla povertà per i convegni deserti a 5 stelle realizzati ad un passo dalle baraccopoli africane, ci mancava solo la becerattitude chic dello sgambetto alla fazione opposta per disgustare il voto del romano "de roma". 

L.M.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/02/2010 @ 19:00:05, in Varie, linkato 1310 volte)
Passo parola...

DICIAMO NO A CACCIA SELVAGGIA!

Signor Presidente del Consiglio,

giovedì 28 gennaio 2010 il Senato della Repubblica ha approvato un ingannevole articolo della legge Comunitaria (il n. 38) che, tra le altre cose, cancella i limiti della stagione di caccia attualmente previsti dalla legge (1° settembre – 31 gennaio).
Se nei prossimi giorni la Camera dei Deputati dovesse confermarlo e trasformarlo in legge, la stagione venatoria potrebbe svolgersi anche oltre i già lunghi 5 mesi attuali, estendendosi al mese di agosto –con i piccoli uccelli ancora in dipendenza dei genitori e migliaia di persone in vacanza- e al delicato mese di febbraio, quando i migratori affrontano il difficile viaggio verso il nord Europa, dove si riprodurranno.
Il paradosso, signor Presidente, è che la legge Comunitaria dovrebbe servire al nostro Paese per sanare le tante infrazioni europee commesse sulla caccia e la mancata tutela della natura.
L’Europa ci accusa di cacciare troppo, di abusare delle deroghe alla normativa, di proteggere poco i migratori e gli habitat naturali.
L’Italia, al contrario, risponde aumentando le concessioni alla caccia, con grave danno alla natura ma anche ai cittadini, costretti, per via di un articolo del Codice Civile (il n. 842), a tollerare i cacciatori nei propri terreni senza potersi opporre.
Ma l’articolo 38 della legge Comunitaria non è l’unico pericolo in atto.
C’è il Disegno di legge Orsi, ci sono continui blitz in Parlamento, ci sono le proposte della caccia a 16 anni, dell’utilizzo dei piccoli uccelli come richiami vivi o zimbello, della caccia alle oche e ai fringuelli e altro ancora.
In atto, signor Presidente, c’è un vero e proprio tentativo di caccia selvaggia.
La nettissima maggioranza degli italiani non lo vuole! Non vuole caccia, piombo, fucili.
Nell’anno internazionale della Biodiversità, noi desideriamo più rispetto per gli animali, più tutela per la natura, più sicurezza e serenità per le persone.
Le chiediamo, signor Presidente, di impedire tutto questo.
Di impegnarsi in prima persona per cancellare l’articolo 38 della legge Comunitaria e fermare, definitivamente, ogni tentativo di “caccia selvaggia”.

La natura è la nostra vita! Le chiediamo di difenderla.

Per firmare la petizione clicca il link

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/02/2010 @ 17:18:08, in Varie, linkato 3562 volte)

La Neve a Roma

12 febbraio 2010



Le foto sono gentilmente offerte dall'ufficio stampa del Comune di Roma.

Gli scatti sono del fotografo Fabio Callini.

- clicca sulle immagini per allargare -








Roma, 12 febbraio 2010

NEVE: I NUMERI DEL PIANO CAPITOLINO

 

Il Piano antineve e ghiaccio del Comune di Roma è stata attivato da due giorni, da quando, cioè, il servizio meteorologico ha indicato come probabile il rischio di precipitazioni nevose sulla Capitale.
Nella giornata odierna verranno consegnate ai Municipi ulteriori 85 tonnellate di sale, portando il totale delle disponibilità municipali a 425 tonnellate, mediamente 22 a Municipio. Sempre oggi, a seguito delle due nevicate, sono stati impiegati, con il coordinamento del Centro Operativo comunale della Protezione civile e in collaborazione con la Protezione civile regionale, 2000 uomini, fra Polizia Municipale, Ama e Servizio giardini, Protezione civile e le 58 Organizzazioni di volontariato, con 700 mezzi a disposizione.
Alle ore 18.00 è stata convocata una riunione con i Municipi per perfezionare le ultime operazioni tese a scongiurare la formazione di ghiaccio sulle strade durante le ore notturne.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










19/08/2019 @ 7.39.03
script eseguito in 406 ms